CERBOLI: RECUPERO ECOBALLE, AGCOM CONTESTA L’AMMIRAGLIO CALIGIORE

Piombino (LI) – L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha contestato la nomina del commissario straordinario per il recupero dei rifiuti in mare contrammiraglio Aurelio Caligiore, capo del reparto ambientale marino della Capitaneria di porto, a commissario straordinario del Governo per il recupero delle ecoballe disperse dal 2015 nel canale di Piombino nei pressi dell’isolotto di Cerboli.

Secondo l’AGCOM il titolare di carica di governo durante l’incarico non può esercitare qualsiasi altro tipo di impiego pubblico. La notizia è stata riportata dal quotidiano Il Tirreno. Il risultato è lo stop al progetto di recupero delle ecoballe di rifiuti plastici.

Riportiamo sull’argomento una nota di Fratelli d’Itala.

_____________________________

FDI: PREOCCUPAZIONE PER LE SCELTE DELL’AGCOM

Apprendiamo con una certa preoccupazione che l’autorità garante per la concorrenza e il mercato (agcm) ha sollevato una questione di legittimità sulla nomina e sul ruolo dell’ammiraglio Caligiore che, da mesi, è l’incaricato commissario straordinario per il recupero delle ecoballe perse nel 2015 dalla motonave Ivy contenti rifiuti solidi (cdr).

Non entriamo nel merito della questione perché l’autorità garante sta svolgendo il proprio dovere, ma siamo preoccupati che l’individuazione e il recupero di quei rifiuti si possa bloccare. L’autorithy si è presa tempo per decidere e ci auguriamo che il commissario Caligiore possa continuare a ben svolgere il proprio lavoro portandolo a termine quanto prima. Sebbene la verifica sia un atto dovuto, vogliamo che sia tutelato l’ambiente e che si proceda senza perdere ulteriore tempo visto che quelle ecoballe insistono sui fondali da troppi anni.

Fratelli d’Italia Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.1.2020. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 19 giorni, 19 ore, 43 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it