PIOMBINO: LO STUDIO “SENTIERI” CONFERMA LE MALFORMAZIONI CONGENITE

Piombino (LI) – Secondo lo studio epidemiologico Sentieri, nelle città di Livorno e Piombino risulterebbero eccessi di malformazioni congenite a causa delle intense attività industriali degli ultimi anni. Il documento integrale può essere scaricato dal sito Epidemiologia e prevenzione PREMENDO QUI.

Il Quinto Rapporto SENTIERI è il prodotto del Programma “Un sistema permanente di sorveglianza epidemiologica nei siti contaminati: implementazione dello studio epidemiologico SENTIERI” promosso e finanziato dal Ministero della Salute come Azione Centrale, Progetto CCM 2015.

Sono stati presi in considerazione 45 Siti di interesse per le bonifiche, di cui 38 classificati come Siti di Interesse Nazionale (SIN), 7 riclassificati come di Interesse Regionale (SIR).

In 45 Siti esaminati sono state studiate la mortalità e l’ospedalizzazione;  in 22 Siti coperti da Registri Tumori di popolazione è stata studiata l’incidenza oncologica nella popolazione generale; in 28 Siti coperti da Registri Tumori di popolazione e Registri Tumori infantili è stata studiata l’incidenza oncologica nelle sottopopolazioni pediatrica-adolescenziale e giovanile; in 15 Siti coperti da e Registri delle Malformazioni sono state indagate le malformazioni congenite.

Lo studio conferma quanto anticipato nel Rapporto di Valutazione del danno sanitario per lo stabilimento siderurgico ex Ilva, ovvero che “la mortalità generale e quella relativa  ai grandi gruppi è, in entrambi i generi, in eccesso”. Nella popolazione residente risulta in eccesso la mortalità per il tumore del polmone, mesotelioma della pleura e per le malattie dell’apparato respiratorio, in particolare per le malattie respiratorie acute tra gli uomini e quelle croniche tra le donne.

«La mortalità generale nel sito di Piombino risulta più alta di quella attesa su base regionale nelle sole donne. I decessi per le malattie del sistema circolatorio sono in eccesso in entrambi i generi».

Un eccesso di malformazioni congenite è stato osservato nel 50% dei 15 Siti studiati tra il 2002-2015: in Toscana le criticità riguardano le città di Livorno e Piombino che sono per lo più caratterizzate dalla presenza di attività industriali complesse.  Si tratta di patologie molto rare che possono derivare da più cause, sottolinea l’Iss.

Malformazioni: «Nel sito di Piombino il numero complessivo di nati residenti nel periodo 2002-2015 è stato di 3.332; nello stesso periodo sono stati osservati 109 casi con malformazione congenita (MC), con una prevalenza superiore all’atteso calcolato su base regionale (O/A: 164; IC90% 139-192). Sono risultate superiori all’atteso le anomalie congenite del cuore, dei genitali e degli arti».

L’ESTRATTO IN FORMATO PDF CHE RIGUARDA GLI INDICI DI MORTALITA’ DELL’AREA DI PIOMBINO E DELLA VAL DI CORNIA, PUO’ INVECE ESSERE SCARICATO PREMENDO QUI.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.6.2019. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    23 mesi, 17 giorni, 17 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it