PARODI: E’ IL MOMENTO DI RIPORTARE TUTTE LE ANALISI A PIOMBINO

Piombino (LI) – Nuove apparecchiature per laboratorio di Villamarina. E’ in atto il rinnovamento di quasi tutti gli strumenti analitici, in parte già istallati e funzionanti, per i laboratori analisi di Livorno, Piombino, Cecina e Portoferraio il resto lo sarà nel giro di qualche mese. Il sindaco di Suvereto PArodi invia una nota di commento. Leggiamola insieme.

“Questo vuol dire che non è diminuita l’attenzione sul nostro laboratorio di Piombino – commenta il sindaco parodi – che anch’esso verrà fornito di strumentazione di ultima generazione capace di lavorare ancor meglio di prima. Già “lavorare”, ma con quanti esami ci viene da domandarci?” Riaffiora la vecchia storia degli esami del nostro territorio dirottati su Livorno, quella di cui gia’ negli anni passati ho sollevato il problema, che vede le provette piene di sangue dei nostri cittadini essere spostate sul laboratorio di Livorno per essere analizzate.”

“L’azienda ha sempre ignorato la richiesta di riportare gli esami a Piombino – continua Parodi – ed i motivi precisi non l’abbiamo mai conosciuti però conosciamo i disagi che la condizione attuale ha portato, per esempio le risposte sono pronte il pomeriggio tardi o il giorno dopo al prelievo, anche per valori critici in quanto i prelievi a Livorno non possono arrivare prima delle ore 15 pomeridiane e quindi ritardare anche le risposte. Tutto un via vai di provette che partono dai distretti per arrivare al laboratorio di Piombino da cui poi verranno dirottate su Livorno. Campioni biologici prelevati al mattino presto e processati il pomeriggio tardi. Pazienti che vengono avvertiti di valori patologici la sera tardi o il giorno dopo quando potrebbero essere avvertiti la mattina stessa se gli esami fossero fatti a Piombino”.

Il sindaco pone quindi una riflessione: Il laboratorio di Piombino lavora, ha personale, anche se ridotto, ed ora a maggior ragione con strumenti nuovi e potenti. Non si capisce quindi perché gli stessi esami se provengono dai reparti ospedalieri vengono fatti in loco ma quelli dei distretti mandati via, e si tratta degli stessi esami come emocromo, glicemia, azotemia, colesterolo. Nel tempo in cui i prelievi vengono messi in auto e preparati per il viaggio sarebbero già stati tutti analizzati dal nostro laboratorio di Villamarina.

“Sinceramente non capisco questo meccanismo che allunga i tempi, diminuisce la qualità e forse fa aumentare anche le spese – continua il sindaco di Suvereto – eppure sono decisioni prese da professionisti che dovrebbero garantire una equità di trattamento sanitario per tutti, centro o periferia. Credo sia il momento di rivedere il tutto per non lasciare che la nuova tecnologia, che avrà un costo per la collettività, venga utilizzata in piccola percentuale ma venga sfruttata al massimo per garantire un buon servizio ai nostri cittadini. Sarebbe l’ora – conclude Giuliano Parodi – che qualcuno riconoscesse gli errori fatti e non perseverasse con gli stessi tanto più che si parla di salute dei cittadini e perché no anche di professionalità da mantenere nel nostro territorio sempre più depauperato, quindi come sindaco inoltrerò di nuovo le richieste alla ASL Nord Ovest di riportare a Villamarina le analisi dei prelievi fatti nei distretti della Val di Cornia!”

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.10.2018. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 11 ore, 24 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it