VAL DI CORNIA: LEGA NORD E FRATELLI D’ITALIA CHIEDONO MAGGIORE SICUREZZA PER I CITTADINI

I furti nelle auto sono aumentati moltissimo

Piombino (LI) – La Lega Nord Val di Cornia tira le somme della raccolta firme sulla sicurezza in città: sono 640 i cittadini che si sono presentati ai due gazebo fatti nel mese di giugno dai rappresentanti locali del movimento.

“I cittadini che si sono presentati per firmare”, dichiara Debora Raffaelli, appena nominata Commissario Lega Nord Val di Cornia, “hanno espresso le loro paure e il malcontento ad esse collegato per una situazione divenuta per molti versi insostenibile”.

“Da molto tempo infatti”, sottolinea l’esponente leghista, “Piombino non è più quell’isola felice che qualcuno vuol continuare a descrivere e i fatti parlano chiaro: ripetuti furti con danneggiamenti di auto in ogni parte della città, quartieri diventati invivibili dove a una certa ora è persino sconsigliato passare (vedi ad esempio la parte finale di Corso Italia dove ci sono stati anche un paio di accoltellamenti per la presenza di gente ubriaca) o accattonaggio molesto ai semafori e di fronte ai negozi”.

Il Commissario Provinciale Lega Nord Elena Vizzotto ricorda che molto sentito è anche il problema degli extracomunitari che stazionano nel parcheggio del mercato chiedendo soldi soprattutto a gente anziana e indifesa che preferisce pagare due euro pur di liberarsi della loro presenza.

“Il nostro gruppo consiliare” dice Francesco Ferrari, portavoce di Fratelli d’Italia AN Val di Cornia e capogruppo del gruppo consiliare di centrodestra nel Comune a Piombino “per ben due volte ha presentato una mozione al consiglio comunale per la costituzione di gruppi di volontari che, previa autorizzazione della Prefettura, svolgessero attività di vigilanza, pronti a chiamare le forze dell’ordine in caso di bisogno; le due proposte sono state osteggiate dalla maggioranza delle altre forze politiche, schiave dei preconcetti e degli ideologismi”.

Per Lega Nord e FdI-AN è assolutamente indispensabile l’installazione di videocamere nei punti strategici della città, il potenziamento di uomini e mezzi delle forze dell’ordine, un maggior controllo del territorio e della sicurezza urbana da parte della polizia municipale, l’impiego di personale della vigilanza privata e la stipula a carico del Comune per conto di tutte le famiglie piombinesi di un’assicurazione contro i furti in abitazione.”

In conclusione, affermano gli esponenti di Lega Nord e FdI-AN, “urgono interventi risolutivi, controlli e nuove regole, ma soprattutto servono sanzioni. Questo è quanto i cittadini piombinesi ci han chiesto e questo è ciò che chiediamo al Sindaco”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 4.8.2017. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    1 mese, 23 giorni, 4 ore, 52 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it