CAMPIGLIA M.MA: TARI + 30 % SU BASE ANNUA PER LE IMPRESE

veduta del Palazzo Comunale di Campiglia

Campiglia M.ma (LI) – Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento 5 Stelle di Campiglia.

«Lo scorso 28 marzo 2017 abbiamo scritto e pubblicato un comunicato sulla stampa locale, al fine di informare i cittadini e le imprese sull’imminente incremento della Tari 2017 del 30 % annuo (+52% in due anni). Nella commissione competente e in consiglio comunale abbiamo denunciato quanto questo aumento, non fosse un mero adeguamento di tariffa, ma un salasso ingiustificato a fronte di un servizio peggiorato dal momento dell’ingresso in Sei Toscana.

In questo clima di pressione fiscale alle stelle e servizio scadente, abbiamo proposto alcune soluzioni per ridurre il fenomeno degli abbandoni, che sembra aver pesato notevolmente sulla tariffa (100.000 €) esploso negli ultimi due anni, incentivando le buone pratiche e multando chi non si comporta correttamente.
Oltretutto ci troviamo davanti ad oggettive difficoltà per le PMi e partite iva a conferire nell’isola ecologica, per un problema normativo, criticità non ancora risolta e non certo propedeutica per la riduzione degli abbandoni, sempre deprecabili.

Purtroppo in questi mesi nulla è cambiato, anzi, gli imprenditori che hanno ricevuto la prima rata Tari sono rimasti atterriti da questo aumento fuori da ogni logica. Il nostro comune ha la responsabilità politica di aver sostenuto e firmato il passaggio in Sei Toscana, gestore il quale ha i vertici indagati, una gara di gestione del servizio sospesa sub indice, la peggior percentuale di raccolta differenziata di tutta la Toscana, tariffe più alte rispetto ad Asiu ed un contratto pluridecennale per il conferimento dei rifiuti indifferenziati all’impianto delle Strillaie per l’alimentazione dell’inceneritore di Scarlino.

Una scelta folle che stiamo pagando tutti, antitetica alle belle parole sull’incentivazione della raccolta differenziata, smentita nei fatti (poco più del 35,5 %) e che ricade ancora una volta nelle nostre tasche.

È giunto il momento di far sentire la vostra voce arrabbiata, andando oltre alla protesta e proporre una riduzione della tassa sui rifiuti, trovando le risorse necessarie e raccogliendo la disponibilità di Sei a rivedere il sistema tariffario (comunicato stampa del 15 giugno), per farlo abbiamo organizzato un’assemblea pubblica, che si terrà giovedì 29 alle ore 21:00 in largo Sbarretti a Venturina Terme, insieme all’assessore del comune di Livorno Gianni Lemmetti e al consigliere comunale Mirko Barbieri che verranno per illustrarci quali azioni può compiere un’amministrazione in questo senso.

Vi aspettiamo numerosi, in piazza, fra la gente, per disegnare insieme il nostro futuro dove le tasse siano commisurate al servizio offerto, un futuro dove i rifiuti diventino una risorsa e non un problema».

M5S Campiglia Marittima

I consiglieri portavoce Daniele Fioretti e Cristina Chesi.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.6.2017. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 23 giorni, 4 ore, 29 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it