NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 16 GIUGNO 2017

AFERPI: UGL, A A A CERCASI PARTNER PER REBRAB

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

se nn fosse un dramma e migliaia di persone non rischiassero seriamente il proprio posto di lavoro un sorriso ci verrebbe da farlo…arrivati a 24 mesi nell’ era Cevital si cerca un partner …e se nn bastasse  non ci accontentiamo di quello che offre la piazza ma addirittura che abbia determinati requisiti !!

Primo fra tutti  : patner esperto nel settore siderurgico !!

Nel frattempo, mentre si sta cercando di costruire il profilo del partner ideale, i giorni passano … le ditte dell’indotto , quelle che per anni sono state  dentro lo stabilimento e che sarebbero dovute rientrare, a detta di tutti per le opere di smantellamento, in realtà possono solo sperare in nuove forme “temporanee” di supporto economico …fino a quando le risorse, prime quelle della regione, nn si esuariranno definitivamente …perché bisogna essere onesti e dirci che oramai è chiaro che non sono previsti rientri in Aferpi per le ditte dell’indotto e che ci risulta che Aziende  entreranno con figure professionali che forse noi in toscana non abbiamo   …se così non fosse e quello che stiamo dicendo venisse smentito certo non ci offenderemo  !!

Restano ancora tutti  gli altri aspetti ancora da chiarire e ci auspichiamo che il Governo lo faccia nell’ incontro che dovrebbe tenersi nella prossima settimana : in primis la soveglianza, l’ ammortizzatore e cosa succederà dal primo di luglio.

Nel frattempo ammirevoli tutte le iniziative volte a riportare l’attenzione su una vertenza che dopo gli ultimi eventi dei colleghi di Taranto sembra aver perso di visibilità e non speriamo anche di importanza…alcune manifestazioni sono state criticate e ci risulta addirittura  messe in discussione come quella dei lavoratori incatenati davanti al Torrione …noi siamo e saremo sempre solidali con tutti i lavoratori e con le forme di protesta portate avanti in nome del lavoro, purché pacifiche  … tra l’altro è comprensibile che dopo 2 anni di incertezze la preoccupazione stia aumentando  … per riportare Piombino a vertenza nazionale e i piombinesi a credere che si possa ancora salvare qualcosa della nostra storia occorrera’ riprogettare l’intero territorio perché il mantra bisogna tornare a colare acciaio non sarà più sufficente .  Questo territorio necessita principalmente di lavoro,  dignità ma soprattutto di  verità.

Segreteria Uglm Livorno 

_________________________________

VAL DI CORNIA: NON LASCIAMO L’AGRICOLTURA A SECCO…

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Siccità e inquinamento sono una minaccia per il globo e lo sono soprattutto per le attività che sono a diretto contatto con la Madre Terra,come lo è l’agricoltura.Ci sono varie opzioni per far fronte a questa emergenza,che vanno dalle misure tradizionali per migliorare le infrastrutture e ridurre perdite e sprechi nel sistema di distribuzione,a innovative soluzioni per ripristinare i bacini idrici, incrementando i sistemi naturali che regolano i flussi dell’acqua piovana e l’alimentazione delle falde acquifere, e migliorando il monitoraggio di tutto il sistema idrico. Lo scopo è di allontanarsi dai soliti approcci e di creare dei sistemi in grado di fronteggiare meglio shock, situazioni di stress e incertezza.

C’è bisogno di un cambiamento: politica e società civile dovranno,per il futuro,abbracciare un nuovo paradigma di gestione delle risorse idriche,basato su principi di sostenibilità,inclusione e resilienza.Ogni piccolo mondo contadino che vive e fatica,oggi si trova nella Val Di Cornia a dover fronteggiare una carenza idrica che mette a repentaglio le coltivazioni ed il lavoro di mesi,rischiando il collasso della categoria stessa.La crisi idrica è grave,da una prima disamina sulle condizioni di approvvigionamento delle riserve presenti nella nostra zona,si evidenzia una situazione di estrema preoccupazione circa la capacità di affrontare la stagione estiva alle porte.Ma non deve essere dimenticato che l’acqua è essenziale per mantenere in vita sistemi agricoli senza i quali è a rischio la sopravvivenza del territorio e la competitività dell’intero settore alimentare.Occorrono interventi di manutenzione,risparmio,recupero e riciclaggio delle acque.Il M5S Campiglia Marittima ha presentato una mozione che discuterà nel prossimo consiglio comunale elaborata e redatta insieme a Nicola Ceravolo consigliere sorveglianza ASA e Mario Gottini consigliere comunale 5 Stelle di Piombino e membro del comitato dell’acqua pubblica nell’evento di mercoledì 15 Giugno a Venturina Terme in riguardo alla riqualificazione dell’acquedotto Cornia industriale per promuovere l’utilizzo della risorsa idrica a scopo agricolo.L’acquedotto Cornia Industriale costato oltre 9 milioni di euro,costruito per ridurre l’utilizzo industriale delle acque di falda e per favorire la qualità delle acque di balneazione azzerando gli scarichi delle acque reflue,fattura volumi al di sotto della programmazione per causa della crisi aziendale della AFERPI.

Considerato che le acque fornite attualmente dal suddetto acquedotto non sono idonee allo scopo agricolo, richiedendo il rispetto del DM n185/2003.Riteniamo che non sia ulteriormente rinviabile la progettazione di soluzioni tecniche per l’emergenza idrica delle aziende agricole nel nostro territorio, costruendo un acquedotto che porti le risorse idriche nell’entroterra della Val di Cornia. Un investimento che darebbe senso ai 9 milioni di euro spesi in precedenza e renderebbe utile un opera oggi in disuso.

M5S Campiglia Marittima

Daniele Fioretti
Chesi Cristina

_______________________________________

GRIECO A LIVORNO: “FARE SISTEMA, ATTENTI A TERRITORI ED IMPRESE”

FIRENZE – “E’ prioritario fare sistema, costruire reti solide per dare risposte alla fragilità e alla frammentazione sociale. La Regione cerca di favorire alleanze tra scuola e lavoro affinché si affronti il cambiamento in atto partendo dal reale fabbisogno formativo delle imprese. Abbiamo la priorità di essere facilitatori per mettere sempre più in relazione la scuola con le imprese, per realizzare una programmazione coerente, seria e attenta ai territori e alle loro potenzialità e vocazioni”.

E’ questo uno dei punti centrali dell’intervento che l’assessore regionale all’istruzione, formazione e lavoro, Cristina Grieco, ha tenuto oggi pomeriggio a Livorno presso la Camera di commercio della Maremma e del Tirreno nel corso della presentazione di “Sviluppo di un territorio”, il rapporto sull’economia locale, nel corso di un’iniziativa che è stata conclusa dal viceministro dell’economia, Enrico Morando.

Ne è emerso un rapporto che presenta un territorio (quello di Livorno e di Grosseto) con 77.178 imprese e che raggruppa 48 comuni con 560 mila residenti (ben il 15% della popolazione toscana) e 200 chilometri di costa. Tra le ombre un elevato invecchiamento della popolazione con forti ripercussioni sul welfare, tra le luci le quattro filiere che caratterizzano il territorio: agricoltura, manifatturiero, turismo e economia del mare.

“Un rapporto – secondo l’assessore Grieco – completo e ben fatto, utile per fornire un visione prospettica del mercato a noi che abbiamo messo in campo interventi per favorire la formazione manageriale, il passaggio generazionale, l’auto imprenditorialità, anche attraverso strumenti finalizzati a dare forza alle imprese”.

______________________________

AREA LIVORNESE: UNA CABINA DI REGIA PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI

FIRENZE – Una cabina di regia in grado di garantire la formazione, armonizzando le esigenze delle imprese con le competenze dei lavoratori. Sarà istituita entro un mese e si occuperà dell’area livornese, ovvero di quella compresa nei comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo.

La decisione è stata presa questa mattina nel corso della riunione che l’assessore regionale alla formazione e lavoro, Cristina Grieco, ha tenuto a Livorno presso il Centro per l’impiego, presente il consigliere del presidente Rossi per i problemi del lavoro, Gianfranco Simoncini, con le organizzazioni sindacali.

Gli interventi, finanziati dalla Regione Toscana, prevedono percorsi variegati finalizzati al reinserimento lavorativo di coloro che sono rimasti senza occupazione. Le azioni formative potranno essere svolte direttamente in azienda, o esternamente e in collaborazione con i centri per l’impiego.

Sarà compito della cabina di regia adottare la maggiore flessibilità possibile così da venire incontro alle più diverse esigenze di imprese e lavoratori.

____________________________

LUNEDÌ 19 GIUGNO UFFICI COMUNALI CHIUSI

Lunedì 19  giugno 2017 tutti gli uffici comunali di Campiglia Marittima e ovviamente anche quelli della delegazione di Venturina Terme, rimarranno chiusi al pubblico per lo svolgimento di un corso di aggiornamento obbligatorio del personale sulla sicurezza sul lavoro. L’amministrazione comunale ha avvisato i cittadini anche attraverso il sito web istituzionale scusandosi per il disagio e informando che il giorno successivo di apertura sarà martedì 20 giugno dalle 10.00 alle 12.00.

_____________________________

SICCITA’: IL COMUNE VIETA L’USO DELL’ACQUA PER SCOPI DIVERSI DA QUELLO POTABILE

A causa della grave emergenza idrica dovuta all’eccezionale siccità del periodo, con l’ordinanza n.80 del 14 giugno 2017 è stata disposta la cessazione con decorrenza immediata e fino al 31 ottobre 2017 di qualunque utilizzo idrico diverso da quello potabile per l’acqua erogata da allacciamenti ad uso domestico in tutto il territorio di Campiglia Marittima.

L’ordinanza integrale è scaricabile dal portale internet del Comune di Campiglia al seguente indirizzo: http://www.comune.campigliamarittima.li.it/archivio6_notizie_12_1387.html

_________________________________

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.6.2017. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 22 giorni, 7 ore, 7 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it