NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 27 DICEMBRE 2016

PIOMBINO: CAMPING CIG, «TEMPO SCADUTO PER IL TFR»

Riceviamo e pubblichiamo sulla spinosa vicenda del TFR dei lavoratori EX Lucchini.

«Piombino diciottesimo mese dell’ Era Cevital. Non c’è altro tempo da perdere per il TFR dei lavoratori Ex Lucchini S.p.A. in As e Lucchini Servizi S.r.l in AS.  Alla luce del risultato della prima udienza del ricorso di riassunzione, presentato dall’ avvocatura dello stato per danno ambientale presso il tribunale di Livorno,  con l’aggiornamento della seconda udienza fissata ai primi di marzo p.v. (che sta bloccando l’erogazione ai lavoratori  del TFR inserito al passivo di Lucchini S.p.A. ), i Sindacati  intraprendano subito   la strada dell’ utilizzo del fondo di garanzia INPS per l’erogazione del TFR  ai sensi della legge 297 del 29.05.1982 art.1 e art 2  e del dlgs 08.07.1999 , n.270 art. 102,   poiché  come si evince dall’ accordo sindacale  del 3 giugno 2015, sottoscritto dalle parti,  (ex art 47 comma 4 bis della legge 29 dicembre 1990 n.428),  il TFR medesimo non rientra nell’ articolo 2112 del codice civile  e quindi  c’è soluzione (interruzione)  di continuità per quanto lo concerne . I Sindacati stessi devono assistere i lavoratori in questo percorso facendosi carico di tutti gli adempimenti necessari amministrativi e legali se necessario, nonché pressando sul Governo, per una  veloce soluzione della questione, come  da noi, più volte sollecitato .

Il ricorso in Cassazione  per  la  causa per danno ambientale intentata dal ministero dell’Ambiente alla Lucchini in amministrazione straordinaria e quello successivo   di riassunzione dell’ avvocatura dello Stato,  dimostra  il contrario di ciò che aveva dichiarato l’ex sottosegretario all’Ambiente Silvia Velo in data 23 giugno 2015 e precisamente  «L’azione dell’Avvocatura dello Stato, era un atto dovuto . Quel che è certo è che  i soldi non ce li devono rimettere i lavoratori, ma questo atto non influirà comunque sui loro diritti».

Di certo invece vi è che per il ricorso sopra citato, la tempistica occorrente perché si giunga a sentenza definitiva  dilaterà non di poco i tempi per poter svincolare e liquidare il TFR ai lavoratori ed alle loro famiglie, i quali, invece, ne hanno bisogno immediato e non possono aspettare oltre, dopo anni di sacrifici, rinunce e diritti negati».

Coordinamento art. 1 – Camping CIG

______________________________

PARCHI VAL DI CORNIA: GLI APPUNTAMENTI DI CAPIDANNO

Il parco archeologico di Baratti e Populonia (Necropoli), il Parco archeo-minerario di San Silvestro (tour delle miniere) e il museo archeologico di Piombino  fino al 30 dicembre e dal 3 all’8 gennaio saranno aperti tutti i giorni con orario 10-17.

Durante questo periodo, oltre alle visite e alle aperture straordinarie, parchi e musei propongono un molti appuntamenti per grandi e bambini, trasformandosi in laboratori per la realizzazione di addobbi e decori e in luoghi per riscoprire giochi, racconti e storie natalizie. Il primo mercoledì 28 dicembre alle 15: si inizia a respirare l’atmosfera del Capodanno e si gioca al Museo archeologico di Piombino con una speciale Tombola dei Miti.

Venerdì 30 dicembre dalle 10.30 alle 16.30 al Parco archeo-minerario di San Silvestro laboratorio per realizzare un particolare e unico portafortuna per l’anno nuovo. Al museo archeologico di Piombino il 4 e 5 gennaio alle 15 e la mattina del 6 gennaio alle 10.30, appuntamento con le letture della Befana realizzato in collaborazione con la Biblioteca di Piombino e con il gruppo lettori volontari di «Nati per Leggere» .

Domenica 8 gennaio alle 10.30 le letture si spostano al Parco archeo-minerario di San Silvestro.

Qui l’appuntamento è con «Storie proprio così. Il gatto che se ne andava tutto solo», a cura di Valentina Fabiani. L’evento, consigliato per i bambini da 5 a 10 anni, è realizzato con la collaborazione della Biblioteca dei Ragazzi «Il palazzo dei racconti», Sefi e Comune di Campiglia.

_________________________________

VENTURINA: RACCOLTI 10 MILA EURO PER NORCIA

La consulta  del sociale ha donato dieci mila euro (i fondi raccolti) ai terremotati di Norcia. E’ stata un successo di pubblico, la 11° edizione della festa della consulta che si è svolta nella Ztl di Venturina Terme. Titolo dell’evento, che era stato appositamente programmato nella giornata nazionale di Telethon era «Insieme sotto l’Albero… con Telethon!»

LA GIORNATA dedicata in modo speciale a Telethon non ha però trascurato di dare un ulteriore contributo alle zone terremotate del centro Italia, che ha visto raggiungere sul conto corrente aperto dalla Croce Rossa di Venturina Terme, la somma di 10.000 euro che andranno, come concordato tra Amministrazione comunale e associazioni, al comune di Norcia. L’impegno per le zone colpite dal terremoto del centro Italia si riconosce sotto lo slogan «E’ l’ora della solidarietà, diamo cuore alle popolazioni colpite dal sisma». Dopo una serie di valutazioni sull’andamento delle donazioni, anche a livello locale, il Comune di Campiglia e le associazioni aderenti hanno concordato di destinare quanto raccolto al comune di Norcia, pesantemente danneggiato, che comprende anche il piccolo e famoso centro di Castelluccio, anch’esso purtroppo distrutto.

Il sindaco Rossana Soffritti si è messa in contatto telefonico con il sindaco Nicola Alemanno e con l’assessore alle politiche sociali esprimendo innanzi tutto la solidarietà personale e di tutta la comunità per quella popolazione così martoriata che è in procinto di affrontare un lungo inverno con forti disagi. La telefonata è stata accolta dal comune umbro con tanto calore e in questi giorni i due enti torneranno a contattarsi per la scelta di un progetto su cui convogliare le risorse raccolte nel comune di Campiglia.

_______________________________

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.12.2016. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 14 giorni, 22 ore, 57 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it