FOLLONICA: “CINEMA E ACCIAIO”, IN UN FILM CENTO ANNI DI INDUSTRIA SIDERURGICA

un momento della colata negli anni ’60

Follonica (GR) – La terza iniziativa degli “Incontri d’autunno” frutto della collaborazione tra Irta Leonardo e Magma Follonica è “Cinema e Acciaio”, filmato di montaggio e narrazione sulla siderurgia in Italia, in programma venerdì 16 dicembre, alle 17, presso la Sala Tirreno di Follonica in via Bicocchi 53.

Il filmato è stato prodotto da Lanfranco Stefanelli, con il montaggio di Antonio Loiero e la voce narrante di Nicoletta Furiati. L’unione di estratti cinematografici, aziendali e documentaristici, ha creato un racconto che percorre cento anni di industria siderurgica in Italia. Il filmato cattura frammenti video di memoria e narrazione cinematografica per portare chi lo vede all’interno di un viaggio nel tempo, che raccoglie le trasformazioni dell’industria siderurgica in un secolo, con le sue tracce sociali, produttive, ambientali. Dagli anni Venti al giorno d’oggi la fabbrica parla per immagini raccontando una storia in profonda mutazione.

Dalla speranza per il progresso industriale e la modernità del film di Walter Ruttmann, al progresso a tutti i costi di “Pianeta Acciaio”, con gli ulivi secolari sradicati per costruire l’Italsider di Taranto, a Pier Paolo Pasolini e ai suoi filmati nell’accieria di Bagnoli. Le proteste operaie, le agitazioni sindacali,  e poi gli anni Ottanta, l’inizio della decadenza produttiva, le dismissioni, la disoccupazione, la questione ambientale che prende sempre più spazio nell’agenda pubblica cercando un futuro più sostenibile. Cento anni di industria in Italia, cento anni di lavoro, di lotta e poi di un vuoto da ricostruire, una memoria che rimane sulla terra e tra i lavoratori, una memoria che si trasforma, in un viaggio dentro la fabbrica e dentro la sua natura più ancestrale.

Lanfranco Stefanelli si laurea a Siena in Lettere Moderne ad indirizzo Cinema e ha all’attivo la produzione di numerosi cortometraggi e videoclip tra i quali citiamo nel 2003 uno spot per l’ADMO (Associazione donatori midollo osseo), nel 2009 la direzione di un corso di regia per i ragazzi delle scuole medie di Follonica finalizzato alla creazione di un documentario sulla Festa della Toscana e sempre nel 2009 la regia per il videoclip “Non ci sono più parcheggi” del cantautore Emanuele Bocci con Paolo Ruffini nella parte del protagonista. “La trincea” è il suo primo cortometraggio, vincitore del secondo premio della giuria al Festival “A corto di pace” di Pavullo nel Frignano 2010 e del primo premio del pubblico. Autore del docufilm con gli occhi di Stefano (2014) ha diretto due videoclip dal titolo “Free” per il dj Alex Vanni (2013), e “La mia clique” per il duo rap Hexproff (2015).

Info: MAGMA Comprensorio Ilva – tel: 0566.59243 – 0566.59027

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 14.12.2016. Registrato sotto cultura, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 30 giorni, 1 ora, 35 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it