AFERPI: ASSEMBLEE SU SLITTAMENTO INCONTRO AL MISE E MANCATO TFR

Un momento di un'assemblea Lucchini

Un momento di un’assemblea Lucchini

Piombino (LI) – La situazione continua ad essere preoccupante per l’azienda siderurgica della città, perché oltre a tutte le incertezze su come realizzare i tre progetti in cui è diviso il progetto Aferpi, ed in particolare il mistero dell’Agro industriale, senza contare il rischio di vedersi rinviare il TFR per l’ennesima volta da parte dei lavoratori di Lucchini Servizi a causa della mancanza di liquidità dell’azienda.

Inoltre non è ancora stata ufficializzata dall’azienda  la data dell’incontro al ministero dello Sviluppo economico sul piano industriale che Roma ha indicato tra il 26 e 28 di questo mese.

Il sindacato, sempre più preoccupato, ha chiesto un incontro con il proprietario di Cevital Issad Rebrab, atteso a Piombino in questi giorni, affinché lui  faccia chiarezza sulla situazione di stallo,  e spiegare alla città come e se sarà realizzato realmente il progetto  Aferpi a Piombino.

Fim, Fiom e Uilm, martedì hanno nuovamente  incontrato il commissario straordinario Piero Nardi per le questioni procedurali legate all’avvio della liquidazione Lucchini, e hanno convocato per giovedì e venerdì alcune assemblee dei lavoratori in cui si discuterà delle questioni legate al pagamento del Tfr, che sembra a rischio per i lavoratori di Lucchini Servizi,  e del prossimo incontro al Mise.

Giovedì quindi assemblee sui tre turni per chi è dentro lo stabilimento, mentre per gli altri l’appuntamento è dalle 15 alle 16,30 presso il Centro giovani della città. Venerdì invece l’assemblea è prevista dalle 10,30 alle 12 sempre presso i locali del Centro giovani.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.10.2016. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 20 giorni, 12 ore, 57 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it