PIOMBINO: IL 17 OTTOBRE NUOVO INCONTRO PER CAPIRE LA “VARIANTE AFERPI”

discarica-li53-lucchiniPiombino (LI) – Cresce il movimento intorno all’iniziativa lanciata da un gruppo di cittadini e dalle associazioni Comitato antinquinamento; Coordinamento art.1-Camping CIG; Lavoro salute dignità; Legambiente; Restiamo umani; Ruggero Toffolutti contro le morti sul lavoro per spiegare quali sono i punti deboli della nuova “Variante Aferpi” che il comune andrà ad approvare entro la fine del mese. Una variante che distruggerà l’area umida del Quagliodromo e cambierà il percorso della futura SS398 facendola passare nuovamente sotto le finestre della gente, nonostante questa fosse stata approvata nel 2013 dalla precedente giunta parallela alla ferrovia. Leggiamo insieme integralmente il comunicato.

«Il successo di partecipazione dell’assemblea pubblica – inizia il comunicato – organizzata lo scorso 7 ottobre al Centro Giovani da associazioni e cittadini, per discutere del tracciato della strada SS 398 e dell’occupazione del Quagliodromo da parte della futura ferrovia privata AFERPI, ha dimostrato che ormai un gran numero di cittadini ha a cuore il futuro della città.

Del resto le ultime dichiarazioni del direttivo del Pd riguardo al piano industriale di AFERPI non rassicurano a sufficienza, perché se da una parte si dice di voler vigilare strettamente su di esso, dall’altra assistiamo ad un’accelerazione delle procedure formali per l’approvazione del piano, peraltro senza assoggettarlo a Valutazione di Impatto Ambientale e senza alcun reale confronto coi cittadini.

il numeroso pubblico in sala  il 7 ottobre (premi per ingrandire)

il numeroso pubblico in sala il 7 ottobre (premi per ingrandire)

La stessa interrogazione parlamentare dello scorso 13 ottobre ha messo in luce quale distanza ci sia tra gli intenti dichiarati dal Governo  e dalle Istituzioni locali e il reale piano industriale: dimezzamento occupazionale, assenza di bonifiche e quindi sicurezza ambientale e lavorativa, a fronte di un’occupazione di nuovo suolo di alto pregio naturalistico (il Quagliodromo), richiesta di modifica del tracciato della SS 398, già approvato dalla precedente Giunta, a discapito della città e complicando la logistica del traffico verso il porto. Difesa dell’ambiente, del territorio e dell’occupazione in Val di Cornia sono inscindibili.

Per questo – concludono gli organizzatori – lunedì prossimo 17 ottobre alle ore 21.00 nella sala del Perticale (via Lerario) avrà luogo un altro incontro pubblico per portare avanti questi temi a favore di uno sviluppo sostenibile di Piombino».

Un gruppo di cittadini e le associazioni
Comitato antinquinamento;
Coordinamento art.1-Camping CIG;
Lavoro salute dignità;
Legambiente;
Restiamo umani;
Ruggero Toffolutti contro le morti sul lavoro 

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.10.2016. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 18 giorni, 5 ore, 31 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it