IL 4 OTTOBRE ARRIVA IL DIBATTITO SU QUAGLIODROMO E SS398

la pianta del progetto Cevital di occupazione del Quagliodromo

la pianta del progetto Cevital di occupazione del Quagliodromo (premi per ingrandire)

Piombino (LI) – Cresce il malcontento fra la popolazione per le nuove scelte dell’ammiistrazione comunale che, accogliendo di fatto il Masterplan Aferpi, vuole trasformare il Quagliodromo in area siderurgica, e spostare il percorso della SS398, già approvato dalla precedente giunta Anselmi (che correva lungo la costa), spostando il tracciato sul confine esterno della città e passando sotto le finestre del Cotone-Poggetto, e in Via della Resistenza, Via Cavallotti, Via Pisacane e Via Pisa.

Riportiamo integralmente il comunicato inviatoci dalle associazioni Comitato antinquinamento; Coordinamento art.1-Camping CIG; Lavoro salute dignità; Legambiente; Restiamo umani; Ruggero Toffolutti contro le morti sul lavoro e molti cittadini che hano presentato le osservazioni alla non assoggettabilità alla VIA su SS398 e Quagliodromo, di presentazione per l’incontro che si terrà MARTEDI PROSSIMO 4 ottobre alle ore 16, presso il Centro Giovani di Piombino in Via della Resistenza 4.

________________________

«E’ stato positivamente firmato l’accordo per i contratti di solidarietà. Tuttavia, Cevital-Aferpi finora non ha davvero mostrato di essere affidabile, nel rispetto dei suoi impegni nei confronti dei lavoratori, dei sindacati, delle amministrazioni pubbliche. Però pretende di occupare l’intera area naturalistica del Quagliodromo, alle spalle della spiaggia, con una linea ferroviaria che in realtà gli serve per appropriarsi di altre aree prossime al porto, principale obbiettivo del suo arrivo a Piombino: altro che acciaio…

Invece, è perfettamente possibile costruire una ferrovia di servizio alla nuova acciaieria elettrica in maniera molto meno invasiva.

Aferpi pretende poi di far passare la strada 398 sotto le finestre delle famiglie del Cotone-Poggetto, di via Pisa e via Cavallotti, la quale corre a poche centinaia di metri da via Torino e dalle scuole di piazza Dante. Senza contare che via Pisacane sarebbe imbottigliata dal traffico.

Invece, la 398 deve seguire il tracciato lontano dalle abitazioni, tanto più praticabile adesso che le aree interessate non saranno più aree industriali attive.

Però, l’Amministrazione comunale di Piombino vuole fare approvare nei prossimi giorni al Consiglio comunale una Variante urbanistica, che dice di sì alle pretese di Aferpi.

Non siamo d’accordo. In questo modo, l’Amministrazione comunale si mostra debole con Aferpi. Questo atteggiamento subalterno indebolisce le ragioni di lavoratori e popolazioni e prepara un ulteriore cedimento della Regione Toscana, in sede di Valutazione di Impatto Ambientale dei progetti Aferpi, VIA che l’azienda pretende di evitare. Invece, la VIA è indispensabile pure allo scopo di tutelare la salute degli addetti allo stabilimento.

Altre scelte sono possibili e preferibili e servono a far vivere meglio gli abitanti di Piombino, senza sbarrare la strada alla creazione di posti di lavoro anche in settori diversi dall’industria, peraltro tuttora sospesa alla scarsa affidabilità della stessa azienda: nella migliore, auspicabile ipotesi, comunque la siderurgia non occuperà più la quantità di lavoratori di un tempo.

Affermiamo infine che, per rispetto delle generazioni future, perfino qualora le scelte migliori dovessero risultare più costose – cosa che andrebbe dimostrata carte alla mano –  quelle sono le scelte da compiere, al pari delle indispensabili bonifiche e dei posti di lavoro ad esse collegati.

Di tutto questo si discuterà nell’incontro pubblico, organizzato per MARTEDI PROSSIMO 4 ottobre alle 16, presso il Centro Giovani di Piombino (via della Resistenza 4), dalle associazioni: Comitato antinquinamento; Coordinamento art.1-Camping CIG; Lavoro salute dignità; Legambiente; Restiamo umani; Ruggero Toffolutti contro le morti sul lavoro.

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 30.9.2016. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

4 Commenti per “IL 4 OTTOBRE ARRIVA IL DIBATTITO SU QUAGLIODROMO E SS398”

  1. Paolo Gianardi

    Le associazioni promotrici dell’incontro pubblico, in calendario martedì prossimo, 4 ottobre, si scusano con il Gruppo di cittadini, che ha condiviso queste posizioni e il comune positivo impegno: nella concitazione, abbiamo involontariamente dimenticato di inserire il Gruppo tra i firmatari del comunicato riportato dal Corriere etrusco, che ringraziamo una volta di più della puntuale attenzione.

  2. Ciuco nero

    Quelli del poggeto cotone si lamentano.. Fino a 3 anni fa avevanoo cokeria a 50 metri che gli regalava amoniaca tutti giorni e andava bene. Ora una strada (che già c’è) in quella zona non la vogliono.

  3. Luca

    Maledetta legge del meno peggio… ma quando i piombinesi smettono di ragionare così? Siccome prima respiravano ammoniaca ora va bene respirare monossido di carbonio e altri veleni prodotti dallo spolverino di una superstrada sotto le finestre di casa… e tanto posto dove farla passare non ce l’hanno. Ma perché questa giunta non ci spiega perché hanno buttato nel cesso il progetto anselmi del 2013?

    http://www.comune.piombino.li.it/archivio15_notizie-e-comunicati_0_3551_645_1.html

    http://www.comune.piombino.li.it/pagina196_la-ss-398-ed-il-porto-i-progetti.html

  4. Ciuco nero

    @luca ma la strada la hanno anche ora!!! Anzi ne hanno 2 wuella lungo il murales e l altra dove si formano le code in estate. Ora perché qualcuno gli dice passerà di qui una strada si lamentano!!! Mi sa tanto che qualcuno stia fomentando gente x interesse personale. Che poi ci sia spazio per passare da tutt altra parte sono d accordo con te.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    29 mesi, 9 giorni, 12 ore, 37 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it