GIULIANI: «SULLA 398 IL COMUNE IMPEGNATO DA ANNI OLTRE LE SUE COMPETENZE»

Massimo Giuliani

Massimo Giuliani

Piombino (LI) – Il sindaco Massimo Giuliani risponde alle critiche alle sollecitazioni mosse sulla stampa sui ritardi nella realizzazione della 398. “Sulla 398 l’amministrazione comunale  ha sempre fatto  tutto il possibile, anche oltre le sue competenze” commenta il sindaco. Tutto vero, ma Giuliani ha mai pensato di valutare l’ipotesi proposta dal Corriere Etrusco ormai più di cinque anni fa della realizzazione, anche solamente come strada bianca, della Poggio ai Venti-San Rocco (vedi il link), strada invece la cui realizzazione è alla portata di una amministrazione comunale?

“L’ultimo tragico incidente purtroppo mette in evidenza un problema cruciale che questa amministrazione e quella del sindaco Anselmi di cui facevo parte come assessore non hanno mai sottovalutato – afferma il sindaco Giuliani – Anzi, ben consapevoli della strategicità di questa infrastruttura per lo sviluppo del territorio e del porto, la  realizzazione della 398 è sempre stata  al centro dell’impegno profuso negli anni passati anche dal sindaco Anselmi  e al centro dei molti accordi, proposte e progetti concordati con il governo e con la Regione. La sua mancata realizzazione sino ad  oggi non è imputabile alla  volontà o allo scarso impegno delle delle amministrazioni locali.

Voglio ricordare a questo proposito l’Accordo di Programma Quadro per gli interventi di infrastrutturazione, riqualificazione ambientale e reindustralizzazione dell’area portuale di Piombino sottoscritto nell’aprile del 2013, siglato con i ministeri delle infrastrutture e trasporti,  dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare,  dello Sviluppo economico, dell’economia e delle finanze, Regione Toscana, Provincia di Livorno, e  Autorità Portuale, che, oltre a contenere gli impegni finanziari  per l’ampliamento del porto e delle bonifiche, contemplava anche la realizzazione del 2° lotto della 398 fino al porto. L’Accordo di programma siglato nell’aprile del 2014 ribadiva questo impegno da parte del Governo e di Anas..

Purtroppo le vicende successive che hanno riguardato la realizzazione dell’Autostrada Tirrenica, di cui la 398 era considerata parte integrante, hanno completamente cambiato il quadro delle previsioni della legge e dei successivi accordi di programma, non prevedendo più il ruolo attivo della Sat per la realizzazione dell’opera.. A questo punto abbiamo dovuto intraprendere un nuovo percorso, rivedendo  rapidamente l’accordo di programma del 2014, con l’obiettivo di individuare senza indugi chi e con quali risorse realizzare la strada, tenendo conto anche della disponibilità dell’Autorità portuale a recepire il vecchio progetto come stazione appaltante.

L’ultima riunione che si è tenuta a Roma presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti alla fine di aprile, alla quale hanno partecipato il vice ministro Riccardo Nencini, il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, il sindaco di Piombino, alcuni rappresentanti dell’Autorità Portuale di Piombino e Anas, è stata incentrata proprio su questo.

In questo incontro è stato definito il nuovo processo attuativo per il primo lotto “Svincolo di Geodetica – Gagno” che prevede il trasferimento del progetto ad Anas per la sua revisione, e risorse da destinare a questo intervento si stimano attorno ai 50 milioni di Euro. Da parte del ministero delle infrastrutture e della presidenza del Consiglio dei ministri c’è l’impegno a trovare le risorse necessarie secondo quanto verrà definito dalla revisione di Anas.

“Abbiamo fortemente a cuore la realizzazione di questa strada – conclude il sindaco – e per questo continueremo a batterci e a proporre soluzioni, come è stato fatto in precedenza, per risolvere concretamente un problema ultradecennale per questa città e che, ad oggi, è ancora più necessario nell’ottica dei nuovi sviluppi industriali e per lo sviluppo dell’intero territorio”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.7.2016. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 18 giorni, 15 ore, 26 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it