UNPLI TOSCANA: GIANNARELLI RICONFERMATO PRESIDENTE REGIONALE

Mauro Giannarelli, Lorena Raspanti, Luca Parrini

Mauro Giannarelli, Lorena Raspanti, Luca Parrini

Mauro Giannarelli, Lorena Raspanti, Luca Parrini

San Vincenzo alle Torri (FI) – Si è tenuta domenica 12 giugno l’assemblea elettiva per il rinnovo delle cariche dell’UNPLI Toscana (Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia). Un assemblea molto partecipata che ha visto molte riconferme e qualche novità. Tra le prime anche quella del nostro Direttore Giuseppe Trinchini riconfermato tra i cinque proboviri votati domenica scorsa dall’assemblea regionale delle Pro Loco della Toscana.

Per quanto riguarda i consiglieri dell’associazione regionale, questi sono composti per statuto dai presidenti eletti nelle assemblee provinciali, che sono stati ratificati il 12 Giugno scorso  dall’Assemblea Regionale.

Le nomine sono le seguenti: Siena ha rinnovato domenica 17 aprile e confermato Chiti Alessandro; Firenze ha rinnovato domenica 8 maggio e confermato Parrini Luca; Massa Carrara ha rinnovato venerdì 6 maggio e confermato Poleschi Giovanni Junior; Arezzo ha rinnovato domenica 22 maggio e confermato Polverini Bruno; Grosseto ha rinnovato sabato 28 maggio e nominato Fabiani Massimo; Livorno ha rinnovato sabato 28 maggio e confermato Creatini Roberto; Prato ha rinnovato sabato 28 maggio e confermato Cerretani Germano; Pisa ha rinnovato domenica 29 maggio e confermato Meini Renzo; Lucca ha rinnovato martedì 31 maggio e confermato Zinzio Massimo.

Manca all’appello il Comitato Provinciale di Pistoia, la cui assemblea elettiva delle Pro Locosarà convocata nella prima riunione utile del Comitato Regionale (dovrebbe da indiscrezioni aver luogo sabato 9 luglio, ndr.).
Riconfermato anche il presidente Regionale Mauro Giannarelli, candidato unico, premiato per l’impegno tenuto per l’associazione nell’ultimo quadriennio, e sostenuto da ben otto direttivi provinciali.

Per quanto riguarda i revisori dei conti ed i probiviri regionali, gli eletti sono i seguenti:

Collegio Revisori Dei Conti: Dolfi Enzo, Ciarniello Pier Luigi, Cominazzi Antonio, Vannini Luca, Marcuccetti Marco.

Collegio Dei Probiviri : Villani Costanza, Landi Marco, Fanfani Niccolò, Fabbri Giorgio, Trinchini Giuseppe.

pubblico unpli giannarelli

I presidenti e delegati delle Pro Loco in sala

E’ degna di nota anche la lettera dell’assessore regionale alle Attività Produttive, Commercio e Turismo Stefano Ciuoffo, che, pur non potendo essere presente per precedenti impegni istituzionali, ha inviato un interessante documento che è stato letto dal Presidente Mauro Giannarelli, il quale anticipa alcune novità della legge regionale sul turismo che sarà approvata dalla giunta entro la fine di luglio di quest’anno.

Una novità importante chela Regione vuole introdurre riguarda i servizi di informazione e accoglienza turistica a carattere locale che nelle loro intenzioni possano essere affidati in via diretta alle Pro Loco, qualora si iscrivano all’Albo delle Associazioni di promozione sociale.
Vedremo a breve altre novità, e al termine di questo articolo vi proponiamo la lettera integrale dell’assessore Ciuoffo.

_____________________________

Caro Presidente,

l'assessore regionale Stefano Ciuoffo

l’assessore regionale Stefano Ciuoffo

Non potendo essere presente è con piacere che invio questo mio saluto alla vostra assemblea, importante momento di confronto tra rappresentanti di quelle tante realtà che compongono la nostra identità popolare, storica, culturale, ambientale, turistica e sociale, sparse per la Toscana. Rendendola viva.

Assemblea che sento anche mia in quanto sono stato presidente della Proloco di Montepiano, essendo io originario di Vernio, per l’esattezza, dal 1977 al 1992 per contribuire da parte mia alla valorizzazione e riscoperta di ciò che mi circondava. A ventisette anni ho sentito miei quei valori che sono propri di chi si impegna in una Pro Loco, cioè il custodire la nostra storia e mantenere viva la propria comunità coinvolgendo, sollecitando e facendosi sollecitare da e con iniziative che fanno delle Pro Loco dei veri e propri presidi sociali di un territorio, delle “sentinelle” diffuse.

Per questo è per me un onore in questa nuova veste che ora ricopro portarvi un saluto istituzionale, dando testimonianza del valore che portare. Da parte mia l’attenzione per questo mondo non verrà mai meno.

Come sapete le Pro Loco sono disciplinate da norme nazionali ma quasi tutte le Regioni già dagli anni ’70 hanno disciplinato le Pro Loco istituendo gli albi regionali o provinciali e regolamentando le modalità di istituzione e tenuta dei medesimi.

In questi mesi per le Pro Loco toscane sono in atto delle novità in quanto la legge regionale 42 del 2000 che disciplinava il settore del Turismo nel suo complesso e quindi anche questo mondo è in fase di riscrittura totale ed è già stata recentemente modificata dalla legge regionale 25/2016 per il riordino delle funzioni provinciali in materia di turismo, a seguito del superamento dell’ente Provincia.

Con tale modifica, ad esempio, le funzioni in materia di istituzione e tenuta dell’albo delle Associazioni Pro Loco, esercitate dalle Province fino al 31 dicembre 2015, sono oggi esercitate dai Comuni capoluogo di provincia o dalla Città metropolitana di Firenze, sulla base della rispettiva competenza territoriale.

In considerazione del fatto che stiamo predisponendo il Nuovo testo unico in materia di turismo, vista l’occasione, provo a condividere con voi alcune ipotesi di modifica della normativa per il vostro settore. Ipotesi che saranno portate dalla Giunta al consiglio regionale per provare a approvare il nuovo quadro normativo entro l’estate.

Pensiamo di prevedere delle condizioni per il riconoscimento delle Associazioni Pro-loco, mentre le modalità e le procedure per il medesimo saranno rimandate al regolamento successivo. Condizioni che saranno sostanzialmente due. Una è che lo statuto dell’associazione dovrà sancire un ordinamento interno a base democratica ed un’organizzazione funzionale conforme alle norme del libro I Titolo II del Codice civile e l’altra sul fatto che le entrate per le quote associative e per contributi vari di enti, associazioni e privati nonché le eventuali altre entrate derivanti dallo svolgimento di attività attinenti ai compiti delle Pro-loco, dovranno essere adeguate al perseguimento delle finalità statutarie dell’ente.

Più specificatamente alla delega del turismo, già adesso l’articolo 22 della 42/2000 prevede il riconoscimento delle Pro Loco “quali strumenti di promozione dell’accoglienza turistica” e il loro ruolo di collaborazione con gli enti locali per realizzare iniziative idonee a favorire la conoscenza, la tutela e la valorizzazione delle risorse turistiche locali, la promozione del patrimonio artistico e delle tradizioni e cultura locali, a migliorare le condizioni di soggiorno dei turisti nonché la gestione del servizio di informazione e accoglienza turistica eventualmente affidati. Una novità importante che vorremmo introdurre riguarda i servizi di informazione e accoglienza turistica a carattere locale che nelle nostre intenzioni vorremmo possano essere affidati in via diretta alle Pro Loco, qualora si iscrivano all’Albo delle Associazioni di promozione sociale (A.P.S). In caso contrario tali servizi potranno essere comunque loro affidati nel rispetto della disciplina dettata dal Codice dei contratti pubblici.

Penso che coinvolgere soggetti capillarmente integrati e diffusi sul territorio, animati da profondi conoscitori della nostra storia e dei nostri tesori da riscoprire e valorizzare sia un modo per renderli sempre più protagonisti anche a contatto con il turista che arriva per la prima volta in un posto. Il tratto popolare e autentico delle proloco aggiunge valore all’esperienza del viaggio del turista.

Per questo penso che possano essere ancora molti i contributi che possano dare alla società le Proloco e questo percorso sarò lieto di farlo al vostro fianco.

Un augurio di buon lavoro a tutti,
Firenze, 10 giugno 2015

Stefano Ciuoffo
Assessore Attività Produttive, Commercio e Turismo

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.6.2016. Registrato sotto Foto, sociale, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    41 mesi, 1 giorno, 6 ore, 0 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it