VAL DI CORNIA: 1° MAGGIO, IL LAVORO, IL SINDACATO E AFERPI

primo-maggioVal di Cornia – Riceviamo e pubblichiamo una serie di comunicati inerenti la festa del 1° maggio e i commenti politici all’attualità e questa festa legati.

_____________________

PRC E SEL: UN PRIMO MAGGIO… SI’ MA CON I LAVORATORI

Il Primo Maggio è, per noi, una Festa piena di significati che riporta alla memoria di diritti conquistati dal movimento dei lavoratori in tutto il mondo. In molti paesi, ancora oggi, è proibito festeggiare e i cittadini, sfidando la repressione dei governi, scendono comunque in piazza per la conquista dei diritti del lavoro e la liberta’.

A Piombino e in Val di Cornia la festa assumerebbe, nel bel mezzo della vertenza industriale piu’ grande della Toscana, un significato ancora piu’ particolare per la difesa del lavoro e dei diritti in un’area che, ad ora,ancora è priva di certezze nonostante la firma dell’accordo.

La manifestazione organizzata dal sindacato a Venturina non risponde a questa esigenza ,marcata, come è, dalla presenza sul palco e dal comizio conclusivo ingombranti dell’on Velo Sottosegretario del governo Renzi. Far parlare, e addirittura concludere il 1 Maggio da un’autorevole esponente del PD e del governo contraddice le ragioni della manifestazione e introduce una contraddizione pesante e un elemento divisivo nel Sindacato. La prima considerazione è che la deputata ha votato tutti i provvedimenti che mirano a parcellizzare e distruggere il movimento dei lavoratori in Italia, a cominciare dal Job Act.

La seconda è che un esponente del governo è una controparte nella contrattazione per esempio del pubblico impiego.

La terza è che si tratta di una deputata del PD e cio’ fa insinuare il dubbio che il sindacato abdichi alla propria autonomia instaurando, a Piombino e in Val di Cornia una stagione di collateralismo con un Partito.

Questo atto appare grave soprattutto per la CGIL che è impegnata in una raccolta di firme contro le leggi del governo Renzi e che si è opposta sia alla legge Fornero che al Job Act. Ci chiediamo che senso abbia questa partecipazione alla vigilia di due importanti scioperi di categoria per il rinnovo dei contratti tra cui quello del pubblico impiego, vacante da 10 anni, e che vede proprio il Governo e l’on. Sottosegretaria Velo come controparte

Un sospetto sorge spontaneo: che nella CGIL di Piombino e della Val di Cornia si voglia contestare la linea nazionale della Confederazione e della stessa Segretaria Generale Camusso dando vita a una corrente renziana ed eterodiretta dal PD nel Sindacato.

Federazione PRC Piombino Val di Cornia Elba
SEL Val di Cornia

________________________________

M5S: AFERPI, BASTA CON IL TIFO DA STADIO

Non possiamo che essere soddisfatti dell’avvenuta firma. Adesso però, occorre mettere freno a facili entusiasmi. Questo è solo l’inizio di un travagliato percorso destinato a durare ancora molti anni e che non potrà non risentire del pesante ritardo accumulato.

Adesso occorre vigilare su molti aspetti a partire da contenuto e tempistiche del contratto stesso ( che ci auguriamo sarà reso pubblico celermente ), per passare ad altri temi indirettamente correlati come lo sviluppo delle aree portuali, la 398 e la demolizione della ex area a caldo. Particolare attenzione dovrà essere riservata al prolungamento degli ammortizzatori sociali ed alla messa in sicurezza di tutti i lavoratori dell’indotto esclusi da ogni tutela. Ancora molti aspetti devono essere chiariti, abbassare la guardia o, ancor peggio, lasciarsi andare ad un becero e chiassoso festeggiamento è pericoloso quanto inopportuno.

E’ stato fatto solo il primo passo e continueremo a vigilare affinché l’inerzia di questo atto porti ad un’accelerazione dell’iter. Per qualcuno questo atteggiamento è etichettabile come “gufare”, ma per noi vuol dire semplicemente avere a cuore il futuro dei propri concittadini, prima ancora che della propria parte politica.

MoVimento 5 Stelle Piombino

____________________

ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO…

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 30.4.2016. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 19 giorni, 17 ore, 48 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it