ESCE UN FRANCOBOLLO DEDICATO ALLA DOCG SUVERETO

uva_montalcinoSuvereto (LI) – E’ scattato il conto alla rovescia per l’apertura dei battenti della 50.ma edizione di Vinitaly a Verona. Il ministero dello sviluppo economico (MISE)  emettera’ l’11 aprile prossimo ben 15 francobolli centrati sul vino come prodotto di punta del made in Italy , e la  DOCG Suvereto  comparirà su un francobollo da 0,95 euro che sarà emesso in 800mila pezzi sul territorio nazionale.

L’emissione filatelica del francobollo speciale del DOCG Suvereto è una dedica alle eccellenze italiane. Il francobollo raffigura un’immagine dei vigneti del territorio e un grappolo di uva  in rappresentanza della denominazione di questo vino dalla grande personalità. La serie dei valori postali dedicati a ciascuna delle 73 Denominazioni di Origine Controllate e Garantite (DOCG) esistenti in Italia, avviata nel 2012,  e’ così completata.

“Questo francobollo – commenta orgoglioso il sindaco di Suvereto, Giuliano Parodi – riconosce la DOCG Suvereto come eccellenza italiana, vini ed aziende che insieme raccontano il territorio e che nei prossimi giorni saranno protagoniste a Vinitaly, la grande fiera del vino. Se diamo uno sguardo ai dati relativi alla superficie vitata dell’intera Val di Cornia si raggiungono agilmente i 600 ha, (con Suvereto che supera i 300 ha)  come Castagneto Carducci, con un potenziale di 6 milioni di bottiglie. Per questo e’ importante ragionare insieme di politiche agricole per aggredire i mercati in maniera efficace.”

“Questa  Amministrazione” continua l’assessore all’agricoltura del comune di Suvereto Jessica Pasquini e vice coordinatore regionale dell’Associazione “Citta’ del Vino” “vuole dare un accelerata a questo importante comparto produttivo. Seguendo gli input che abbiamo appreso direttamente all’Expo di Milano, per la prima volta nel nostro comune verra’ istituita la “Consulta del Vino” : organismo istituzionale a costo zero che raccoglie rappresentanti delle aziende, giornalisti di genere e professionisti del settore vino. Un luogo d’incontro dove elaborare strategie vincenti per la promozione e la valorizzazione dei nostri vini e delle nostre Aziende.”

“Molto lavoro e’ gia’ stato fatto” conclude il Sindaco” negli anni passati dalle aziende e dal comune di Suvereto, ancora tanto ne resta. Il vino, come l’olio e le altre tipicita’ del nostro Borgo sono eccellenze che vanno valorizzate, tutelate e promosse nei mercati nazionali ed internazionali, perche’ in un mondo globalizzato e’ fondamentale distinguersi attraverso prodotti unici. Il turismo eno-gastronomico e’ in tred positivo da anni, per questo dobbiamo investirci e crederci. Ecco il vero motore per il rilancio e lo sviluppo dell’economia della nostra Valle”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.4.2016. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “ESCE UN FRANCOBOLLO DEDICATO ALLA DOCG SUVERETO”

  1. Ciuco nero

    Sempre buone notizie da Suvereto. Sarà un caso ?? Unico comune in val di cornia dove non governa il PD ….

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 20 giorni, 15 ore, 21 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it