ANSELMI REPLICA A PASQUINI, LE LISTE CIVICHE INSORGONO

anselmi 2016Venturina (LI) – Gianni Anselmi replica alle critiche del vicesindaco di Suvereto Jessica Pasquini che aveva messo in evidenza, come in occasione dell’incontro sull’agricoltura organizzato dalla Regione in Val di Cornia, non era stato invitato il Comune di Suvereto. La risposta ha fatto andare su tutte le furie le liste civiche della Val di Cornia che ricordano che sempre più spesso in questo territorio non si capisce dove finisce il partito e dove iniziano le istituzioni repubblicane.
____________________
ANSELMI: POLEMICHE IMMOTIVATE E MISERE
«Le polemiche immotivate e francamente misere sollevate sull’iniziativa da chi mi si dice essere il vicesindaco del Comune di Suvereto, e di cui leggo con discutibile evidenza sulla stampa locale, non saprei dire se siano più speciose o irrilevanti, ma propenderei per la seconda opzione».Evidentemente la frattura tra il Comune di Suvereto guidato dalla lista civica Assemblea Popolare e la Regione a maggioranza Pd, non sembra destinata a esaurirsi. Eppure Suvereto rappresenta un territorio importante per l’agricoltura della Val di Cornia. Anselmi, comunque, messa da parte la vena polemica fornisce anche un’altra spiegazione al mancato invito al Comune di Suvereto.«Le iniziative, relative alla visita dell’assessore regionale Marco Remaschi e della commissione regionale sviluppo – afferma Anselmi – hanno avuto taglio istituzionale ed erano rivolte alle associazioni di settore e agli operatori, su materie che dopo il riordino sono di esclusiva competenza regionale. Sono state coinvolte le amministrazioni ospitanti: Piombino, Campiglia, Castagneto Carducci, che ringrazio per l’ospitalità e la presenza».

____________________________

CONSIDERIAMO LE PAROLE DEL CONSIGLIERE REGIONALE ANSELMI GRAVISSIME

«Come già abbiamo denunciato più volte – iniziano le liste civiche – nella nostra zona è in atto da tempo un pericoloso sistema di governare: che identifica le istituzioni come riunioni di partito anziché luogo dove si applica la democrazia; questo è un atteggiamento grave, è una patologia degenerativa dei sistemi democratici, ben nota nella storia,  anche italiana….

Se la Regione Toscana organizza un incontro sull’agricoltura in Val di Cornia deve coinvolgere tutti i soggetti interessati del territorio, a prescindere dal colore politico, e il Comune di Suvereto, con le sue eccellenze dei vini e delle altre colture, non può essere escluso.

Se l’incontro è stato organizzato dal rappresentante di zona Anselmi è grave che non sia stata richiesta la partecipazione a Suvereto, sintomo di una visione partitica delle istituzioni dove si è voluto punire chi non rappresenta il partito PD. Questo è evidente anche dalle affermazioni inammissibili e irriguardose usate per definire le parole dell’assessore, nonché vice Sindaco, di Suvereto, inaccettabili per chiunque men che meno da una figura istituzionale eletta.

Infine sarebbe interessante sapere, visto che oggi Anselmi si fa portatore degli interessi dell’agricoltura: quali e quanti sono gli atti sottoscritti da Anselmi quando era Sindaco di Piombino, citi  tra gli infiniti accordi sottoscritti con Ministeri e Regione, quelli nei quali compaiono politiche e risorse a sostegno dello sviluppo rurale del suo Comune e della Val di Cornia.

Il messaggio mandato nemmeno troppo velatamente agli operatori del settore è fin troppo chiaro: votando al di fuori del PD, non si conta, non si esiste.

Diritto di cittadinanza sulla base dell’adesione ad un partito. Nulla di nuovo, purtroppo – conclude il comunicato – nel cursus honorum del consigliere regionale».

Liste Civiche,
Comune dei Cittadini Campiglia marittima,
Un’altra Piombino
Assemblea San Vincenzina
Assemblea popolare Suvereto

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.2.2016. Registrato sotto Foto, politica, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

3 Commenti per “ANSELMI REPLICA A PASQUINI, LE LISTE CIVICHE INSORGONO”

  1. Ciuco nero

    Questo è il modo di far politica nel PD. Non sei con loro? La pensi diversamente? Bene, allora sei visto come un estremista come un pericolo,come un nemico pubblico e sei tagliato fuori da tutto.questa è la democrazia del PD …questa è un nuovo modo di dittatura rivista e corretta,questo è il PD in toscana.continuate a votarli mi raccomandò.

  2. Sergio Tognarelli

    “«Come già abbiamo denunciato più volte – iniziano le liste civiche – nella nostra zona È IN ATTO DA TEMPO un pericoloso sistema di governare: che identifica le istituzioni come riunioni di partito anziché luogo dove si applica la democrazia; questo è un atteggiamento grave…”
    E’ IN ATTO DA TEMPO ??? SEMPRE ESISTITO DIREI !!!

  3. Sergio Tognarelli

    ” votando al di fuori del PD, non si conta, non si esiste.” eh si, cosa risaputa è !

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 26 giorni, 4 ore, 14 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it