AFERPI: REBRAB HA INCONTRATO IL MINISTRO GUIDI E ROSSI

Issad Rebrab

Issad Rebrab

Roma – Il ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi ha incontrato oggi il presidente della Cevital e della Aferpi Issad Rebrab allo scopo di acquisire informazioni dirette sul piano di rilancio del sito di Piombino. All’incontro, sollecitato dallo stesso ministro, era presente anche il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

Nel corso dell’incontro, sottolinea il Mise in una nota, Rebrab ha illustrato la situazione finanziaria e produttiva delle attività siderurgiche del sito nonché le prospettive delle attività diversificate previste dal piano industriale della società. E’ stato compiuto un esame molto approfondito della situazione che ha consentito al ministro Guidi di acquisire l’impegno della proprietà a sostenere il fabbisogno finanziario di Aferpi sia per le attività correnti sia per gli investimenti. Gli impegni presi consentono di prevedere la continuità produttiva e l’avvio degli investimenti per la nuova acciaieria e i nuovi impianti di laminazione.

Guidi ha sottolineato la sua preoccupazione per lo slittamento dei tempi previsti dal piano e ha sollecitato il presidente di Aferpi affinché venga accelerata in ogni modo la tempistica degli investimenti anche al fine di evitare conseguenze sul piano occupazionale.

Rebrab ha ribadito l’impegno della società a realizzare il piano di smantellamento delle vecchie attività del sito ed il conseguente avvio dell’attività logistica prevista dal piano.

Guidi si è detta soddisfatta per gli impegni presi dal presidente della Cevital e continuerà a monitorare da vicino l’evolversi del piano ritenendo che lo sviluppo di Piombino rappresenti un’importante occasione di sviluppo economico e industriale per tutto il Paese.

Altro articolo sull’argomento.

______________________________

ROSSI SU AFERPI: “NÉ DEBITI NÉ PROBLEMI FINANZIARI: CONFERMO LA MIA FIDUCIA”

Enrico Rossi insieme a Issad Rebrab

Enrico Rossi insieme a Issad Rebrab

ROMA – “L’incontro è stato positivo, Rebrab ha confermato cose importanti per l’immediato e per il futuro”. Queste le parole a caldo del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, al termine dell’incontro sul rilancio delle acciaierie ex-Lucchini che si è svolto oggi a Roma. Al tavolo del ministro Federica Guidi, oltre al presidente della Toscana, erano presenti il numero uno di Cevital, Issad Rebrab e l’ad di Aferpi Fausto Azzi.

“Nell’immediato – ha detto Rossi – si chiarisce che Aferpi non ha debiti né problemi finanziari per la prosecuzione dell’attività. Questo fa giustizia di tante affermazioni, timori e preoccupazioni che abbiamo sentito dire”. “Per quanto riguarda la realizzazione del forno elettrico – ha continuato – Aferpi conferma la volontà di realizzarlo quanto prima, scegliendo tra le tre proposte che sono state presentate quella più adeguata alla realtà di Piombino”. Infine Rossi ha ringraziato Issad Rebrab per il suo impegno: “Confermo la mia fiducia sulla serietà e sulla credibilità di questo imprenditore con cui credo la Toscana potrà farà grandi cose per il suo futuro”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.2.2016. Registrato sotto Economia, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 22 giorni, 3 ore, 30 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it