NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 16 FEBBRAIO 2016

PIOMBINO: IL 25 FEBBRAIO L’OSSERVATORIO PER LA CONTINUITA’ TERRITORIALE

E’ stato convocato a Piombino, dall’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, l’incontro dell’Osservatorio sulla Continuità Territoriale dell’Arcipelago Toscano, per fare il punto su tutte le vicende attinenti alla continuità territoriale sia marittima che aerea con lo scopo di garantire servizi di mobilità che non penalizzino cittadini residenti nelle zone insulari.

«La popolazione elbana – commenta il consigliere regionale Anselmi –  aveva da tempo sollecitato e posto con forza il problema della riattivazione del tavolo, che rischiava di arenarsi con il superamento delle province, per affrontare i disagi causati da orari, coincidenze, tempi di effettuazione delle corse. Del resto, proprio il maltempo dei giorni scorsi testimonia i rischi e i gravi problemi di isolamento che si vivono sull’isola.

Per l’arcipelago toscano, il diritto alla continuità territoriale per studenti, lavoratori e pendolari, quale elemento di uguaglianza sostanziale dei cittadini e di coesione economica e sociale, da perseguire con il sistema aeroportuale oltre che marittimo, deve esser un tema centrale nel collegamento, che vogliamo sempre più stretto, fra il territorio e Regione».

_______________________________

CAMPIGLIA M.MA: RIPARTENZA PER IL PROGETTO BUON FINE

Riparte oggi martedì 15 febbraio, con Avis come capofila e il sostegno della consulta del sociale il servizio per le famiglie in difficoltà progetto “Buon fine”. Un progetto per la raccolta, gestione e distribuzione di generi alimentari e di prima necessità, sul quale il Comune conta molto e che da diversi anni permette di dare un piccolo, ma importante contributo teso a mitigare il disagio di numerose persone, aggravato negli ultimi anni anche dalla profonda crisi, dalle mutate condizioni economiche e di qualità della vita.

Sono circa 20 le famiglie, quasi 90 le persone, che utilizzano il servizio tra Venturina Terme e Campiglia M.ma. “Un ringraziamento all’Auser e a tutti i volontari che per anni hanno garantito continuità a questo importante progetto – ha dichiarato l’assessora alle politiche sociali Alberta Ticciati – e un grazie a chi oggi raccoglie il testimone per portare avanti il servizio”. Dopo lo stop avvenuto circa un mese fa del progetto Buon fine, non stabilito né causato dall’Amministrazione Comunale ma sopravvenuto per problemi diversi, il Comune ha cercato nel più breve tempo possibile di riattivare il servizio, cercando di coadiuvare le associazioni del sociale senza intervenire ed interferire con la loro autonomia, attivandosi in modo congiunto e condiviso per trovare una soluzione. “Il servizio è ripartito e si espleterà inizialmente il martedì ed il venerdì nei locali di Spazio H, a Venturina Terme, in via dell’Unità. L’organizzazione, così come il luogo della distribuzione – spiega Ticciati – sono provvisorie e il Servizio Sociale, il Comune e le Associazioni daranno tempestiva comunicazione di eventuali cambiamenti”.

Per chi volesse contattare l’Avis può farlo sia per email campigliamarittima.comunale@avis.it, sia telefonicamente al numero 0565 852123. Sono ben accetti nuovi volontari che intendano sostenere il progetto con la loro attività che si svolgerà il martedì e il venerdì dalle 19.30 alle 21.00 circa, sia tutte le persone che vorranno aderire donando generi alimentari a lunga conservazione da distribuire in aggiunta a quelli già raccolti con la convenzione Unicoop Tirreno. La raccolta avviene settimanalmente e durante la giornata del banco alimentare in calendario il 19 marzo; collaborano al progetto Terre dell’Etruria, il panificio Acquafresca e altri esercenti presenti sul territorio, con possibilità di ampliare la raccolta, compatibilmente con le forze disponibili, anche ad altri soggetti.

_______________________________

NUOVI APPUNTAMENTI DI SEI TOSCANA SULLA GESTIONE RIFIUTI

Dopo quelli effettuati nei comuni di Piombino, Campiglia e Suvereto le scorse settimane si avvia alla conclusione il ciclo di incontri pubblici organizzati dalle varie amministrazioni comunali assieme a SEI Toscana.  Con Castagneto Carducci, San Vincenzo e Sassetta, saranno così raggiunti tutti i comuni che da qualche mese ricadono nel bacino dell’ATO Toscana Sud.

Per SEI Toscana questi incontri rappresentano una prima occasione per dialogare con i cittadini, e per presentarsi in qualità di nuovo gestore del servizio, nonché illustrare quelle che saranno le prossime azioni che verranno intraprese sul territorio livornese e gli obiettivi prefissati: 70% di raccolta differenziata, promozione della riduzione dei rifiuti ed estensione dei servizi domiciliari sono gli obiettivi primari che SEI intende raggiungere.

Di questi obiettivi, delle azioni che saranno intraprese sul territorio e di altri aspetti del servizio, si parlerà nella prossima data mercoledì 17 FEBBRAIO. Alle ore 18 a Donoratico presso la sala conferenze del Centro Diurno, alla presenza della Sindaca Sandra Scarpellini e della Giunta Comunale. Alle ore 21 sarà la volta di San Vincenzo presso la sala consiliare all’interno della Torre, dove si parlerà della gestione dei rifiuti anche per il comune di Sassetta. Per SEI Toscana confermate le presenze dell’Ad Eros Organni, del direttore tecnico Sergio Trucco e del responsabile provinciale Giuseppe Tabani.

“Con l’ingresso di Sei Toscana nella gestione dei rifiuti nel nostro territorio – ha dichiarato il Sindaco di San Vincenzo Alessandro Bandini –  ci aspettiamo che  il servizio sia il più efficiente possibile e che possa andare incontro alle necessità dei cittadini di San Vincenzo e dei turisti che frequentano la nostra cittadina. Vorremmo, inoltre, portare a livelli elevati la raccolta differenziata e sviluppare altri servizi che possano rispondere alle esigenze di tutta la comunità.”

Per il sindaco di Sassetta, Luciano Cencioni, “è importante che vi siano momenti come questi, grazie ai quali poter mettere in contatto i cittadini con chi gestisce il servizio, nell’ottica di una proficua collaborazione per raggiungere obiettivi rilevanti in termini di efficienza ed efficacia dei servizi.”

__________________________

IACCHETTI E COVATTA DUE “MATTI DA SLEGARE” AL METROPOLITAN

Piombino (LI) – Una coppia imperdibile arriva al Metropolitan mercoledì 17 febbraio alle 21,15. Enzo Iacchetti e Giobbe Covatta, diretti da Gioele Dix, sono i protagonisti di “Matti da slegare”, in programma mercoledì 17 febbraio alle 21,15 nell’ambito della stagione di prosa promossa dal Comune di Piombino e Fondazione Toscana Spettacolo onlus.

Tratto dalla commedia Elling & Kjell Bjarne del norvegese Axel Hellstenius, lo spettacolo racconta il percorso tortuoso, complicato ed esaltante che condurrà due “matti” a slegarsi dai fantasmi piccoli e grandi che li hanno resi infelici per gran parte della loro vita. Dopo parecchi anni vissuti in una struttura psichiatrica protetta dove sono diventati amici inseparabili, Elia e Gianni vengono mandati dal sistema sanitario a vivere da soli in un appartamento nel centro della città. Si tratta di un esperimento e di una prova molto importante per loro. Una storia di vita, di amicizia, passioni e dolori senza retorica né patetismi.

Info: www.comune.piombino.li.it; teatro Metropolitan 0565 30385; uffici cultura del Comune: 0565 63296

_________________________

MENINGITE: ARRIVATI 150.000 VACCINI, IN DISTRIBUZIONE NELLE ASL

FIRENZE – Sono arrivate stamani nei magazzini dell’Estar (Ente di supporto tecnico amministrativo regionale) 150.000 dosi di vaccino antimeningococco C tetravalente (contro i ceppi A, C, Y, W). Dal pomeriggio comincerà la distribuzione alle Asl, secondo il programma pianificato in base alle richieste delle stesse Asl: 75.000 vaccini verranno consegnati oggi pomeriggio stesso, gli altri nei prossimi giorni. E per mercoledì è programmato l’arrivo, sempre all’Estar, di altre 200.000 dosi: 100.000 di vaccino tetravalente e 100.000 di monovalente (C). In questa settimana saranno dunque 350.000 le dosi di vaccino che verranno distribuite alle Asl toscane. Continua intanto il lavoro di Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, per reperire sul mercato altre quantità di vaccini, come concordato nell’incontro al ministero di martedì scorso.

E domani andrà in giunta la delibera che estende la vaccinazione gratuita a tutta la popolazione della Asl Toscana centro (province di Firenze, Prato e Pistoia) e riduce il ticket per gli over 45 nelle altre due Asl, nord ovest e sud est.

_________________________

M5S, RIFIUTI “FALLIMENTARE MODELLO ATO SUD, PD LO ESPORTA A BENEFICIO DI CHI?”

Pisa 15 febbraio 2016. “Il pesante clima istituzionale che si respira a Pisa passa anche dal disegno regionale sulla gestione dei rifiuti, un disegno fallimentare che noi rigettiamo a tutti i livelli istituzionali perché non rispetta gli obiettivi nazionali ed europei, non genera posti di lavoro e crea danni ambientali e sanitari” così i Consiglieri regionali M5S Giacomo Giannarelli e Irene Galletti e la capogruppo M5S a Pisa Elisabetta Zuccaro in conferenza stampa.

“La legge italiana fissava per il 2012 l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata (RD) e la direttiva UE chiede il 70% di riciclo dei rifiuti entro il 2020. In Toscana siamo a un dato medio RD da ultimi della classe, 45%, e il modello che il PD pretende di esportare in tutte le aree nord e centro è quello di ATO Sud dove l’Agenzia Regionale Recupero Risorse ci dice che la raccolta differenziata è addirittura del 36,4%” ha precisato Giannarelli.

“Dobbiamo risolvere illegittimità e conflitti di interesse legati alla gestione dei rifiuti – ha aggiunto Giannarelli – chi cura la raccolta dei rifiuti deve essere soggetto diverso da chi li smaltisce e la comunità scientifica locale deve fornire il suo contributo terzo, tagliando ogni filo con la politica. In questo senso rivolgiamo un appello a Marco Frei, Amministratore Unico di Reti Ambiente spa e direttore scientifico del master Waste Management del Sant’Anna. Ci chiediamo perché questo master, co-finanziato da Geofor spa, continui ad ignorare le evidenze scientifiche legate all’approccio Rifiuti Zero, sposando invece la causa dell’incenerimento” ha concluso il Cinque Stelle.

“Pisa è settima nella triste classifica delle città con gli aumenti più alti dell’imposta sui rifiuti, più 60% in cinque anni – ha aggiunto Irene Galletti – e a fronte di ciò continua ad avere delle performance insufficienti. Questo a fronte di esempi virtuosi in Italia e all’estero che potrebbero semplicemente essere copiati. I rifiuti sono una risorsa, come dice l’Unione Europea, e anche la ritrosia dei cittadini a processi virtuosi come il porta a porta nascono dall’assenza di una efficace comunicazione dei gestori. Queste pratiche vanno spiegate con incontri pubblici nei quartieri, accompagnate da un progressivo riconoscimento di maggior decoro cittadino e valorizzate con la tariffa puntuale: meno rifiuti gettati meno spesa” ha concluso la consigliera regionale M5S.

“Non ci spaventano le minacce di querela di Geofor – ha precisato Elisabetta Zuccaro – perché siamo abituati a studiare molto prima di parlare e a citare le fonti. Geofor è stata conferita al gestore unico, RetiAmbiente spa, con dei revisori dei conti comunali che hanno scritto nero su bianco di “non disporre della documentazione necessaria” per valutare la liquidazione dei soci privati. E lo stesso presidente della società in commissione bilancio precisò in un documento agli atti che questa aveva accumulato crediti di difficile esigibilità, dei quali 14 milioni posti già a bilancio come persi. I cittadini pisani sappiano che l’aumento dell’imposta era il modo di ripianare questo buco nel processo di riscossione dei crediti”.

“Col balletto delle perizie su Geofor spa, la differenza di 5 milioni tra la prima e la seconda ha fatto guadagnare i soci privati, a spese del pubblico che ha visto il suo patrimonio perdere liquidità. Inoltre le modalità di liquidazione hanno determinato l’ingresso della compagine pisana nel nuovo gestore unico dei rifiuti con un peso specifico quasi dimezzato rispetto alle attese” ha concluso la capogruppo M5S nel comune di Pisa.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.2.2016. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 18 giorni, 7 ore, 43 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it