È NATO IL COMITATO SALVIAMO LA COSTITUZIONE

costituzione_italianaVal di Cornia (LI) – Una quarantina di promotori, residenti nei vari comuni del comprensorio, hanno dato vita al Comitato Val di Cornia “Salviamo la Costituzione” con l’obiettivo di informare i cittadini e sostenere il NO nel referendum costituzionale a cui saremo chiamati nel prossimo autunno. La riunione fondativa si è svolta a Suvereto alla presenza del sindaco Giuliano Parodi.

Il Comitato, aperto e inclusivo di tutti coloro che si riconoscono nei valori costituzionali, ha eletto come proprio coordinatore il prof. Rossano Pazzagli e si propone di organizzare iniziative pubbliche e attività di comunicazione per difendere la Costituzione, i suoi principi e l’assetto dello Stato democratico in essa stabilito: “Siamo in tanti a pensare – ha detto Pazzagli – che le modifiche volute dall’asse Renzi-Boschi-Verdini e approvate dalla maggioranza siano uno stravolgimento della Costituzione, con il rafforzamento del potere esecutivo e l’indebolimento del ruolo del Parlamento, delle regioni e degli enti locali, prefigurando di fatto un passaggio dalla democrazia all’oligarchia. Secondo questa riforma i cittadini conteranno sempre meno e lo Stato sarà sempre di più nelle mani dei poteri forti.”

Tra le prime azioni un seminario informativo a Piombino, il collegamento con il Coordinamento nazionale per la democrazia costituzionale, iniziative capillari in tutti i comuni e l’apertura di una pagina facebook: www.facebook.com/Salviamo-la-Costituzione-Val-di-Cornia-588717541280373/

Questi i nomi dei 40 promotori: Pazzagli Rossano, Bardini Stefania, Donnoli Simone, Grilli Adeanna, Valentini Mario, Salini Liliana, Bassoni Aldo, Biagini Maria Cristina, Giannoni Luciano, Lecchini Giovannoni Simona, Cambi Dario, Camerini Alessandro, Salvadori Giulia, Scaringi Vincenzo, Bertelli Pino, Bezzini Carla, Presenti Luciano, Acerbi Emiliano, Pappalardo Francesco, Riccucci Marina, Callaioli Fabrizio, Conflitti Mauro, Bartalini Cinzia, Mischi Fabio, Pasquini Jessica Gianardi Paolo, Ricciardi Michelino, Cerbai Mauro, Baldassarri Fabio, Franceschi Simona, Toninelli Marco, Martelloni Stefania, Brizzi Massimo, Bartalini Cinzia, Niccolini Roberto, Benifei Ilio, Catapano Laura, Parenti Claudio, Vichi Lucia, Chioini Enzo, Checcoli Torrino, Tafi Dario.

Ora tutti possono aderire – singoli cittadini, associazioni, partiti – scrivendo a salvarelacostituzione@gmail.com. Sono già arrivate le adesioni di Un’Altra Piombino, Partito dei Comunisti Italiani, ANPI di Suvereto.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.2.2016. Registrato sotto cultura, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 26 giorni, 7 ore, 9 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it