E SE FOSSE L’UOMO LA PRIMA VITTIMA DEL FEMMINICIDIO?

Sestilio Bani

Sestilio Bani

l’autore Sestilio Bani

Piombino (LI) – A pochi giorni dalla giornata internazionale contro la violenza sulle donne, esce un nuovo libro di Sestilio Bani intitolato “Tante mogli… sono la radice del male nel mondo” (Edizioni Bancarella) che prova a presentare l’altra faccia di questa dolorosa medaglia.

Secondo l’autore, matrimoni, divorzi e separazioni, sono all’ordine del giorno, non solo per la facilità con cui ci si sposa e ci si separa, ma anche per le terribili conseguenze a volte violente che salgono agli onori della cronaca.

«Allora si grida al femminicidio, si accusano gli uomini di violenze gratuite senza considerare che nella realtà sono loro in maggioranza le prime vittime».

Ed è questo che spiega Bani, nel suo libro inchiesta, frutto di decenni di ricerche e di raccolta di storie che usa a sostegno della sua teoria.

Nel testo viene sfatato il luogo comune che la donna è la prima vittima e viene evidenziato invece che è l’uomo che è gravato di tutte le nefaste conseguenze di relazioni nate male, e in più contro di lui si accanisce anche la legge, fatta per difendere indiscriminatamente solo la donna.

Bani lancia un allarme e due inviti: il primo alle donne a meditare maggiormente sulle prprie azioni, scegliendo l’amore e non altro; e il secondo ai legislatori affinché la nostra legge si adegui a quella della maggior parte dei paesi, dove gli uomini e le donne sono considerati davvero uguali, onde eliminare una delle cause principali dei femminicidi.

Il libro può essere acquistato in libreria al prezzo di 10 euro. Ean 978-88-6615-009-1. Internet: www.bancarellaweb.eu

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.12.2015. Registrato sotto cultura, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “E SE FOSSE L’UOMO LA PRIMA VITTIMA DEL FEMMINICIDIO?”

  1. Nexus

    Ha ragione l’autore del libro, infatti il “femminicidio” è una bufala creata da lobby femministe non solo europee inoltre certa politica ci sguazza con queste assurdità. Sono dati raccolti a caso senza alcun fondamento perché quando ad essere criminale è la donna, i legislatori spesso fanno finta di nulla.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 19 giorni, 20 ore, 31 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it