PIOMBINO: M5S, «UN SUICIDIO DARE LE CONCESSIONI PORTUALI AD AFERPI SENZA GARANZIE»

Daniele Pasquinelli candidato sindaco M5S Piombino

Daniele Pasquinelli candidato sindaco M5S Piombinoferpi

Piombino (LI) – Riceviamo un comunicato del Movimento 5 Stelle di Piombino sulla vicenda Aferpi e sullo sviluppo della siderurgia.

«Ormai la vicenda AFERPI è arrivata al punto di non ritorno. L’unica cosa che non può più essere accettata è aspettare fiduciosi il corso degli eventi. Ora occorre pretendere delle sicurezze partendo da un’analisi il più obiettiva possibile della situazione attuale. AFERPI non è né un demone da scacciare, né un’ associazione filantropica, ma un’ impresa che ha legittimamente acquistato quella che fino ad oggi è stata la principale fonte di occupazione sul nostro territorio.

Come ogni azienda, AFERPI valuta il proprio investimento in base alla capacità di produrre profitto ed al tempo di rientro dell’investimento stesso. Ad oggi l’unico investimento fatto risultano essere i 5 milioni di euro c.a. per l’acquisto dei rami di azienda, investimento dal quale si può rientrare semplicemente vendendo parte degli impianti ancora funzionanti e non più necessari al nuovo assetto produttivo. Logico pensare che l’azienda non abbia nessuna fretta di concretizzare il piano industriale, ma che trovi più conveniente attendere gli sviluppi, anche in terra algerina, prima di avviare gli investimenti.

Dall’altra parte invece c’è un territorio che di aspettare non se lo può più permettere e che sta per essere schiacciato dalla crisi economica e sociale. Troviamo giusto in questa fase non dispensare certezze , ma porci delle domande e cercare una soluzione. Le prime domande alle quali vorremmo dare una risposta sono queste: Sarà in grado AFERPI di realizzare gli impegni presi al MISE nei tempi previsti? Il settore siderurgico, che è la prima fonte occupazionale, è prioritario rispetto a logistica ed agroalimentare? Qualora AFERPI non fosse in grado di portare a termine gli impegni presi, la nostra città sarà in grado di costruirsi sviluppi alternativi?

Ad ora l’unica leva contrattuale rimasta nelle mani della politica sono le concessioni portuali che AFERPI ( che per ora resta l’unico interlocutore) chiede per 50 anni. A nostro parere concedere gli spazi per un periodo così lungo senza garanzie concrete rappresenta un vero e proprio suicidio amministrativo. Chiediamo dunque di limitare la concessione iniziale ad un periodo non superiore a 5 anni, al termine dei quali verrà fatta una valutazione serena dello stato di attuazione del piano industriale, delle prospettive occupazionali e del rispetto dei parametri ambientali per eventuali nuove attività, come la produzione di Biodiesel.

Chiediamo per tutti i dipendenti AFERPI e Lucchini l’immediata liquidazione del TFR e di tutti i crediti inseriti nello stato passivo Lucchini. Chiediamo al governo di considerare come prioritario il reperimento dei fondi per il prolungamento della 398 fino a Poggio Batteria. Alla luce di quanto premesso il Movimento 5 Stelle Piombino aderirà alla manifestazione del 16 novembre 2015 in concomitanza con il Consiglio di Fabbrica per portare all’attenzione di tutte le istituzioni e dei cittadini presenti le proprie istanze. Invitiamo la cittadinanza a partecipare.

MOVIMENTO 5 STELLE PIOMBINO

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.11.2015. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “PIOMBINO: M5S, «UN SUICIDIO DARE LE CONCESSIONI PORTUALI AD AFERPI SENZA GARANZIE»”

  1. Ciuco nero

    Probabilmente qualcuno del PD ci mangerà sopra come sempre ….vai tranquillo che ai compagni con la poltrona gli interessa meno di niente della fine che faranno gli operai.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    12 mesi, 16 giorni, 18 ore, 42 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it