PIOMBINO: IL SINDACO GIULIANI COMMENTA LE POLEMICHE SU ASIU

Massimo Giuliani

il sindaco Massimo Giuliani

Piombino (LI) – Abbiamo intervistato lunedì 20 luglio il Sindaco di Piombino Massimo Giuliani sulle ultime polemiche avvenute dopo la nomina del nuovo Consiglio di amministrazione di ASIU a guida Caramassi.

____________________

D. Il sindaco di Suvereto Parodi dichiara che è venuto a conoscenza dei nomi solo il 15 luglio e che le decisioni sull’ASIU non sono state prese dall’assemblea dei sindaci ma in altre stanze, usando come prova la data del documento 9 luglio. Lei come replica?
R. Assolutamente NO! In assenza del CDA di ASIU, le assemblee vengono convocate dal comune di maggioranza. Era già nell’aria da circa quattro mesi la sostituzione o l’affiancamento di Fulvio Murzi, e io convocai i comuni circa cinque settimane fa il 3 giugno scorso con l’argomento società partecipate, e cambio vertici ASIU-TAP. Ho invitato tutti i comuni soci per parlarne e Parodi in quell’occasione non è venuto.

Il 3 di Luglio l’ordine del giorno era il cambio dei vertici e il sindaco di Suvereto si presenta. In quell’occasione illustro la questione SEI, visto che si era chiuso con decreto dell’ATO sud la salvaguardia dei dipendenti ASIU, dico che era giunto il momento di cambiare passo e nominare un nuovo presidente e un nuovo CDA (di cui una donna). Tratteggio la figura del presidente, e degli altri due membri. Ricevo il mandato esplorativo pieno dai sindaci per cercare le persone che rivestissero le figure cercate con l’impegno di comunicare ai sindaci i nomi 24-48 ore prima, cercando di prendere la decisione ufficiale il 9 luglio.

L’8 luglio chiamo tutti i comuni e li informo che nonostante sia stato trovato il nome, non si era trovato un accordo su alcune cose, e che quindi sarebbe stata convocata per i nomi un assemblea in data posteriore (fissata poi il 15 luglio, ndr.).

Io ovviamente con Caramassi ci avevo già parlato, ma c’erano ancora delle questioni da sciogliere, e mi sono mosso sulla base del mandato pieno a scegliere dato da tutti i sindaci, cosa che era la prima volta che accadeva da anni.

Il 14 sera l’ho chiamato al cellulare senza che rispondesse, e l’ho richiamo subito la mattina presto, dandogli il nome del presidente Caramassi senza alcuna replica. Alla riunione in assemblea Parodi si astiene dicendo che lo aveva saputo poco tempo prima e il giorno dopo, prima della conferenza stampa, Caramassi aveva richiesto la presenza di tutti i comuni, anche perché andava rivisto il documento (quello datato 9 luglio, ndr.) da tutti i sindaci per eventuali modifiche e la firma. Caramassi lo aveva preparato (e datato, ndr.) per il 9 luglio perché quella era la data iniziale fissata per la riunione.

D. Per la nomina del vice presidente Olmo invece?
R. Sulla sua nomina c’è un approfondimento, nella prima verifica non ci avevamo pensato, non credevamo che ci fosse ne un passaggio diretto da Pubblica amministrazione a Pubblica amministrazione, ne indiretto incrociato, da P.A. a Società Partecipata o da Società Partecipata a P.A.

In questo caso siamo di fronte a un incarico da Società partecipata ad ancora una Società partecipata, per cui i nostri uffici avevano letto delle cose che potevano essere circostanziate in questa roba. Ora stanno approfondendo e nel giro di pochi giorni capiremo.

D. Nell’ipotesi di incompatibilità sarà sostituito?
R. Sarà sostituito… vediamo. Sulla nomina di Olmo ci abbiamo lavorato. Per prendere certe cariche, con pochissimi soldi e con tantissime responsabilità… bisogna rendersi conto che entrare nel CDA di una società complessa, e con queste complesse questioni economico-finanziarie, e con tante cose da fare… non è facile trovare persone disposte a prenderle certe cariche. Nel giro di 24-48 ore la questione sarà approfondita.

D. E sulla questione passaggio a SEI Toscana?
R. L’accordo con SEI doveva essere operativo dall’agosto di questo anno, salvo problematiche tecniche. Sulla questione spazzamento ci sta lavorando il presidente Caramassi che ha contattato sia la SEI, che l’ATO. Ci potrebbe essere un probabile affitto di ramo d’azienda (invece di scorporo, ndr), e questo potrebbe durare da qualche mese a qualche anno.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 21.7.2015. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

8 Commenti per “PIOMBINO: IL SINDACO GIULIANI COMMENTA LE POLEMICHE SU ASIU”

  1. lino

    Di tutte le minchiate dette da Giuliani la più grossa degna di attenzione è quella che Grosseto affitta il ramo d’azienda dello spazzamento e raccolta rifiuti. Ripeto lo affitta. Cosa vuol dire affittare.E’ molto semplice . Anziché comprare la casa perché e stato accertato che vi sono sopra ipoteche pericolose , la si prende in affitto per un tempo limitato. SEI ha capito che l’ASIU è fallita e non vuole pagare i suoi creditori che fra poco si lanceranno come topi sui rifiuti.

  2. Ciuco nero

    Non è facile trovare persone per certe cariche con pochi soldi e tanta responsabilità ….eccomi vengo io.come minimo questi prendano 2500 3500 euro mese di stipendio piú …….le m….x fare cosa poi!?? 40 milioni di debito sono capace anche io a farlo.

  3. fabio

    cosa aspetta la magistratura a intervenire su una situazione come quella di asiu-tap? sorprende che un vecchio marpione come Caramassi sia caduto nella palude. Le difese dei sindaci sono solo pezze per nascondere i buchi, non sanno più come fare… ma il bubbone esploderà

  4. silvia

    Malagestione regna ovunque.
    È tutto un magna magna ovunque.
    Ma la smettiamo!!!!!!
    E poi asiu non ritira più rifiuti regolarmente.
    Risparmia?????
    D’estate passa a raccogliere la spazzatura ogni 3 o 4 gg?
    Ma stiamo di fuoriii

  5. lino

    Silvia non te la prendere perché ora il sindaco è in Russia con la squadra di nuoto e quindi è un po’ indaffarato e distratto. Dicono però quelli del PD che appena torna prenderà la situazione in mano e riuscita a tirarci fuori da queste cattive acque. Speriamo che nel frattempo l’ASIU non si sia affogato perché la cosa sarebbe di cattivo gusto. Uno non può assentarsi un pochino che un’azienda come quella degli spazzini vada sott’acqua. Via non scherziamo, facciamo le persone serie. A proposito Olmo che ha deciso resta gratis o va via con un calcio nel culo.

  6. silvia

    Bene.
    Allora vediamo cosa di meraviglioso succederà prossimamente

  7. orione

    ARISIAMO A CAROBABBO!!!dopo un asseblea che ha tenuto ieri per presentarsi ai lavoratori ha detto le stesse cose del povero murzi aggiungendo qualche cazzata nuova,preparatevi al peggio,non ci siamo assolutamente,cmq vediamo se esistono i miracoli.saluti.

  8. Oblio

    Il “sindaco” stà in russia con le russe perché ha risolto tutti i problemi del suo Comune…è il più grande!!! Che sindaco!!!!!

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 21 giorni, 15 ore, 50 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it