NOTIZIA DALLA COSTA ETRUSCA DEL 16 MAGGIO 2015

PIOMBINO: E’ MORTO WALTER PANERINI

E’ scomparso questa mattina, dopo una lunga malattia, nella sua di abitazione di Piombino Walter Panerini, esponente del mondo politico e sindacale locale.

Una vita da militante della sinistra, da Democrazia Proletaria al PCI a Rifondazione Comunista, nel 2009-2015 era stato Consigliere del Quartiere Porta a Terra Desco.
Padre di Andrea, nostro collaboratore e pastore protestante, lascia la moglie, due figli e la nipotina.
______________________

MOSCI: INTERPELLANZA SU VERDE PUBBLICO A PIOMBINO

Negli ultimi mesi si è assistito ad una sempe più carente cura del verde pubblico. I punti “strategici” della città, quei punti cioè che dovrebbero essere un occasione per rilassarsi e godere la Piombino turistica sembrano destinati ad essere lasciati a se stessi. In lungomare Marconi ormai l’erba impedisce di vedere il mare stando seduti, stessa cosa in viale del popolo dove addirittura le canne hanno raggiunto un’altezza di oltre due metri impedendo di fatto la vista del mare anche stando in piedi. La situazione non migliora fuori città dove, solo a titolo esemplificativo, nella rotonda di baratti l’erba è così alta da non permettere di vedere oltre la rotonda stessa.che dovrebbe proprio essere reinvestita nel turismo.
Questo fatto risulta molto penalizzante per il turismo perché chi vuol passare le vacanze in estate sfrutta i ponti primverili per cercare un luogo piacevole e di certo la cartolina che abbiamo mandato non darà i frutti attesi.
Ricordando che la città è stata inserita tra quelle turistiche e che, proprio per questo motivo, è stata istituita una tassa di soggiorno che dovrebbe essere reinvestita nel turismo, con la presente si chiede le motivazioni che hanno portato a tale situazione e se la situazione potrà essere recuperata in breve termine in modo da poter sfruttare al meglio le possibilità turistiche della nostra città.
Si richiede risposta scritta e orale nel prossimo consiglio

Mosci marco
Sinistra per piombino
_________________________

LETTERA APERTA AI SINDACATI CONFEDERALI E ALLE ISTITUZIONI LOCALI
Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

A seguito della presentazione del piano industriale Cevital vorremmo porre alcune domande precise alle organizzazioni sindacali e alle istituzioni locali alle quali chiediamo una risposta pubblica prima dell’incontro al MISE previsto per il 21 maggio p.v. per capire e chiarire quali siano i limiti invalicabili della trattativa.

Vi impegnate a:

1- pubblicare, appena in vostro possesso, il piano industriale nella sua interezza per permettere ai lavoratori di analizzarlo in modo approfondito?
2 .far vagliare, prima dell’ assemblea , il suddetto piano ai lavoratori con il contributo di alcuni tecnici per consentire una piena comprensione dello stesso , concedendo un tempo sufficiente per un corretto approfondimento visto che sono in ballo i destini di migliaia di famiglie e il futuro di un intero territorio.
3. non esprimere nessun giudizio al momento della presentazione del piano, che dovrà essere invece formulato solo dopo la consultazione dei lavoratori convocati in assemblea unica, sentito anche il parere dei sopramenzionati tecnici.
4. far partecipare alle assemblee i lavoratori dell’indotto, anche appartenti ad altre categorie operanti nello stabilimento, a farli valere, nella conclusione della vertenza, alla stegua dei lavoratori della Lucchini facendoli partecipare anche al referendum finale.
5. Pretendere il crono programma che sia “chiaro e verificabile” con il quale i lavoratori dovranno rientrare in fabbrica e che preveda scadenze precise degli investimenti, quantità delle risorse impegnate e date certe per il rientro in fabbrica anche per i lavoratori dell’ indotto.
7. ampliare la platea dei lavoratori che potranno godere del contratto di solidarietà e a trovare altri sostegni economici, anche tramite un accordo con gli enti locali per limitare e/o decurtare tasse e tariffe, per tutti coloro che dovranno essere collocati in cassa integrazione per alcuni anni.
Questo tipo di interventi dovra’ essere esteso anche ai lavoratori dell’ indotto e della SOL che si trovano in gravi difficoltà.
8. difendere “in toto” i contenuti degli accordi aziendali precedenti che riguardano i salari e i diritti dei lavoratori.
9. considerare imprescindibile la garanzia della continuità produttiva e il mantenimento del livello occupazionale per un periodo ben superiore a due anni sapendo che se non verrà ampliata tale scadenza i lavoratori, anche se saranno assunti formalmente a tempo indeterminato, nei fatti saranno tutti precari.
Al Sindaco chiediamo se intenda onorare l’impegno assunto in occasione dell’ assemblea pubblica del Perticale riguardante la convocazione, in seduta aperta e congiunta dei Consigli comunali della Val di Cornia così da spiegare e approfondire Le motivazioni che lo hanno spinto ad espimersi positivamente e con entusiamo sulla stampa relativamente al piano industriale di Cevital.

Firmato: Paolo Luppoli Lucchini Servizi, Daniele Lugli Lucchini Servizi, Maurizio Rossi Arcelor Mittal, Massimo Matteuzzi Lucchini Servizi, Paolo Francini Lucchini, Fabio Venturi Lucchini Servizi, Riccardo Serni Lucchini, Sandro Massai Lucchini Servizi, Maurizio Cerboneschi Lucchini Servizi, Barbara Gurieri Acli Labor, Laura Mazzola Acli Labor, Patrizia Vitiello Acli Labor, Lucia Gargiulo Elior, Cristina Ciompi Elior, Gloria Lonzi Elior, Cristina Moratto Elior, Teona Donosa Acli Labor, Daniele Giorgerini Deca, Sofia Cieslelczyk Acli Labor, Iuri Giubilato Harsco.
________________________

COPPOLA: PER LE REGIONALI SOSTENGO GIOVANNI LAMIONI

In merito a questa tornata elettorale, onde evitare fraintendimenti, è opportuno chiarire che sono impegnato al fianco del candidato alla presidenza della regione Toscana Giovanni Lamioni (candidato per la lista ‘Passione per la Toscana’ ) in alternativa alla sinistra guidata da Enrico Rossi del quale non ho mai condiviso l’azione politica.
Area popolare è parte integrante di questo percorso, anche se personalmente non vi ho aderito, poiché si tratta di una soluzione strettamente parlamentare per sostenere un governo di centrosinistra dai contorni sempre più politici e non più di ampia convergenza rispetto ai problemi reali del paese.
Per quel che mi riguarda, come ho più volte sostenuto, dovremmo uscire dall’esecutivo, e costruire un percorso in sintonia con la vocazione popolare e moderata di impronta europea in contrapposizione a quella socialista.

Auguro agli amici che hanno scelto di sostenere altre liste con la propria candidatura il massimo successo personale, auspicando di poterci incontrare nuovamente a breve in un soggetto politico a vocazione maggioritaria che unisca tutti i moderati e popolari italiani.

Luigi Coppola
________________________

SCUOLA: BRACCINI (FIOM) ‘NECESSARIA UNA MOBILITAZIONE GENERALE’

Firenze 16 maggio 2015.- La scuola può contribuire a indicare l’uscita dalla crisi. Siamo di fronte ad una crisi prima di tutto di valori e culturale, oltre che di sistema ed economica e dalla scuola dipende il futuro della ns. Società.

La scuola nel nostro paese è stata decisiva nelle fasi di svolta e di crescita dello stesso, nei momenti della ricostruzione economica e democratica post bellica. La scuola obbligatoria e unificata permise una svolta epocale nel momento in cui cercò di eliminare disuguaglianze e discriminazioni in un popolo senza adeguata istruzione e cultura.
La profondità della crisi è determinata anche dalla mancanza di intelligenza critica, dall’arretramento culturale e dall’autonomia delle classi dirigenti sempre più convinte che la soluzione sia un sistema scolastico impostato e strutturato come un’azienda privata.
Non temiamo le novità e siamo certi che la scuola vada riformata, ma nella direzione di offrire alla stessa gli strumenti per creare la struttura pensante, decisionale, libera e democratica del futuro. La scuola dovrà avere la capacità e il compito di contribuire a valorizzare cittadini liberi e autonomi, offrendo loro la possibilità di esprimere le proprie idee in una società sempre più complessa ed “avanzata” che non può però essere solo “tecnologie” e profitto. Dovrà avere il coraggio di creare menti in grado di pensare ed elaborare in maniera critica, al fine di non sostenere modelli conformisti e precostituiti.
Agire sulla scuola in un ottica di riduzione della democrazia e di un modello verticistico, significherebbe tradire lo spirito costituzionale. È per questi motivi che vanno unificate le lotte contro le inique riforme del lavoro che ledono i diritti dei lavoratori, per il diritto alla pensione e per una scuola pubblica e democratica.
Un sano conflitto democratico ed ordinato sta alla base della nostra democrazia, come Fiom non faremo mancare il nostro contributo valutando tutte le forme di mobilitazione necessarie, compreso la raccolta di firme per eventuali referendum abrogativi contro leggi ingiuste che stanno portando indietro nel tempo il paese.
Massimo Braccini
(segretario generale Fiom Cgil Toscana)
____________________________

UNA NUOVA SCUOLA A DONORATICO

Il Sindaco Sandra Scarpellini e il Vice Sindaco Corsini Miriano, hanno dato ufficialmente la notizia della realizzazione della nuova Scuola Media di Donoratico.

La nuova scuola nascerà in Via Salvo D’Acquisto, nello spazio posto subito dietro all’attuale Centro Diurno, uno spazio tra gli olivi nel rispetto dell’ambiente e in chiave ecosostenibile.
L’investimento sarà di 2,4 milioni di euro, di cui 1,9 finanziati dalla Regione Toscana, 300.000 a carico del Bilancio del Comune e 200.000 da finanziamenti di privati in particolare 100.000 euro dalla Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci e 100.000 dall’Azienda Agricola La Madonnina s.r.l.
Entro il 31 ottobre 2015 saranno aggiudicati i lavori che si concluderanno entro 360 giorni secondo le stime dello studio di architettura Colucci & Partners che ha progettato l’edificio. L’area interessata su cui sorgerà la nuova scuola è di 4000 mq, con una superficie lorda della scuola di 1500 mq. di cui 900 mq piano terra e 600 mq, piano rialzato.
Per condividere con tutti i cittadini questo importante obiettivo e soprattutto per illustrare a tutti i fruitori attuali e futuri le caratteristiche precise della nuova scuola che si va a costruire, Venerdì 22 maggio alle ore 21.00 al Cinema Ariston a Donoratico, è prevista la presentazione pubblica del progetto, alla quale l’intera Giunta Comunale invita tutti i cittadini, i docenti e tutti i genitori dei bambini delle scuole del nostro Comune a partecipare numerosi.
__________________________
GIANNARELLI (M5S) DOMANI A VIAREGGIO, GROSSETO E PISA CON PARLAMENTARI PER #FUTUROMIGLIORE TOUR

Giacomo Giannarelli, candidato portavoce presidente del Movimento 5 Stelle per la Regione Toscana, sarà domani a Viareggio (ore 11), Grosseto (16.30) e Pisa (ore 21) per incontrare la cittadinanza in Agorà – Comizi centrati sul programma elettorale.
____________________________

“GENITORI IN GIOCO” A DONORATICO IL 22 E 29 MAGGIO

Nell’ambito del Piano Educativo Zonale 2014/2015 finanziato dalla Regione Toscana, la conferenza zonale per l’istruzione della Bassa Val di Cecina, ha promosso un progetto dal titolo “ Genitori in gioco” rivolto in particolare ai genitori, ma aperto anche al contributo ed alla partecipazione di educatori ed insegnati .

Il progetto “ Genitori in gioco” si sviluppa in tutti i comuni della Conferenza zonale della Bassa Val di Cecina, con due diversi momenti:

• Un incontro ”Genitori in gioco” di presentazione del progetto per l’informazione, la sensibilizzazione ed il coinvolgimento dei genitori.

• Un laboratorio “Genitori in gioco” in cui i genitori possano sperimentare direttamente aspetti del loro ruolo educativo attraverso il gioco ed svolgere una ricognizione/sistematizzazione delle conoscenze sulla tematica

Al termine degli incontri nel mese di settembre è previsto un evento conclusivo attraverso un convegno sul tema del gioco, in cui saranno presentati anche i risultati dei laboratori svolti con i genitori

A Castagneto Carducci le due iniziative sono previste nel mese di maggio nella Sala Conferenze del Centro Diurno, piazza Europa : Venerdì 22 maggio ore 15.00 l’incontro formativo e venerdì 29 maggio sempre alle ore 15.00 Laboratorio “ Genitori in gioco”.
______________________

BUONA LA PARTECIPAZIONE ALL’ASSEMBLEA SU EURATHLON

Buona la partecipazione all’assemblea pubblica su Eurathlon di venerdì 15 maggio, organizzata da Legambiente e Restiamo Umani, in collaborazione con il Gruppo Emergency Costa Etrusca. Significativo il contributo scientifico di analisi fornito da Paolo Busoni, esperto di sistemi d’arma, che del direttivo nazionale di Emergency fa parte. Una decina gli interventi, non tutti consonanti. Al termine si è costituito il Comitato ad adesione individuale, provvisoriamente denominato Verità su Eurathlon.

E’ stato sottolineato, fra l’altro, che lo stesso Sindaco Giuliani sulla stampa, pur con tono pacato e rispettoso, non fa che riproporre le tesi degli organizzatori di Eurathlon. Ma neppure lui risponde alla domanda che pongono le associazioni promotrici: se Eurathlon è un’iniziativa pacifica e benefica, perché mai del consorzio Eurathlon fa parte il CMRE, articolazione spezzina della NATO, che è la più potente e aggressiva alleanza militare al mondo (vedi Afghanistan, Kosovo, Irak, Libia…, dove gli interventi della NATO hanno puntualmente aggravato le situazioni preesistenti)? E’ davvero questo il marketing territoriale di cui ha bisogno la Val di Cornia?

Nella sua lettera aperta a Legambiente e Restiamo Umani, l’Università di Bristol, coordinatrice di Eurathlon, conferma puntualmente che “il CMRE, Centre for Maritime Research and Experimentation, centro di ricerche della Science and Technology Organization, l’organizzazione della NATO per la scienza e la tecnologia… è organizzatore dell’evento a Piombino… Il Centro ha anche alle spalle una lunga esperienza nell’organizzazione di gare tra robot costruiti da studenti universitari…”. Non sarà per caso che il CMRE, attraverso Eurathlon, invita a giocare ai modellini i giovani studenti universitari per ricavarne soluzioni tecniche innovative (i giovani sono molto creativi!), che poi potrà utilizzare nei propri robot prodotti per scopi militari? Di tutto questo si tornerà a discutere nella prossima riunione del Comitato Verità su Eurathlon il 28 maggio alle 21, presso il centro Giò, a Piombino.

Associazione Restiamo Umani
Legambiente
_________________________

ROSSI: “LA SINISTRA TORNI AD AVERE UNA VISIONE”

Firenze, venerdì 15 maggio 2015 – “Le scelte del Papa concorrono a costruire una ‘visione’ del mondo carica di speranza, senza la quale nessuna politica veramente ‘umanitaria’ e nessun ‘principio di responsabilità’ è possibile. La sinistra dovrebbe misurarsi con questa ‘visione’ e ricostruire la ‘sua’. Il capitalismo nei decenni che abbiamo alle spalle è molto cambiato e la sinistra non è stata all’altezza delle sfide – anche teoriche – che esso ha posto”. A scriverlo è Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana e candidato alla rielezione, in un intervento pubblicato oggi sul blog di Huffington Post Italia.

Rossi svolge le sue considerazioni partendo dal programma di ‘alta politica’ che Papa Francesco ha messo in campo con la costruzione di un corridoio umanitario attraverso le sedi diplomatiche del Vaticano per accogliere l’esodo biblico dall’Africa e dal Medio Oriente, passando per la visita a Cuba del Pontefice il prossimo settembre e il contributo alla pacificazione dell’Isola con gli USA, sino al tentativo di costruzione di un reale processo di dialogo nello stesso Medio Oriente attraverso il riconoscimento della Palestina.

Rossi ritiene necessario per la sinistra “partire da un nuovo ‘internazionalismo’ che prenda le mosse dal sentiero interrotto nei primi anni Ottanta. Allora la sinistra europea (con leaders come W. Brandt, E. Berlinguer e P. Glotz) era ancora capace di una visione globale, senza la quale essa perde ogni aderenza al mondo e si rinchiude negli egoismi nazionali, nelle prassi di governo o ancor peggio, come sta accadendo in Italia a sinistra del Pd, nel frazionismo e nel gioco parlamentare, perdendo di vista il mondo. Occorre un grande sforzo culturale collettivo. Questa è la sfida della sinistra, quella lanciata anche dal Papa, se essa saprà assumerla”.

______________________

BONSIGNORI: POSITIVO IL PIANO CEVITAL

“La presentazione del piano industriale di Cevital è un fatto positivo di per se. Da quanto si apprende poi risulterebbero pienamente confermati gli investimenti sia sulla parte siderurgica con i due forni elettrici, le colate continue ed i revamping dei treni di laminazione, che su agroalimentare e logistica industriale, pezzi fondamentali di quella diversificazione economica indispensabile ad un nuovo modello di sviluppo. A questo punto occorrerà che anche sul fronte della trattativa sindacale si facciano i passi avanti necessari per poter concludere la vendita del complesso ex Lucchini. Rispetto dei diritti dei lavoratori, su cui non si deve cedere e su cui il sindacato fa bene a mantenere una linea di corretta fermezza, sapendo però che in ogni caso le opportunità di investimento e di sviluppo del piano Cevital vanno colte. Occorrerà buon senso ed intelligenza, qualità sino ad adesso mostrate da entrambe le parti.”
Fausto Bonsignori
Il popolo Toscano.
_______________________

CAMPIGLIA: NESSUNA RISPOSTA AI RESIDENTI ALLA STAZIONE

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Il Sindaco non considera i residenti della Stazione di Campiglia Marittima, che vogliono informazioni sulla questione dei 57 migranti accolti all’hotel 5 lecci. A una settimana dalla richiesta di un incontro con i residenti, non si è avuta nessuna risposta. Unico cenno, una nota congiunta del Comune e della Prefettura in cui si apprende che la Prefettura aveva informato e condiviso con le amministrazioni comunali gli arrivi dei migranti. Ci chiediamo quindi per quale motivo il Comune non si sia sentito in dovere di informare i residenti della Stazione e la cittadinanza su questo evento straordinario per il nostro Comune. Alla Stazione non si è fatto vivo nessuno, né la Sindaca né l’Assessore alle politiche sociali. Non ci è sufficiente una risposta per mezzo stampa dell’incontro col Prefetto. Chiediamo che venga fatto un incontro alla Stazione per essere informati su questa vicenda, sui programmi futuri e i tempi di permanenza. Come abbiamo già sottolineato in una precedente lettera, riteniamo che l’accoglienza sia un valore, ma lo sono anche la condivisione degli obblighi o delle scelte comunali con la cittadinanza e l’informazione. In assenza di risposte immediate, i cittadini sono pronti ad organizzarsi autoconvocando un’assemblea alla quale invitare gli amministratori e tutte le forze politiche.

Un gruppo di residenti della Stazione di Campiglia Marittima
______________________

PIOMBINO: ASSEMBLEA SOCI “LA CASA DI MARGOT”

E’ convocata per il 29 maggio ore 16.00 e in seconda convocazione ore 17.00 presso il Centro Giovani saletta riunioni l’assemblea dei soci de La Casa di Margot.
Ordine del giorno : approvazione rendiconto 2014 e preventivo 2015.
Comunicazioni del Presidente.
Presidente de La Casa di Margot
Maria Cristina Biagini
________________________

SPIRITO LIBERO: ORA SERVONO FIDUCIA RECIPROCA E BUON SENSO

A suo tempo l’arrivo degli algerini riportò la speranza in città, con manifestazioni di entusiasmo addirittura eccessive da parte di qualcuno. Noi dicemmo semplicemente che si poteva guardare con maggior ottimismo al futuro della nostra comunità, pur rimanendo con i piedi ben saldi per terra, poiché si riuscivano finalmente a intravedere prospettive che invece fino a poco tempo prima erano invece insperate.

Negli auguri di Natale alla cittadinanza, Spirito Libero si auspicava poi “un clima sempre più collaborativo tra categorie sociali, lavorative e culturali del nostro territorio, non dimenticando mai che rappresentare i cittadini corrisponde a un mandato di fiducia, di impegno e volontà. Noi vogliamo una Piombino che sappia FARE “squadra” e si dimostri all’altezza della sua storia, impegnandosi per costruire una prospettiva d’Avvenire.”
.
Oggi, la conferma degli investimenti sulla parte siderurgica con i due forni elettrici, le colate continue ed i revamping dei treni di laminazione nel Piano Industriale Cevital, dimostrano che l’interesse del gruppo non è esclusivamente limitato al porto, come i soliti scettico-pessimisti andavano propagandando quasi con masochistica soddisfazione. L’ulteriore conferma anche degli altri investimenti su agroalimentare e logistica industriale costituisce invece un pezzo fondamentale di quella diversificazione economica sulla quale la nostra lista insiste da tempo. Adesso ci auguriamo quindi che, nella trattativa tra le parti, prevalga concretamente il buon senso, in modo che i diritti dei lavoratori vengano ovviamente garantiti ma al contempo si garantisca alla nuova società quegli spazi di competitività necessari per partire ed avere prospettive di sostenibilità economica e finanziaria nel tempo. Quel buon senso ed intelligenza mostrate dalle parti nel tempo, in questa delicata fase finale devono assolutamente prevalere ed emergere, per favorire la conclusione positiva di questa vicenda nel modo più ampio e dare così nuove prospettive di sviluppo, di occupazione e reddito al nostro territorio.

COORDINAMENTO SPIRITO LIBERO

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.5.2015. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “NOTIZIA DALLA COSTA ETRUSCA DEL 16 MAGGIO 2015”

  1. Sergio Tognarelli

    IN: “LETTERA APERTA AI SINDACATI CONFEDERALI E ALLE ISTITUZIONI LOCALI” si legge ” Al Sindaco chiediamo se intenda onorare l’impegno assunto in occasione dell’ assemblea pubblica del Perticale riguardante la convocazione, in seduta aperta e congiunta dei Consigli comunali della Val di Cornia così da spiegare e approfondire Le motivazioni che lo hanno spinto ad esprimersi positivamente e con entusiamo sulla stampa relativamente al piano industriale di Cevital.” … la platea degli scettici si amplia ?!

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    25 mesi, 24 giorni, 4 ore, 17 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it