NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 7 MAGGIO 2015

 PIOMBINO: INAUGURAZIONE DELLA SEDE DEL SI’

Sabato prossimo 9 maggio 2015 sarà inaugurata la sede  del comitato Piombino-Val Di Cornia SI’  Toscana a Sinistra, alle ore 19. in via XX Settembre  a Piombino.

Saranno presenti i candidati della lista circoscrizione livorno e agli intervenuti sarà offerto un aperitivo.
Tutta la cittadinanza è invitata all’evento.

__________________________

 SAN VINCENZO: INCONTRO ALLA TORRE PER IL PROGETTO GIOVANI SI’

Si svolgerà giovedì 7 maggio, alle ore 15 presso la Sala Consiliare della Torre, l’incontro dal titolo “L’importanza della rete – opportunità per le imprese e per i giovani” organizzato dal Comune di San Vincenzo, soggetto istituzionale tra i firmatari dell’accordo per la realizzazione di uno schema di garanzia per i giovani in Toscana con capofila la Regione Toscana e con partners le Province di Livorno, Prato e di Massa Carrara, in collaborazione con i referenti, per il territorio della Provincia di Livorno, del progetto Giovanisì della Regione Toscana.

All’interno dell’incontro, al quale interverranno Dario Ginanneschi, Consigliere Comunale con delega alle politiche giovanili, la referente provinciale del progetto Giovanisì e le referenti del Centro per l’Impiego di Piombino, si terrà anche un infoday del progetto Giovanisì con i giovani, le imprese e le associazioni di categoria del territorio.

Si parlerà degli incentivi alle imprese e delle opportunità per i giovani all’interno di Giovanisì, il progetto per l’autonomia dei giovani, e del progetto Garanzia Giovani in Toscana.

Da maggio 2014, infatti, le opportunità del progetto Giovanisì sono state affiancate da Garanzia Giovani in Toscana.

Giovanisì si articola in sei aree di intervento: tirocini, casa, servizio civile, fare impresa, lavoro, studio e formazione. I destinatari diretti e indiretti sono i giovani dai 18 ai 40 anni e, per alcune delle opportunità elencate, non c’è limite d’età per donne, persone svantaggiate e categorie protette.

Maggiori informazioni sul progetto sono reperibili sul sito www.giovanisi.it.

__________________________

 

CAMPIGLIA M.MA: NON SOLO OPERETTA AL CONCORDI

Venerdì 8 maggio, ore 21.30 Concerto dal titolo “NON SOLO OPERETTA…”  con Susanna Biagini (soprano), Daniela Rocchi (violino), Stefano Bigoni (pianoforte), musiche di P. Mascagni, R. Leoncavallo, C. Saint-Saens, F. Lehar, e altri.

Susanna Biagini Ha iniziato lo studio del canto lirico sotto la guida del padre (tenore). Agli inizi degli studi musicali fu scelta da Giuseppe di Stefano per partecipare ad un suo corso di canto. Ha poi proseguito gli studi a Roma con il m.o Valerio Paperi, docente di canto lirico presso il Conservatorio di S.Cecilia.
Nel 1990 ha debuttato da protagonista ne “Il paese dei campanelli” e “L’acqua cheta”. Nel 1994 è stata scelta da Paolo Virzì per interpretare alcuni brani in una scena del film “La bella vita”. Ha collaborato con i tenori Renato Cioni e Antonello Palombi e ha tenuto numerosi concerti di musica sacra, lirica ed operettistica.
Attualmente segue il perfezionamento della tecnica vocale a Firenze con il soprano Alessandra Rossi De Simone e lo studio dello spartito a Grosseto con il m.o Stefano Bigoni.

__________________________

PARCHI VAL DI CORNIA; OLTREDUNA… PASSEGGIATA GASTRONOMICA ALLA STERPAIA

Torna Oltreduna, la passeggiata gastronomica nel Parco costiero della Sterpaia (Piombino). Quest’anno l’evento si svolgerà domenica 10 maggio, a partire dalle 8.30 per l’intera giornata.

Lungo le spiagge dorate del Parco, una guida esperta accompagnerà i visitatori in un percorso di suggestione dove la duna è il confine naturale tra bosco e mare. Oltre al gusto della passeggiata, la scoperta del territorio e dei suoi sapori renderanno l’escursione unica e apprezzabile da grandi e piccini. Dalla colazione al pranzo itinerante, fino alla merenda, gustose soste ristoro nei punti più caratteristici del Parco: una vera e propria festa del camminare sotto il segno della natura e della convivialità.

L’evento è realizzato anche grazie al contributo di Unicoop Tirreno e Algida di Benini Giovanni & C.

Il ritrovo dei partecipanti è fissato alle ore 8.30 al parcheggio di Mortelliccio (per i partecipanti il parcheggio è gratuito). La partecipazione all’evento ha un costo di €. 20,00 per il biglietto intero e di €. 15,00 per il biglietto ridotto (bambini 5-10 anni); per i bambini sotto i 5 anni la partecipazione è gratuita ma senza tagliandi pasto.

Prenotazione obbligatoria entro venerdì 8 maggio. Informazioni e prenotazioni: tel. 0565 226445 – www.parchivaldicornia.it – e-mail prenotazioni@parchivaldicornia.it

_______________________

TOSCANA: VACCINAZIONE MENINGOCOCCO, COINVOLTI ANCHE I MDICI DI BASE

FIRENZE – Anche i medici di famiglia effettueranno le vaccinazioni antimeningococco C previste dalla campagna vaccinale della Regione. Lo prevede l’accordo, approvato con una delibera di giunta, che verrà siglato nei prossimi giorni dall’assessore al diritto alla salute, dai direttori generali delle Asl 3 di Pistoia, 4 di Prato, 5 di Pisa, 8 di Arezzo, 10 di Firenze, dal presidente della Società della Salute empolese e dai rappresentanti delle organizzazioni sindacali dei medici: Fimmg, Intesa sindacale, Smi, Snami.

I pediatri sono già coinvolti attivamente nella vaccinazione, in base a un accordo firmato il 9 aprile scorso, che prevede il coinvolgimento dei pediatri di famiglia in tutte le vaccinazioni dei bambini (e quindi anche quella contro il meningococco C). L’accordo approvato dalla giunta fa entrare in campo anche i medici di famiglia, ma soltanto per la vaccinazione antimeningococco C. Questo, data la particolare situazione epidemiologica che si è venuta a creare nella nostra regione per le infezioni da meningococco C, e nell’ottica di agevolare il ricorso alle misure di profilassi da parte dei cittadini, anche in virtù del rapporto di fiducia che li lega al medico di famiglia.

L’accordo collettivo nazionale dei medici di famiglia prevede, tra i compiti dei professionisti, anche l’adesione ai programmi di vaccinazione concordati a livello aziendale e regionale. E l’evoluzione della situazione epidemiologica ha reso necessario un adeguamento della politica vaccinale della Regione. Alla luce di questo accordo regionale, ciascuna azienda sanitaria definirà specifici accordi con i medici del proprio territorio. La maggior parte delle aziende hanno già concluso questi accordi, e di fatto i medici hanno già cominciato a vaccinare.

_______________________

NUOVA INIZIATIVA DELL’ASSOCIAZIONE COMUNI TOSCANI PER GLI ANZIANI

Dopo la volta del turismo culturale dei giovani, sperimentato con gli studenti dell’Istituto tecnico economico di Fondi, in provincia di Latina, adesso l’Associazione dei Comuni Toscani passa a sperimentare il turismo culturale degli anziani. Se n’è parlato con il presidente Piero Mannelli ed il consigliere amministrativo Giuseppe Cecchini del CIASA, martedì scorso.

I docenti di tutte le scuole d’Italia, che ogni anno progettano un viaggio d’istruzione per gli studenti della loro scuola, avranno a breve sulla loro scrivania un programma definito in tutti i suoi particolari per stare sul territorio dei Comuni associati per quattro giorni e godere della nostra ospitalità ad un prezzo conveniente per loro e per le imprese dell’accoglienza e i musei del nostro territorio.

Ad attenderli ci saranno peraltro i nostri giovani ben preparati per l’occasione e un gruppo anche di anziani che assieme alle guide specializzate potranno raccontare la nostra storia, la nostra cultura, le nostre tradizioni e anche il nostro stesso modo di vivere.

È di questo che hanno discusso Renato Di Gregorio e Piero Mannelli. Quanti anziani aderenti al centro CIASA sono interessati a far parte del gruppo di quelli che vogliono e sanno raccontare la nostra storia? Come si possono preparare ad esercitare questo ruolo? Come possono raccordare con i giovani che si occuperanno di turismo. Al riguardo Di Gregorio ha portato l’esempio della provincia di Rieti, dove sta formando le persone dei Centri Anziani proprio a diventare accompagnatori colti e appassionati del loro territorio.

Un altro argomento posto sul tavolo è stato quello di imitare il lavoro fatto dalla scuola di Fondi e cominciare a progettare un’offerta per viaggi culturali per i tanti Centri anziani che ogni anno programmano questo tipo di offerta per i loro associati. L’idea, non solo è originale, ma ora che l’ACT è nata è possibile contare sul centinaio di Centri Anziani presenti sul territorio di quei comuni che come quelli di ACT hanno sposato lo stesso modello associativo.

Adesso che l’idea è condivisa si lavorerà assieme per realizzarla e l’integrazione tra il lavoro dei giovani e quello degli anziani potrà anche essere utile a favorire il dialogo e lo scambio vantaggioso tra le generazioni.

___________________

PIOMBINO:  SANITA’ RETE OSPEDALIERA TRA CECINA PIOMBINO E ISOLA D’ELBA

Piombino (LI) – Approvato nel consiglio comunale del 27 aprile scorso un ordine del giorno sulla tutela del presidio ospedaliero di Villamarina e sul diritto alla salute, presentato dai partiti di maggioranza (PD- Spirito Libero e Sinistra per Piombino).

Varato solo con i voti favorevoli della maggioranza (contrari Rifondazione comunista, Movimento 5 Stelle, Ferrari sindaco Forza italia, astenuto il gruppo Ascolta Piombino), il documento chiede di dare mandato al sindaco per costituire un unico gruppo di lavoro istituzionale tra i Comuni del territorio interessati dalla riorganizzazione sanitaria (Piombino, Cecina, Elba).

L’obiettivo è di attivare un tavolo tecnico-programmatico con il coinvolgimento anche dei sindacati per realizzare il “telaio” della nuova struttura in termini di suddivisione di specializzazioni, competenze, logistica e personale.

Altro obiettivo quello di avere un riconoscimento ufficiale della nuova rete ospedaliera come Zona “Etrusca” che ricomprenda i due presidi di Piombino e di Cecina nel concetto dell’unico ospedale operante su due presidi presenti. Si chiede inoltre un piano per potenziare e riqualificare immediatamente almeno l’organico e le prestazioni dell’Ospedale di Villamarina chiedendo il mantenimento delle attuali specialistiche di urologia, ortopedia, otorino, chirurgia generale, oltre al potenziamento del Pronto soccorso e della Breve osservazione.

Nel documento si evidenzia inoltre l’importanza delle delle Case della Salute, chiedendone l’apertura previste per le zone distretto per definire percorsi assistenziali all’interno del nuovo Distretto sanitario sud (Zona degli Etruschi).

______________________

PIOMBINO: MATRIMONI ANCHE IN LUOGHI ESTERNI AL COMUNE

Da oggi sarà possibile sposarsi anche in luoghi esterni alla casa comunale. Con una delibera di giunta, infatti, l’amministrazione comunale ha modificato il regolamento in vigore consentendo la celebrazione dei matrimoni civili anche in luoghi alternativi, sia pubblici che privati.

La decisione è stata presa prendendo in considerazione le molte richieste dei cittadini, sia residenti a Piombino che in altri Comuni, di svolgere il rito anche in luoghi diversi, riservandosi una più ampia possibilità di scelta. Fino a questo momento il rito civile del matrimonio poteva essere svolto solo nella sala consiliare del palazzo comunale e al Castello.

I luoghi esterni dovranno rispondere a determinati requisiti: dovranno essere giudicati decorosi e idonei dall’amministrazione comunale; dovranno essere in via esclusiva e continuativa a disposizione dell’amministrazione; in caso di luoghi privati o in concessione, questi dovranno essere ceduti dagli interessati in uso gratuito all’amministrazione per l’istituzione dell’ufficio distaccato dello Stato civile.

L’amministrazione comunale valuterà preventivamente le caratteristiche degli spazi scelti da coloro che ne faranno richiesta. Le tariffe previste sono ovviamente più alte rispetto al rito celebrato in Comune. Costerà 300 euro quando almeno uno dei richiedenti sia residente nel Comune di Piombino; 500 euro nel caso in cui nessuno dei due richiedenti sia residente.

____________________________

TOSCANA: DIRITTO ALLA PACE PER UN PIANETA SOSTENIBILE

FIRENZE – Dodici scuole, oltre venti classi e circa cinquecento studenti si sono dati appuntamento oggi a Firenze per dire la loro ed avanzare anche qualche proposta concreta sulla sostenibilità del pianeta e il diritto alla pace. Scuole medie, come la Bartolena di Livorno, ma per lo più scuole superiori: studenti di alberghieri, licei artistici e scientifici, istituti tecnici ed altro ancora giunti da Massa, Empoli, Poppi in provincia di Arezzo, Rosignano, Firenze, Piombino, Santa Fiora sull’Amiata, Volterra, San Giovanni Valdarno, Pontedera e Prato. Tutti insieme a Firenze, da metà mattina fino alle quattro e mezzo del pomeriggio, per avanzare proposte a volte semplici, come il fare raccolta differenziata a scuola che pare, nonostante tutto, una pratica non troppo diffusa, e proposte e progetti più ambiziosi, come ridurre lo spreco di cibo non solo a tavola ma durante tutta la f iliera di lavorazione.

Quello di oggi stato l’evento conclusivo di una serie di laboratori e percorsi educativi che hanno coinvolto le scuole da gennaio ad aprile, appendice dell’appuntamento annuale con il “Meeting dei diritti umani” organizzato a dicembre dalla Regione con giovani da tutta la Toscana. Due progetti distinti, uno sul clima e l’altro sui diritti, organizzato il primo in partenariato con l’associazione Oikos con il contributo del Ministero degli Esteri ed il secondo dalla Regione, come capofila, e finanziato dall’Unione europea.

Ad ascoltare i quasi cinquecento giovani toscani intervenuti a Firenze c’erano amministratori pubblici ma anche rappresentanti di Banca Etica, World Fair Trade international, Oxfam, Cospe, Libertà e Giustizia e Comunità delle Piagge, associazioni dunque impegnate sul fronte della cooperazione ma anche nel sociale. Infatti oltre che di sostenibilità ambientale e del mondo, agricoltura e clima, diseguaglianze e povertà, si è parlato anche di costi della politica, rispetto degli altri, solidarietà, istruzione, immigrazione e legalità. Un confronto sulle proposte ma anche su quanto le istituzioni e le associazioni già stanno facendo.

E così, tra le idee, c’è chi propone di diversificare le produzioni e incentivare le filiere corte (che però non possono riguardare tutto), c’è chi dice di legalizzare la cannabis perché a quel punto il farne uso diventerebbe molto meno trasgressivo e forse si fumerebbe anche meno. C’è chi, come il Datini di Prato, ha organizzato un percorso su nepotismo e meritocrazia assieme agli studenti, più anziani, del carcere circondariale della città, perché mandare avanti i più meritevoli aiuterà a ridurre le diseguaglianze sociali e ottimizzare le filiere, e c’è chi ha provato a ragionare sul rapporto tra produzione di cibo nel mondo e riconoscimento di pari diritti ai lavoratori.

___________________________

ACI DI LIVORNO PER LA SICUREZZA STRADALE DEI PIU’ PICCOLI

In occasione della “Terza Settimana per la Sicurezza Stradale dell’ONU”, l’Automobile Club di Livorno, congiuntamente a tutti gli altri AC provinciali sparsi sul territorio nazionale, intende promuovere la tutela della sicurezza stradale per i bambini.

Ogni giorno nel mondo 500 bambini muoiono in un incidente stradale e 1.000 restano feriti in modo grave e con danni permanenti. Sulle strade italiane muore un bambino ogni settimana e oltre 200 rimangono feriti. La causa maggiore di questi decessi è il mancato uso dei seggiolini e degli altri sistemi di ritenuta, in grado di ridurre fino all’80% il pericolo di morte. Su questi dispositivi c’è ancora tanta ignoranza: nel 77% dei Paesi in via di sviluppo non sono nemmeno oggetto di specifiche normative.

A tal fine, nasce quindi la “Dichiarazione per la Sicurezza Stradale dei Bambini”. Un documento elaborato da esperti internazionali, al fine di riassumere e delineare con precisione le concrete misure che andrebbero intraprese per limitare fortemente i tragici numeri citati poco sopra.

Attraverso tale “Dichiarazione” quindi, anche l’AC Livorno si rivolge ai politici di tutto il mondo, di modo da richiedere iniziative utili a proteggere l’incolumità dei nostri piccoli lungo le strade. Lo slogan dell’iniziativa recita in maniera esplicita: “Save kids lives”, in italiano “Salvate la vita dei bambini”.

L’AC Livorno invita pertanto tutti i cittadini, e in particolare i propri Soci, a firmare la dichiarazione di sostegno a favore dell’iniziativa ONU che si può trovare su internet: è sufficiente cliccare sull’apposita pagina per effettuare la propria adesione, entrando nel sito www.savekidslives2015.org e indicando i dati richiesti. L’Automobile Club d’Italia, insieme all’ONU e alla FIA, invita adulti e bambini di ogni Paese del mondo a sottoscrivere la petizione online, realizzata sulla base delle proposte elaborate dai più piccoli e rivolta al mondo politico-istituzionale. I risultati emersi da tale raccolta globale saranno presentati in occasione della Conferenza Ministeriale sulla Sicurezza Stradale che si svolgerà in Brasile a novembre.

Si può anche partecipare attivamente al divertente contest fotografico: sempre dal sito web della campagna, è possibile scaricare il file pdf di un poster a tema, personalizzabile a piacimento con un messaggio/pensiero riguardo alla sicurezza stradale e con il quale ci si può scattare un ‘selfie’. Una foto da condividere attraverso i social grazie allo specifico hasthtag: ‪#‎SaveKidsLives .

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.5.2015. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 18 giorni, 11 ore, 54 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it