GIULIANI: «PER L’OUTLET NON CI SONO PROGETTI SU CUI DISCUTERE»

La centrale di Tor del Sale a Piombino

La centrale di Tor del Sale a Piombino

Piombino (LI) – In merito alla riqualificazione del sito di Tor del Sale e al futuro delle aree Enel, intervengono il sindaco Massimo Giuliani e l’assessore all’ambiente Marco Chiarei.

“Raccogliamo con interesse le osservazioni del WWF Italia in merito al futuro delle aree Enel di Tor del Sale – afferma il sindaco Giuliani – Allo stesso tempo vogliamo ribadire ciò che abbiamo pubblicamente dichiarato e cioè che al momento attuale non ci sono progetti di dettaglio su cui iniziare una discussione, ma solo delle idee generali che testimoniano però un interessante approccio innovativo di Enel nell’affrontare il tema delle riconversioni di siti produttivi dismessi.”

“Il Comune di Piombino ha ben chiaro che il tema centrale rimane quello di produrre un progetto che ponga alle basi la riqualificazione ambientale dell’area e la rinaturalizzazione di ampie porzioni di territorio ad oggi intercluse nel perimetro industriale. Continua il sindaco – Il WWF sarà senz’altro il partner principale con cui interfacciare una discussione approfondita su questi temi, come lo saranno tutti gli altri attori del territorio che saranno debitamente coinvolti per tutte le altre tematiche inerenti il progetto Tor del Sale”.

L’assessore Chiarei evidenzia inoltre come l’amministrazione comunale negli ultimi tempi stia maturando una certa esperienza nell’affrontare progetti complessi che interessano enormi fette del nostro territorio e per di più ricadenti in aree in cui si necessitano gli interventi di bonifica.

“Con l’occasione vale la pena ricordare – afferma l’assessore – con un certo orgoglio, che proprio il Piano Strutturale, redatto ormai molti anni fa, aveva prefigurato ed ammesso la possibilità che nel sito Enel di Tor del Sale potessero essere svolte funzioni diverse da quelle industriali. Proprio oggi quell’approccio innovativo potrebbe risultare decisivo e creare le condizioni per costruire una grande opportunità al nostro territorio. Intendiamo infine lanciare un messaggio di tranquillità e rassicurazione rispetto alle legittime esigenze di coinvolgimento del territorio su questo progetto, anche perché crediamo fortemente che una grande condivisione può essere il valore aggiunto di questa operazione. Al tempo stesso questa amministrazione intende aprirsi alla discussione pubblica nel momento in cui ci saranno elementi concreti da portare al tavolo della discussione, in modo d garantire un confronto serio e credibile”.

Fonte: Comune Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.4.2015. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 14 giorni, 14 ore, 30 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it