PARODI: QUANTI CARROZZONI SENZA IDEE IN VAL DI CORNIA

la Val di Cornia

la Val di Cornia

Suvereto (LI) – Riceviamo e pubblichiamo integralmente dal sindaco di Suvereto Giuliano Parodi sulle nuove Associazioni di comuni, reti di impresa, smartland che stanno avviando in Val di Cornia. Nel frattempo però chiude il BIC di Venturina l’ “incubatore di impresa” di Sviluppo Toscana (Ex Sviluppo Italia) che doveva servire al rilancio di imprese agro-alimentari alle quale venivano offerte condizioni logistiche ottimali “per la nascita di spin off tecnologici” e al quale seguirà a breve un articolo specifico, e non decolla, neanche per errore l’Unione dei Comuni, che è richiesta dalla Regione e che, essendo di fatto figlia del defunto Circondario, sarebbe di ben più facile realizzazione.

___________________________

«Negli ultimi giorni – inizia Giuliano Parodi – si e’ registrato un prolificare di attivita’ identiche costituite sempre dagli stessi soggetti, Comuni ed imprese private con le stesse finalita’: promozione del territorio ed intercettazione dei fondi europei. Queste aggregazioni piu’ o meno spontanee avrebbero sulla carta pontenzialità immense, soprattutto se dietro ci fossero chiarezza di intenti, lungimiranza e capacità.

La neonata Smartland, associazione che dovrebbe nascere con un percorso partecipativo dal basso, che pero’ si presenta in pompa magna con tutti gli organi di controllo gia’ decisi ed assegnati, che si costituisce solo per intercettare i soldi dei finanziamenti europei. Naturalmente finanziamenti per fare cosa nessuno lo sa, né tantomeno lo dice. Quale sia infatti il progetto di politica economica calibrato sulla Val di Cornia che possa sperare di rimediare ai disastri sociali che si sono determinati in questi anni e’ sconosciuto.

Tra l’altro la SmartLand, viste le finalita’ specifiche che si pone richiederebbe competenze adatte per il suo espletamento, basta vedere i soggetti che ne fanno parte nelle altre zone d’Italia dove si sono formate, e che invece da noi e’ composta da personaggi che si auto eleggono esperti di materie fino ad oggi a loro sconosciute. “Fatto grave”interviene il sindaco Parodi “ leggo sulla stampa che la societa’ Parchi, una societa’ partecipata aderisce in maniera autonoma a questa Associazione Smartland senza che la decisione sia stata vagliata dal cda dei Sindaci soci, in un momento tra l’altro dove e’ costretta a rivedere il suo bilancio causa decurtazione di parte di esso”

Poi c’e’ l'”Associazione dei comuni toscani” che Piombino ha approvato in Consiglio comunale, Campiglia e San Vincenzo l’hanno difesa sulla stampa ma non l’hanno ancora portata in votazione.

Alla fine c’e’ la Parchi. Una società che ha raccolto milioni di euro di finanziamenti europei in passato e per la quale non abbiamo ancora rinnovato il contratto di servizio per resistenze e divergenze tra i Sindaci sul metodo di ripartizione del contributo pubblico.

“Sono mesi che sto lavorando in prima linea con la Parchi e gli altri assessori al turismo “ conclude il sindaco Parodi “ per costruire un programma organico di rilancio della zona attraverso la nostra Societa’ , con il nuovo strumento che sta prendendo forma che e’ la rete d’impresa. Vedere il proliferare di inutili associazioni senza competenze specifiche che si pongono come obiettivo intercettare fondi europei, cosa che potrebbe benissimo fare un ufficio della Parchi come mesi fa ipotizzato, mi rattrista molto. Questi che a prima vista potrebbero sembrare progetti in concorrenza, in realta’ sono progetti che annegano nel caos di amministrazioni che guardano con interesse i finanziamenti europei ma non sono in grado di sviluppare uno straccio di proposta politica che ne giustifichi l’erogazione.”

“Mi auguro che i sindaci targati PD della Val di Cornia si ravvedono dall’appoggiare azioni inutili e dispersive, che non porteranno nessun benificio, sia in termini economici che organizzativi per il futuro della nostra realta’” interviene l’assessore al bilancio Caterina Magnani “e che invece si lavori seriamente su strumenti amministrativi seri come l’Unione dei comuni e su obiettivi a lungo termine incentrati sulla creazioni di posti di lavori e su un economia alternativa”».

Giuliano Parodi
Sindaco

________________

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 14 giorni, 23 ore, 0 minute fa
  • Print Friendly, PDF & Email
    Scritto da il 17.3.2015. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

    1 Commento per “PARODI: QUANTI CARROZZONI SENZA IDEE IN VAL DI CORNIA”

    Scrivi una replica

    DA QUANTO TEMPO...

    • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

      Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
      15 mesi, 14 giorni, 23 ore, 0 minute fa

    Pubblicità

    Galleria fotografica

    CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
    I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
    Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it