EDITORIALE: PIOMBINO, CAMPAGNE D’ASCOLTO INASCOLTATE?

L’EDITORIALE                                   di Giuseppe Trinchini trinchini

___________________________

EDITORIALE: PIOMBINO, CAMPAGNE D’ASCOLTO INASCOLTATE?

Corriere Etrusco “numero 88” del 23 gennaio 2015.

Vanno di moda in questi tempi, famosi per gli annunci alla “partecipazione regolamentata” di cittadini ed elettori, varie campagne d’ascolto sui temi più disparati, a partire dal percorso partecipato per Baratti, fino alla scelta della forma delle panchine in Piazza Bovio.

Questi soldi potrebbero essere risparmiati incaricando di queste attività i quartieri, che dopo la triste vicenda delle nomine ancora non si sono ripresi dal “duro”colpo e non sembrano granché operativi, tant’è che qualcuno si sta chiedendo se sia il caso di contattare “Chi l’ha visto?” per saperne qualcosa di più.

Più utile sarebbe invece, per assessori e tecnici comunali, passeggiare per le vie della città e osservare con sguardo critico cosa si trovano davanti come abbiamo fatto noi per Baratti o per lo speciale su Via Pertini che pubblicheremo a breve.

Qualcuno ci deve spiegare infatti perché via Pertini, che collega il centro della città con praticamente tutte le scuole, debba essere nel 2015 ancora senza percorso pedonale da un lato, e dall’altro senza scivoli per anziani e disabili. Per giunta con le siepi che occupano metà dello stretto marciapiede, costringendo le persone a continui “sali-scendi” quando incrociano altri pedoni in senso inverso.

Passeggiare in via Bachelet, la strada che porta all’ospedale della città, e vedere che i marciapiedi non solo non hanno le rampe per gli invalidi, ma addirittura non sono neanche asfaltati poi non ha prezzo.

Recentemente qualcuno si è accorto della condizione vergognosa di via Regina Margherita e zone limitrofe. Meno male, perché anche quello è un bel biglietto da visita per i turisti che vanno dal centro al porto, e per gli sportivi che vanno allo stadio Magona, che da troppo tempo anch’esso deve essere risistemato.

Non sarà che le campagne di ascolto nascondano quindi da una parte la mancanza di idee e dall’altra la capacità operativa di questa amministrazione? Un consiglio per gli assessori: fatevi a piedi qualche via della città ogni settimana con una macchina fotografica… i cittadini vedendovi di sicuro sapranno indicarvi i problemi.

Giuseppe Trinchini

________________________

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.1.2015. Registrato sotto Editoriali, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “EDITORIALE: PIOMBINO, CAMPAGNE D’ASCOLTO INASCOLTATE?”

  1. paolo lorenzi

    Sono pienamente d’accordo con l’editoriale di Giuseppe trinchini sulla scarsa manutenzione e cura dell’arredo cittadino.
    Abito nel centro storico e precisamente in via Ferruccio fate venire qualche assessore in piazza don Ivo Micheletti concattedrale Sant’Antimo la più famosa e vecchia chiesa di Piombino per rendersi conto in che stato di abbandono è stata lasciata la piazza e le vie adiacenti.
    E’ uno schifo per l’immagine della città agli occhi dei turisti e per noi cittadini.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 15 giorni, 14 ore, 7 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it