PIOMBINO: AL VIA IL PIANO COMUNALE PER I LAVORI SOCIALMENTE UTILI

un momento della conferenza stampa di sabato

un momento della conferenza stampa di sabato

Piombino (LI) – L’assessore Claudio Capuano ha presentato sabato scorso un interessante pacchetto di interventi per la città che si avvarrà della collaborazione dei cittadini e degli operai in cassa integrazione o solidarietà. Presenti anche il sindaco Massimo Giuliani, l’assessore Margherita Di Giorgi, i consiglieri Lorena Tommasi e Valerio Pietrini, il segretario comunale del PD Ettore Rosalba, oltre ad un gruppo di operai, Roberto Rinaldi, Riccardo Banchi e Alessandro Beatini.

«Presto indiremo un bando per la selezione di 9 operai da utilizzare per lavori socialmente utili nell’ambito della manutenzione urbana – inizia Capuano –  naturalmente si tratta di un’operazione nel pieno rispetto delle norme per gli ammortizzatori sociali e anche nel rispetto delle imprese che già lavorano con il Comune. Questi piccoli lavori non toglieranno commesse a ditte che già operano con l’amministrazione, sono solo piccoli interventi in più, per migliorare la qualità urbana».

Gli operai saranno 9 per tre mesi, in totale 36 per tutto il 2015 e potranno fare 20 ore settimanali. Avranno un bonus che potrà essere uno sconto su tasse e tariffe comunali e probabilmente un punteggio in più in caso di concorsi in Comune. Potranno sistemare parchi pubblici, marciapiedi, fare piccola manutenzione nelle scuole. Ma non finisce qui: ci saranno forme di collaborazione con le associazioni che potranno adottare parchi o aree pubbliche, svolgere funzioni di supporto ad anziani e scuole, commercianti per la cura di verde pubblico, piazze e panchine. Ci portranno essere anche particolari convenzioni per recuperare i punti della partente auto o scontare multe per guida in stato di ebrezza o sequestri di mezzi attraverso prestazioni in ambito sociale con lavori utili alla comunità. I genitori potranno collaborare ai piccoli interventi di manutenzione delle scuole e cortili».

«La città deve essere come una squadra — ha poi commentato il sindaco Massimo Giuliani — e in momenti come questi è necessario più che mai fare gruppo e sentirsi tutti parte di un progetto importante. La proposta è venuta dai consiglieri Pietrini e Tommasi e anche da altre persone: in questo momento si può capire quanto sia difficile la vita quotidiana di chi è fermo per la cassa integraione o la solidarietà. Questi piccoli lavori sono utili alla città, ma hanno anche una valenza etica, è una comunità che non si disgrega, ma si unisce e risponde come una squadra alle difficoltà della crisi. E’ la migliore dimostrazione che qui c’è gente che non si arrende».

Di sicuro un buon inizio e anche un esempio da seguire per gli altri 2000 dipendenti degli stabilimenti che potranno anche loro in qualche modo dare un contributo alla città.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.10.2014. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 18 giorni, 14 ore, 1 minuto fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it