NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 17 LUGLIO 2014

CANOVA: «QUANTE FALSITÀ SULL’AGRICOLTURA BIOLOGICA E NON»

Suvereto (LI) – Pietro Canova, agricoltore biologico, commenta gli interventi sull’agricoltura a km. zero in Val di Cornia. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Rimango sorpreso e anche un po’ rattristato ‒ inizia Canova ‒ nel leggere che ancora oggi esiste qualche contadino che si erge a paladino della chimica in agricoltura quando le stesse case farmaceutiche produttrici tentano di riciclarsi cercando “nuove frontiere” , tanto per citare un esempio gli OGM , non curanti di tutti gli studi scientifici  che ne attestano la pericolosità ambientali e non (resistenza agli antibiotici, impossibilità di controllo della propagazione in campo aperto ecc.). Preferisco comunque rispondere alle gratuite ed infondate accuse rivolte al Biologico punto per punto: qualcuno  ignora che il problema “del mangiar per tutti” non è un problema di produzione (anche i paesi  più “arretrati” avrebbero cibo a sufficienza), ma di distribuzione (politiche agro-economiche).

Riguardo alla salubrità dell’ambiente e umana ‒ precisa Canova ‒, è provato scientificamente che i glifosati e glufosinati  usati nei diserbanti e pesticidi sono la principale causa dei tumori alla prostata e al seno, e credo non sia difficile comprendere che esista una sostanziale differenza tra usare poche sostanze chimiche e non usarne per nulla, poi si può sempre dire che oltre una certa soglia non esistono problemi per la salute, magari alzando i parametri di riferimento precedentemente considerati (vedi atrazina nell’acqua, o colesterolo nel sangue). Non è mia intenzione creare una classifica “dei più bravi”, ma il nostro agricoltore dimostra anche di non conoscere nulla del biologico in quanto lo riduce ad un marchio, mentre nella realtà si tratta di una serie di pratiche agricole supportate  da ricerche scientifiche definite appunto metodo di Agricoltura Biologica che ha come obiettivo  il mantenimento o ripristino dell’equilibrio del terreno.

A testimonianza che gli operatori del biologico hanno accesso ai laboratori lo invito a leggersi una ricerca dell’Università di Glasgow durata 4 anni che accertava la maggior presenza di nutrienti nel cibo da produzioni biologiche rispetto a quello convenzionale del 35%. Concludo ‒ termina Canova ‒ invitando anch’io i consumatori a visitare la nostra  azienda (lo facciamo da tempo, organizziamo anche dei corsi) ed invito a documentarsi meglio prima di  lanciarsi in affermazioni  che rischiano di creare confusione su argomenti  evidentemente ancora poco conosciuti».

Pietro Canova, un agricoltore biologico

______________________________

PRESENTAZIONE LIBRO “QUATTRO BAMBOLE”

Piombino (LI) – Giovedì 24 luglio alle ore 18 in piazza Cittadella a Piombino verrà presentato il libro “Quattro Bambole” di Sandra Cammelli. Durante la serata ci saranno letture recitate a cura del Teatro dell’Aglio e dell’ Arci e intermezzi musicali a cura di Giacomo Panicucci.

Interverranno: Aldo Grilli di Arci Piombino-Elba, Francesca Silvestri di editrice ali&eno, Sandra Cammelli, l’autrice del libro. Alle ore 20 è prevista un’apericena a cura del bar (costo 5 € + bevande). A seguire, alle ore 21.30, per “La Città del Cinema”, proiezione del film “I corpi estranei” di Mirko Locatelli.

________________________________

PRESENTI: «SUVERETO “BORGO SMART” NON SOLO A PAROLE»

Suvereto (LI) – Il Presidente di Assemblea popolare Luciano Presenti illustra l’importanza per Suvereto di diventare “Borgo Smart” e ricorda che la lista civica ha sempre dialogato con i cittadini. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Assemblea popolare ‒ inizia Presenti ‒ applaude all’iniziativa dell’Amministrazione Comunale di Suvereto per l’inizio del percorso per diventare un “borgo smart” annunciato direttamente dal sindaco Giuliano Parodi ricordando che i contenuti sono parte importante del proprio programma elettorale. Con l’attuazione del progetto sarà rafforzata la  partecipazione dei cittadini al governo del territorio attraverso nuove tecniche, come ad esempio la consultazione on-line e la co-progettazione delle modifiche ai servizi (rifiuti, acqua pubblica, trasporti ecc.) e sulle possibili attività innovative che possono sviluppare ulteriormente la zona con particolare riguardo alla creazione di nuovi posti di lavoro con la sostenibilità ambientale.

Al gruppo consiliare “Suvereto Protagonista” vogliamo ricordare ‒ continua Presenti ‒ che sono ben altre le “banalità” che abbiamo commentato in campagna elettorale (prima fra tutte la candidatura Unesco), e che il progetto Suvereto Borgo Smart è un progetto articolato e complesso ed implica il totale coinvolgimento dei cittadini come parte attiva. L’obiettivo non è solo pagare le bollette online o chiedere un certificato, ma un vero e proprio nuovo modello di governance. Assemblea popolare ha iniziato questo percorso non a parole, ma con i fatti già nella campagna elettorale, quando centinaia di cittadini, senza alcuna preclusione, sono stati coinvolti apportando progetti ed idee. Ricordiamo che il Comitato No Fusione prima ed Assemblea popolare dopo sono nati perché il cittadino non è stato coinvolto nelle scelte dell’amministrazione comunale di quel tempo e perché il cittadino vuole essere parte attiva.

In una fase così critica per l’economia il coinvolgimento autentico dei cittadini potrebbe diventare una risorsa in più in termini di idee e progetti fattibili per un vero sviluppo del territorio. In considerazione degli importanti finanziamenti europei previsti per queste tipologie rinnovative è auspicabile avere progetti fattibili nel cassetto ‒ conclude Presenti ‒ evitando che questi vengano dispersi oppure non utilizzati».

Luciano Presenti, Coordinamento Assemblea popolare

______________________________________

APERTO IL BANDO DEL PREMIO “ASI – IL GIOCO DEL LOTTO” SPORT E CULTURA

Toscana – La nona edizione della manifestazione del premio ideato dall’Asi per premiare chi diffonde la cultura dello sport è cominciata ed è stato aperto il bando di partecipazione. Riportiamo di seguito cosa fare per parteciparvi e ricordiamo che la scadenza è il 25 agosto 2014.

Giunge al nono anno consecutivo il Premio “Asi – Il Gioco del Lotto”  Sport&Cultura – Gli Oscar dello Sport Italiano”, promosso da ASI – Associazioni Sportive e Sociali Italiane, patrocinato dal CONI e in partnership con il Gioco del Lotto, un brand che figura tra i maggiori sostenitori dello sport italiano e che da sempre è al fianco di iniziative sportive di base e professionistiche. Il premio è realizzato anche in questa edizione con ICS, l’istituto di credito sportivo.

Possono  concorrere all’assegnazione degli Oscar dello Sport Italiano enti pubblici, associazioni, fondazioni, privati che abbiano realizzato o ristrutturato impianti sportivi, favorito l’attività sportiva e motoria o comunicato con successo l’essenza dello spirito dello sport  attraverso progetti o sponsorizzazioni. Gli interessati possono consultare il bando e scaricare il modulo di partecipazione sul sito www.premiosportecultura.it (per informazioni dgcomunicazione@gmail.com) ed inviare il materiale fotografico e la descrizione del progetto entro il 25 agosto 2014. I tre finalisti di ogni categoria verranno premiati dalla madrina d’eccezione Fiona May durante la Serata dei Vincitori in programma il 7 settembre a Roma, presso Mondo Fitness.

Quattro le categorie:

– IMPIANTISTICA SPORTIVA: amministrazioni comunali, provinciali e regionali che attraverso l’uso, l’edificazione o la ristrutturazione di impianti sportivi, abbiano favorito l’attività sportiva e motoria.

– MARKETING GESTIONALE E SPONSORIZZAZIONE SPORTIVA: aziende, agenzie pubblicitarie e organizzazioni di eventi che abbiano comunicato con successo lo sport come proprio valore di marca, sia attraverso campagne pubblicitarie che attraverso sponsorizzazioni; leghe, federazioni sportive, società sportive che abbiano creato innovazione di marketing gestionale.

– MULTIMEDIA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA: aziende, TV, agenzie di stampa, media e social media, che abbiano saputo sviluppare progetti di comunicazione o di community building intorno al mondo dello sport; aziende del settore produzione, diffusione e servizi che abbiano realizzato un prodotto o un servizio

sportivo di particolare contenuto innovativo.

– ETICA SPORTIVA – PREMIO FABRIZIO QUATTROCCHI: atleti, direttori di gara, dirigenti, tecnici o società sportive che si siano distinti per un gesto di alto valore etico formativo, o che abbiano contribuito alla diffusione dei valori dello sport. Il Premio Etica sportiva è intitolato a Fabrizio Quattrocchi, l’italiano ucciso in Iraq, medaglia civile al valore e appassionato di arti marziali.

 

Gli Oscar dello sport italiano vogliono diffondere e valorizzare le eccellenze del mondo sportivo del nostro Paese che ne alimentano la cultura, con importanti e positive ricadute sulla società. Come spiega Claudio Barbaro, Presidente ASI, invitando alla partecipazione tutti i soggetti in possesso dei requisiti: “Le quattro sezioni del concorso sono uno spaccato dei tanti segmenti sociali che si intrecciano nel mondo dello Sport. Che per essere culturalmente acquisito deve essere conosciuto e apprezzato in tutte le sue componenti: dall’atleta all’amministratore pubblico, dalle aziende innovatrici a quelle che scelgono lo sport come valore di marca, ovvero come esempio di salute, di aggregazione e di valori etici. Un mondo che – conclude Barbaro –,  non lo dimentichiamo, è uno dei maggiori contributi alla crescita della società tutta, in termini di qualità della vita e di investimenti”.

Presiede la Giuria (composta da Andrea Abodi, Italo Cucci, Guido D’Ubaldo, Eugenio De Paoli, e Daniele Masala), Manuela Di Centa, che dichiara: “Il ricco e interessante materiale inviato fino ad oggi dai concorrenti dimostra senza dubbio quanto grande sia l’impegno e la partecipazione di tutti coloro che hanno a cuore la causa dello sport e la sua divulgazione”.

Ufficio stampa: Diana Giorgio dianagiorgio@dianagiorgio.com, tel. +39 06-33111051, mobile +39 335-6662501

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.7.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    11 mesi, 24 giorni, 7 ore, 33 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it