NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 9 LUGLIO 2014

ROSSI: «VOGLIAMO UN POLO DI SMALTIMENTO NAVALE A PIOMBINO»

Firenze – Enrico Rossi firmerà l’intesa che manderà la Concordia a Genova, ma chiede in cambio al Governo i finanziamenti per costruire a Piombino un polo di smaltimento delle navi militari.

«Il prefetto Gabrielli mi ha chiesto di accordare la mia intesa alla ordinanza che consentirà di trasportare a Genova il relitto della Costa Concordia ‒ dichiara Enrico Rossi ‒. Intendo evitare contenziosi che non appartengono alla mia visione dei rapporti istituzionali. Quindi firmerò l’intesa, purché ovviamente si rispettino tutte le osservazioni e le prescrizioni che verranno dettate per le operazioni di rigalleggiamento e per il ripristino ambientale del sito su cui, da oltre 900 giorni, insiste quel rottame. Lealtà per lealtà, chiedo che contestualmente il Governo dia attuazione all’Accordo di programma per Piombino, che prevede l’assegnazione a quel porto di 44 mila tonnellate di navi militari da smaltire e che oggi stazionano in diversi porti del Paese. Bisogna cioè che si proceda allo stanziamento necessario, circa 40 milioni, perché l’Autorità portuale possa procedere con la gara per lo smaltimento».

Rossi esprime rammarico per il fatto che Piombino non sia neanche stata presa in considerazione e ribadisce i rischi da affrontare dal punto di vista ambientale. «Voglio aggiungere ‒ dice Rossi ai giornalisti ‒ che la Costa Concordia a Piombino avrebbe potuto anche risolvere una questione sociale enorme. Capisco che si colloca su un altro piano, ma devo farlo presente: una grande questione sociale esploderà a ottobre con 2000 cassintegrati, più o meno questa è la previsione che viene fatta a seguito della chiusura della siderurgia Lucchini».

Rossi attende un segnale concreto da parte del Governo «sull’accordo per il naviglio militare a Piombino, l’unico porto che ha ad oggi tutti i permessi in regola per lo smantellamento di questi scafi ‒ sottolinea il Governatore della regione Toscana ‒. Un accordo che è stato fatto ancora prima di sapere la destinazione di Costa Concordia (un relitto da 60 mila tonnellate contro le 44 mila delle navi militari) e che è l’anello di un progetto più generale, di filiera corta, per la ripresa della siderurgia a Piombino. Anche se Costa Concordia andrà a Genova questo non significa che il valore complessivo del progetto venga meno ‒ conclude Rossi».

_______________________________

UN RICORDO PER LUCIANO DI GREGORIO

Riceviamo e pubblichiamo un messaggio in ricordo di Luciano Di Gregorio, a firma di Rossano Pazzagli, Tiziano Arrigoni, Monica Pierulivo, Marisa Giachi, Mauro Carrara, Nora Carignani e Simonetta Tagliaferri.

«Luciano Di Gregorio era un amico, un uomo di grande levatura morale e di cultura, un professore giusto e competente, innamorato dei giovani e delle discipline che insegnava, per questo ricordato sempre con grande affetto e ammirazione dai tanti studenti che frequentarono le sue lezioni di Storia e Filosofia al liceo di Piombino.

Una figura che ha dato tanto alla comunità anche al di fuori della scuola, con il suo impegno politico e civile e la sua passione per la cultura e la conoscenza. Quest’ultima concretizzatasi attraverso l’esperienza del Centro piombinese di studi storici, di cui è stato a lungo presidente, e della rivista “Ricerche Storiche”; un’esperienza importante che abbiamo avuto la fortuna e il piacere di condividere con lui, traendone insegnamenti e coscienza dell’importanza della storia.

A noi piace ricordarlo allegro e cordiale come sempre, appassionato del sapere e delle persone e per questo attento indagatore di ogni problematica, aperto e generoso».

Rossano Pazzagli, Tiziano Arrigoni, Monica Pierulivo, Marisa Giachi, Mauro Carrara, Nora Carignani, Simonetta Tagliaferri

____________________

MERCATO COPERTO: BANDO PER DUE SPAZI

Piombino (LI) – Da mercoledì 9 luglio fino giovedì 7 agosto, sarà possibile fare domanda per l’assegnazione in concessione di due box all’interno del mercato coperto di proprietà comunale.

I posti o banchi disponibili riguardano uno spazio riservato alla vendita dei generi alimentari e non alimentari; il primo della superficie di 9,5 mq e un canone di concessione di 681,60 euro anni. L’altro box, di 9 mq per 648,92 euro anni.

Le istanze dovranno essere inviate, esclusivamente tramite raccomandata AR entro le ore 13.00 del 7 agosto, a: Comune di Piombino, Servizio Sviluppo Economico via Ferruccio 4, 57025 Piombino e dovranno riportare l’indicazione “partecipazione al bando per l’assegnazione di 2 box presso il mercato coperto di Piombino”.

Entro 30 giorni dalla scadenza sarà pubblicata la graduatoria, redatta secondo criteri che tengono conto della maggiore professionalità acquisita nell’esercizio del commercio su aree pubbliche. A parità di anzianità, si terrà conto dell’ordine cronologico di presentazione delle domande, mentre a parità di requisiti si terrà conto della minore età anagrafica del titolare o del legale rappresentante in caso di società. Info: ufficio attività produttive, via Ferruccio 4, tel. 0565-63457; www.comune.piombino.li.it

_____________________________

M5S CAMPIGLIA: «NOI RINUNCIAMO AI GETTONI DI PRESENZA»

Campiglia M.ma (LI) – Il Movimento 5 Stelle campigliese fa il resoconto del consiglio comunale durante il quale i pentastellati hanno rinunciato ai gettoni di presenza e durante il quale sono stati trattati argomenti come le linee programmatiche della nuova amministrazione, il piano triennale delle opere pubbliche e l’ approvazione del bilancio. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Il consiglio è iniziato alle 15.06 con un nostro atto: la rinuncia al gettone di presenza per attività consiliare e di commissione indicando la destinazione di tali risparmi (pari a circa euro 6.500 all’anno per tutti i gruppi) all’acquisto di beni di consumo per le scuole primarie ‒ inizia il M5S ‒. Al contrario i consiglieri del PD hanno scelto di destinare tali risorse al partito. Sembra tuttavia che ci siano difficoltà burocratiche per la realizzazione di tale semplice iniziativa. Aspettiamo la risposta ufficiale per decidere come procedere.

Successivamente ‒ dichiarano i pentastellati ‒ si è discusso sui criteri di nomina revoca e designazione degli incarichi all’interno delle società partecipate. Abbiamo proposto su tale argomento un emendamento in due parti: la prima prevede la precedenza, a parità di curriculum, per coloro che si trovino in stato di disoccupazione, la seconda prevede l’istituzione di una commissione dedicata alla funzione di cui sopra, formata da componenti scelti con criterio proporzionale dei rappresentanti eletti. Sulla prima parte, dopo una iniziale apertura da parte del PD, abbiamo assistito ad un loro dietrofront dovuto alla nostra dichiarata astensione sull’approvazione delle linee di indirizzo relative agli amministratori delle partecipate, in quanto il contenuto non è a nostro parere soddisfacente in quanto mancante della discussione in consiglio comunale e di trasparenza dei relativi provvedimenti. La seconda parte non è stata neanche portata in discussione per supposti vizi burocratici.

Relativamente al punto successivo ‒ continua il Movimento ‒, cioè la presentazione delle linee programmatiche della nuova amministrazione, abbiamo assistito ad oltre un’ora di belle parole e buoni intenti dei neo assessori, già per buona parte disattesi da un bilancio che vede di fatto inasprire la pressione fiscale sui cittadini ed un aumento enorme ed apparentemente ingiustificabile delle spese correnti del Comune. Abbiamo votato contro l’approvazione di tali linee dichiarando comunque, nello spirito costruttivo che ci appartiene, di dichiararci a favore dei singoli provvedimenti che, volta per volta, riterremo condivisibili. Continueremo ad impegnarci costantemente a cercare di migliorare la gestione del nostro Comune.

Relativamente alla votazione sul piano triennale delle opere pubbliche ‒ proseguono i 5 Stelle ‒, siamo usciti dall’aula come simbolico atto di protesta insieme alle altre opposizioni, in quanto riteniamo che un tale documento debba essere preventivamente portato a conoscenza di tutte le forze politiche e dei cittadini tramite un doveroso passaggio dalla commissione competente (urbanistica).

Dopo 4 ore di seduta si è poi proceduto alla votazione relativa all’approvazione del bilancio ‒ raccontano i pentastellati ‒. In prima istanza sono stati discussi i nostri tre emendamenti che hanno visto un voto contrario da parte della maggioranza. Esso è stato motivato in più punti: secondo l’attuale amministrazione i tagli ai costi della politica non sono necessari, perché già ridotti al minimo e inoltre le nostre riduzioni di spesa del 30 % per luce, acqua, gas, telefono sono state ritenute inattuabili. Naturalmente noi crediamo che un piccolo sacrificio economico da parte di tutto il consiglio, abolendo i gettoni di presenza e riducendo del 30 % le indennità di assessori e Sindaco sia doveroso in questo momento di crisi economica e le nostre previsioni di riduzione di spesa sarebbero servite come obbiettivo di medio termine per riuscire finalmente a diminuire, dopo anni di vertiginosa e incessante risalita, le spese correnti del nostro Comune.

Infine è stato discusso il bilancio nella sua totalità ‒ scrive il M5S ‒. Noi abbiamo espresso il nostro voto nettamente contrario a questo bilancio nel quale si continua a programmare la spesa annuale in maniera troppo allegra senza puntare a una forte riduzione delle spese improduttive che sarebbero dovute andare a vantaggio di una minore tassazione o all’impiego delle risorse verso investimenti virtuosi. Non ci siamo fermati al semplice no, lo abbiamo motivato nelle parti più critiche con numeri alla mano, ma soprattutto abbiamo offerto delle proposte da sviluppare nei prossimi giorni e mesi:

– Obbiettivo riduzione TASI, prendendo esempio da comuni come Ragusa, Assemini, Camporosso, Olbia che non hanno fatto pagare questa tassa ai cittadini insistendo sulla riduzione degli sprechi, delle consulenze, la gestione oculata delle risorse e l’impiego di una parte del vecchio avanzo di amministrazione;

– Obbiettivo riduzione TARI attraverso l’implementazione della tariffa puntuale. Noi vorremmo che venisse sperimentata in un quartiere pilota, dove attraverso la raccolta differenziata porta a porta, in cui si paghi la quota per lo smaltimento dei rifiuti in proporzione alla quantità di materiale prodotta e alla qualità del rifiuto differenziata, secondo il principio europeo “chi più inquina più paga”. Questa sistema è già operativo nei comuni di Capannori, Parma, Ponte delle Alpi etc.

Il consiglio è terminato con la convocazione delle commissioni consiliari I, III, IV per l’elezione dei presidenti e vice-presidenti in data 8 luglio alle 20.30 alla Saletta Comunale G. La Pira ‒ conclude il Movimento».

Movimento 5 Stelle Campiglia M.ma

_________________________________

SUVERETO: NASCE IL MERCATO AGRICOLO E “SUVERETO KMZERO”

Suvereto (LI) – Il Comune lancia il mercato contadino: i primi due esperimenti ci saranno sabato 26 luglio e sabato 9 agosto dalle 7.30 alle 12.30 in via Leporatti. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Il programma elettorale di Assemblea Popolare prevedeva una specifica attenzione per le aziende agricole ‒ scrive il Comune suveretano ‒, incoraggiando le produzioni di qualità e promuovendo nuovi spazi di commercializzazione. A distanza di  un mese dall’insediamento la nuova Giunta, su iniziativa del vice-sindaco e assessore all’agricoltura e al commercio Jessica Pasquini, ha deliberato l’istituzione di un mercato agricolo che si svolgerà in via sperimentale per due sabati, il 26 luglio e il 9 agosto dalle 7.30 alle 12.30, nel capoluogo in via Leporatti, il cosiddetto Pian della Fonte ai piedi delle mura del centro storico. Con la stessa delibera sono stati approvati il regolamento del mercato “Suvereto kmzero” e l’avviso per la partecipazione degli agricoltori, che potranno scaricare la domanda di partecipazione anche da internet all’indirizzo http://suvereto.etrasparenza.it/index.php?id_oggetto=11&id_doc=53992&id_sez_ori=0&template_ori=3 La domanda di partecipazione dovrà arrivare in Comune entro il 23 luglio.

Il mercato è riservato prioritariamente ai produttori agricoli che operano nel Comune di Suvereto ‒ scrive l’amministrazione comunale ‒, ma possono partecipare anche quelli dei Comuni limitrofi le cui aziende siano ubicate in aree svantaggiate ai sensi delle direttive comunitarie. Il Comune mette a disposizione 20 posteggi per ogni mercato, esonerando gli agricoltori dal pagamento del suolo pubblico. Possono partecipare gli imprenditori agricoli singoli o associati, iscritti negli elenchi dei coltivatori diretti e/o degli IAP, associazioni, consorzi e cooperative operanti nel settore.

Il progetto ‒ continua il Comune ‒ ruota attorno ad alcuni obiettivi principali: evidenziare la filiera corta, sostenere i produttori locali e favorire il consumo consapevole di prodotti freschi e di qualità al giusto prezzo. Si intende inoltre sviluppare una sinergia con la rete commerciale fissa favorendo la vendita dei prodotti agricoli “kmzero” stabilmente anche nelle botteghe del centro storico. Mentre promuove l’agricoltura, il mercato contadino rappresenterà anche un momento di animazione turistica di Suvereto nel mezzo dell’estate.

“Oltre ad incoraggiare le produzioni agricole locali – afferma il vicesindaco Jessica Pasquini – la nostra l’iniziativa si propone di aiutare il consumatore, residente o turista, a trovare cibo sano, fresco e locale, un’occasione dove il piccolo produttore può far conoscere il proprio lavoro, le tradizioni rurali e il paesaggio della nostra terra. Se funzionerà, come noi auspichiamo, ci impegneremo ad aprire un tavolo di concertazione tra produttori e commercianti per dare corpo al progetto filiera corta”. Per questo il regolamento approvato prevede il monitoraggio del gradimento del nuovo mercatino da parte di produttori e ‒ conclude l’amministrazione ‒ cittadini».

Comune di Suvereto

_______________________________

PRESENTAZIONE DEL LIBRO «LE ZAMPE SUL PALLONE» DI MELISANDA MASSEI AUTUNNALI.

Appuntamento sabato 12 luglio 2014 alle 18, presso il piazzale d’alaggio (Piombino), con la presentazione de «Le zampe sul pallone. Gatti mondiali» (ed. Il Foglio) di Melisanda Massei Autunnali, collaboratrice de «Il Tirreno». L’iniziativa si svolge nell’ambito della Festa Marinara del Pd, organizzata dal Circolo Centro E. Berlinguer. Interverranno l’autrice e l’editore Gordiano Lupi.

«Le zampe sul pallone», uscito in tutta la Toscana e sui circuiti Internet circa un mese fa, racconta l’estate di una classe di gatti e di un professore umano alle prese con gli esami di riparazione e innumerevoli conflitti. Sullo sfondo, i Mondiali di calcio, che diventano, spiega l’autrice, «lo spunto di partenza per una riflessione sulla diversità: non sono quella tra chi ama e il calcio e chi no, ma, più in generale, tra mondi dissimili alla capaci di trovare convergenze nel dialogo e nel rispetto reciproco». Il libro segue di un anno «La coda sotto il banco», fortunato romanzo d’esordio della Massei, che ne «Le zampe sul pallone» ne recupera tematiche e personaggi.

__________________________

ANCORA “EVENTI DA VIVERE” NEI PARCHI DELLA VAL DI CORNIA 

Proseguono gli appuntamenti con gli eventi nei Parchi e Musei della Val di Cornia. Questa settimana si inizia giovedì 10 luglio dalle ore 18.30, al Parco archeologico di Baratti e Populonia presso l’installazione Turuscia con “I giovedì di BACO”: visita all’installazione e a seguire, dalle 20.30 circa, aperitivo con presentazione del libro di Marzio Verrucci “Un viaggio autobiografico nella filosofia dell’Habitat”. L’evento, gratuito, è organizzato da B.A.CO in collaborazione con Parchi Val di Cornia SpA e Comune di Piombino.

incontro tra cinema, archeologia, astronomia.  Un viaggio alla scoperta della scienziata e filosofa di IV secolo che difese il libero pensiero con interventi di Cinzia Murolo, curatore Museo archeologico, Paolo Volpini, divulgatore scientifico Associazione Astrofili di Piombino e Nicola Calocero, produzioni Audiovisive Fondazione Musica per Roma.

Dalle ore 21.00, verrà proiettato, a cura di Officine Club, il film “Agora” di Alejandro Amenábar, con introduzione di Nicola Calocero. Possibilità di apericena al Bar “In Cittadella”.

Sabato 12 luglio dalle 21.00 al Parco archeologico di Baratti e Populonia torna la “Notte Etrusca”, una suggestiva visita sotto il cielo degli Etruschi. Avvolti dall’atmosfera della sera, la magia di un percorso in notturna nella necropoli di San Cerbone accompagnati da guide in costume etrusco e romano. Prima della visita è possibile cenare al ristorante del Parco “I Tretruschi” che propone una “cena etrusca”.

Per informazioni e prenotazioni degli eventi:
Ufficio informazioni Parchi Val di Cornia, Tel. 0565 226445 – fax 0565 226521 – email prenotazioni@parchivaldicornia.it – www.parchivaldicornia.it

__________________

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.7.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    11 mesi, 24 giorni, 7 ore, 34 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it