NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 2 LUGLIO 2014

M5S: «IL PD LASCI LA PRESIDENZA DI GARANZIA ALL’OPPOSIZIONE»

Piombino (LI) – Il Movimento 5 Stelle piombinese si chiede se durante il secondo Consiglio comunale il Pd sarà davvero democratico e permetterà a un membro dell’opposizione di diventare Presidente del Consiglio. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Giovedì 3 luglio 2014 si terrà il secondo Consiglio Comunale ‒ iniziano i pentastellati ‒,  all’interno del quale si procederà alla votazione del Presidente del  Consiglio Comunale. Il neosindaco Giuliani, nel suo discorso di investitura, palesava la  propria volontà di creare un rapporto costruttivo e di collaborazione  nel nuovo Consiglio Comunale. Ci abbiamo creduto!

Tutta l’opposizione ‒ continua il Movimento ‒ (Forza Italia, Rifondazione Comunista, Un’Altra Piombino e MoVimento 5 Stelle, con la sola esclusione di Ascolta Piombino che si è astenuta), individuando nella Presidenza un importante strumento di garanzia e controllo del normale svolgimento dell’attività democratica del Consiglio Comunale, si è espressa per  assegnare tale ruolo ad un membro esterno alla maggioranza. Abbiamo così indicato unitariamente Susy Ninci, esponente del  MoVimento 5 Stelle. Il PD ha ritenuto di non cogliere questa opportunità proponendo un  candidato di bandiera: Angelo Trotta.

Durante la prima votazione nessuna delle 2 proposte, Trotta e Ninci, ha ottenuto la maggioranza qualificata dei 2/3 più uno e tutto è stato rimandato al Consiglio Comunale che si terrà appunto giovedì.

Approfittiamo dell’occasione per ricordare come in questi giorni, a  Livorno, il sindaco della città Filippo Nogarin (MoVimento 5 Stelle)  insieme alla maggioranza dei suoi Consiglieri abbiano deciso di  lasciare la Presidenza del Consiglio all’opposizione e in particolare  a Giovanna Cepparello di “Buongiorno Livorno”.

Ci chiediamo se giovedì 3 luglio 2014 Giuliani ed il PD locale saranno abbastanza lungimiranti da compiere un atto altrettanto democratico  oppure se proseguiranno sulla stessa linea che si sono posti fin dall’inizio. Sicuramente il PD dispone dei voti per imporre la propria scelta, visto che, in mancanza di un’elezione alla prossima votazione, a Trotta basteranno solamente 13 voti per essere eletto ‒ concludono i 5 Stelle‒».

Movimento 5 Stelle Piombino

 ___________________________________

ZTL A CAMPIGLIA: ORARI E DIVIETI

Campiglia M.ma (LI) – L’amministrazione campigliese comunica date e orari della ztl estiva. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«È in vigore la ZTL estiva nel centro storico di Campiglia ‒ inizia l’amministrazione ‒. È attiva dal 30 giugno e lo sarà fino alle ore 24.00 di domenica 31 agosto 2014. Sono interessate le strade all’interno delle mura del Capoluogo nonché nel tratto di strada adiacente la caserma dei Carabinieri, facente parte integrante di Piazza Gallistru, in via A. Moro e in via XXV Luglio (fra via Mussio e via Cavour), con la seguente regolamentazione: dalle ore 18.00 alle ore 24.00 divieto di transito e sosta per tutti gli autoveicoli e ciclomotori che non siano autorizzati dalla polizia municipale in qualità di aventi diritto. Hanno diritto alle autorizzazioni i cittadini residenti anagraficamente nel centro storico del Capoluogo (sono compresi i cittadini residenti nel tratto di strada di Piazza Gallistru, antistante la caserma CC – via A. Moro – via XXV Luglio) e i cittadini residenti e non nel centro storico, proprietari e/o utilizzatori di autorimesse ubicate nel centro storico. Per approfondimenti e informazioni la polizia municipale è a disposizione (tel. 0565-839333). Le persone che, avendone diritto, non hanno ancora ritirato le autorizzazioni possono farlo nei giorni feriali dalle ore 09.00 alle ore 12.00 al comando della Polizia municipale a Venturina Terme.

Saranno rilasciate autorizzazioni provvisorie al transito e alla sosta da parte degli Agenti della Polizia municipale in servizio ‒ continua l’amministrazione ‒, subordinate alla verifica, da parte di questi ultimi, della reali esigenze dei richiedenti, solo dalle ore 18.00 alle ore 20.00, con limitazione temporale (di norma di mezz’ora), di direzione, di sosta e con esclusione di Piazza della Repubblica.

Sono esclusi dalle disposizioni ZTL  e, quindi, possono transitare e sostare liberamente dove è consentito: i velocipedi; i ciclomotori condotti a mano a motore spento; i veicoli di soccorso e di Polizia; i veicoli condotti o al servizio di persone invalide munite dell’apposito contrassegno di cui all’art. 381 del Reg. del C.d.S.; i veicoli utilizzati per la raccolta della N.U.; i veicoli in servizio di pronto intervento (Comune, ENEL, Telecom, ASL, ASA ecc.) recanti un contrassegno specifico e, in quanto tali, palesemente identificabili; i veicoli condotti da medici ASL, o loro sostituti, in servizio per visite domiciliari. Alcuni parcheggi ‒ conclude l’amministrazione ‒ in determinati orari sono riservati ai residenti, quindi fare attenzione alla segnaletica».

Amministrazione comunale Campiglia M.ma

 _____________________________

COPPOLA: «LA MALAPOLITICA DEL CONSENSO»

Piombino (LI) – Luigi Coppola, segretario provinciale dell’Udc, precisa che l’accordo di programma non ha mai menzionato la Concordia e che certi politici si sono approfittati della situazione. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Ora la colpa è tutta del governo e di Renzi! Mi sembra una lettura troppo semplificativa ‒ inizia Coppola ‒, sarebbe opportuno che qualcuno si facesse un esame di coscienza. Per quel che so non vi è una sola dichiarazione di autorevoli esponenti del governo che abbia parlato di portare la Concordia a Piombino. È stato firmato un accordo di programma, che a mio avviso era di fatto un protocollo di intesa, che diceva cose chiare, forse non precise, ma che mai ha menzionato la Concordia.

Ricordo che è diventato il cavallo di battaglia di partiti ‒ continua Coppola ‒, sindacati ed associazioni di categoria, che lo hanno sbandierato come la panacea di tutti i mali, nonostante vi fosse qualcuno che avesse invitato alla prudenza. Purtroppo il nostro comprensorio è diventato marginale rispetto a disegni più ampi e credo che il problema non sia legato affatto al bacino elettorale, bensì ad una metodologia ed un sistema tradizionale nell’affrontare le questioni che nell’Europa del 2014 non è più concepibile. Ora è il momento di voltare pagina, di chiudere con i poteri locali consolidati e trasversali, aprendo un nuovo percorso fatto di opportunità da cogliere in modo serio e concreto, senza tatticismi strumentali a disegni poco oggettivi ed irrealizzabili.

D’altra parte l’elenco di aspettative andate in frantumi è lungo ed a breve potrebbe addirittura allungarsi. Ripartiamo dal salvataggio del salvabile nell’ambito siderurgico, ed alle bonifiche che con i pochi mezzi a disposizione si potranno fare, ma è ovvio che serve una cambiamento radicale della mentalità e dei metodi utilizzati fino ad oggi. Il consenso non è l’unico obbiettivo, una classe dirigente autorevole pensa alle generazioni future ‒ conclude Coppola ‒ e non agli interessi incancreniti delle proprie botteghe, nonostante sembra che abbiano ancora clientela».

Luigi Coppola

_________________________________

FERRARI RISPONDE A FABIANI: «ADESSO DOBBIAMO PENSARE A UN DIALOGO TRA LE FORZE POLITICHE»

Riceviamo e pubblichiamo integralmente. 

«Rimaniamo stupiti nel leggere quanto dichiarato dal segretario PD della Val di Cornia nei quotidiani locali a seguito della decisione del Consiglio dei Ministri sulla Concordia. Ci vuol coraggio a ringraziare quella politica rivelatasi incapace a gestire le problematiche piombinesi e soprattutto ci vuole coraggio ad accusare la destra locale per il suo silenzio: ricordiamo a Fabiani che le decisioni su Piombino sono state adottate in un contesto politico monocolore, dove il Pd governa lo Stato, la regione, la provincia ed il Comune di piombino ed è soltanto a quel contesto politico che devono essere attribuite responsabilità. Ma l’autocritica nel “democratico partito” non è mai riuscita, arrivando persino oggi a “lodarsi” per le sconfitte ai danni dei cittadini piombinesi.

Prima delle elezioni certi politici davano per certo l’acquisto della Lucchini da parte di un arabo e l’arrivo della Concordia; dopo il 25 maggio le tristi verità. In un Paese civile qualcuno si dovrebbe assumere le responsabilità di ciò. Del resto, lo stesso Governatore Rossi ha più volte affermato pubblicamente che sulla questione Concordia ne andava del suo futuro.
Siamo amareggiati perché vorremmo che i piombinesi non credessero a tutto quello che vien detto loro da una parte politica. Ma siamo prima ancora preoccupati perché adesso le prospettive per la nostra città sono inquietanti. Inutile dire “lo avevamo detto”; non servirebbe a niente.

Adesso, con senso di responsabilità, tutte le forze politiche, di maggioranza e di opposizione, devono lavorare per creare lavoro, per aiutare i cittadini in difficoltà, per costruire un futuro. Ci auguriamo che il PD locale non si senta unto dal Signore ma che cerchi un dialogo e sia propenso a considerare le proposte delle forze di opposizione. Un primo passo verso questo percorso potrebbe già essere fatto alla seduta di domani, 3 luglio, quando il Consiglio Comunale dovrà nominare il Presidente del Consiglio. Il nostro gruppo consiliare aveva già alla prima seduta proposto che quella carica fosse assegnata alle forze di minoranza (come del resto è stato fatto pochi giorni fa a Livorno): sarebbe un importante gesto di responsabilità e di apertura ad un dialogo, fondamentale a superare i molti problemi cittadini».

Francesco Ferrari
Gruppo consiliare Ferrari Sindaco

________________

ENEL METTE IN GUARDIA DAL PERICOLO TRUFFE

Con l’inizio di luglio e l’inoltrarsi della stagione estiva aumenta il pericolo truffe che possono essere messe in atto da sconosciuti che si presentano alle porte come dipendenti Enel facendo un danno all’immagine dell’Azienda e ai Clienti stessi.

Ecco i consigli di Enel Energia per riconoscere i dipendenti e gli agenti del Gruppo Enel e tutti i servizi garantiti dal Punto Enel Energia di Piombino, che rimane aperto tutta l’estate:

1. Pretendere sempre l’esibizione del tesserino Enel di riconoscimento: tutti i dipendenti Enel sono in possesso di un tesserino plastificato con logo aziendale, foto e dati di riconoscimento, al pari degli agenti specializzati di Enel Energia – Società del gruppo Enel che opera sul mercato libero – che presentano a domicilio le offerte. Se qualcuno si presenta a nome dell’azienda bisogna sempre chiedere di visionarlo; in ogni caso gli agenti Enel Energia, così come di altre Società, possono presentarsi al domicilio dei Clienti per proporre le offerte luce e gas. Le visite degli agenti possono essere annunciate tramite volantini che specificano che si tratta della Società di Enel che opera sul libero mercato. L’importante è che non venga comunicato che è obbligatorio cambiare contratto. Il Cliente è libero di decidere se aderire o meno alle proposte che gli vengono esposte.

2. Non accettare nessuna transazione economica a domicilio: Enel ricorda che nessuna forma di riscossione o restituzione di denaro viene effettuata a domicilio;

3. Per quanto riguarda le verifiche dei contatori, Enel Distribuzione effettua periodicamente dei controlli a distanza dei gruppi di misura per garantirne il corretto funzionamento. In alcuni casi occorre una verifica del contatore direttamente sul posto attraverso il proprio personale qualificato, il quale è comunque sempre munito di tesserino plastificato con foto e i dati essenziali per il riconoscimento. Anche in questi casi, il personale Enel che interviene sul posto non è autorizzato a chiedere né accettare pagamenti dai Clienti.

Per ogni chiarimento o ulteriore informazione i Clienti possono contattare il numero verde Enel Servizio Elettrico 800900800 oppure Enel Energia 800900860 o recarsi direttamente al Punto Enel di Pistoia in via della Repubblica 62 che rimane aperto tutta la stagione estiva dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle 15:00. Su enelenergia.it, inoltre, è possibile rintracciare tutti i Punti Enel Partner presenti sul territorio. Per i guasti, è possibile contattare il numero verde 803500.

_____________

ARTE: DOMANI L’INAUGURAZIONE DEL BARATTI PAVILLON

Giovedì 3 luglio alle 20.30, all’ingresso del Parco archeologico di Baratti, verrà inaugurata la prima edizione di “Baratti Pavillon”, manifestazione annuale ideata dall’associazione culturale BACo (Baratti Architettura e Arte Contemporanea) Archivio Vittorio Giorgini, in collaborazione con Parchi Val di Cornia SPA – Parco Archeologico di Baratti-Populonia, Comune di Piombino e Tenuta Poggio Rosso.

L’idea, che prende spunto dalla più nota Serpentine Pavilion di Londra, consiste nel realizzare ogni anno una installazione artistico-architettonica temporanea, di facile costruzione/montaggio e in materiali riciclabili, attraverso un workshop residenziale di autocostruzione che servirà poi ad ospitare il calendario di eventi stagionali di BACo, in cui architettura, arte, cinema, musica e teatro saranno chiamate a confrontarsi per ibridarsi attorno al tema della cura del paesaggio e dei luoghi dell’abitare.

Giovedì sera, dunque, verrà inaugurata l’installazione realizzata per questa prima edizione, denominata “Turuscia”, e verrà presentata la stagione estiva, che prevede un ricco calendario di incontri ed eventi culturali, in cui non mancheranno ospiti che aiuteranno a interpretare e capire progetti, temi e problemi dell’architettura contemporanea, oltre a protagonisti del mestiere che racconteranno le esperienze in cui la sinergia tra le risorse archeologiche, paesaggistiche, architettoniche e agricole hanno saputo incentivare un nuovo turismo culturale.

Presenzieranno alla serata, preceduta da un aperitivo, Marco Del Francia, Presidente dell’Associazione BACo; Luca Sbrilli, Presidente Parchi val di Cornia; Paola Pellegrino e Martina Pietrelli, rispettivamente Assessore alla Cultura, Beni Culturali e Paesaggistici e Assessore alle Politiche Territoriali, del Comune di Piombino; Ivano Monelli della Tenuta Poggio Rosso.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.7.2014. Registrato sotto Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 2 LUGLIO 2014”

  1. Astuto Cacciatore

    “Il consenso non è l’unico obbiettivo, una classe dirigente autorevole pensa alle generazioni future ‒ conclude Coppola ‒ e non agli interessi incancreniti delle proprie botteghe, nonostante sembra che abbiano ancora clientela».” Giusto, ma il consenso è la base di questo potere partitocratico, ne è la garanzia, e quando il potere è l’unico scopo(come nel caso dei nostri amici piddini) basta e avanza.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 7 ore, 18 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it