CAMPIGLIA M.MA: LA NUOVA GIUNTA E PRIMA SEDUTA DEL CONSIGLIO

la nuova giunta comunale

il consiglio comunale

la nuova giunta comunale

la nuova giunta comunale campigliese

La presentazione ufficiale della sua squadra il sindaco Rossana Soffritti l’ha fatta nella prima seduta del consiglio comunale. Cinque assessori di cui una riconferma della precedente giunta e quattro nuovi ingressi. La giunta sarà composta da Jacopo Bertocchi proveniente dalla passata giunta, e poi Vito Bartalesi, Massimo Battaglia, Viola Ferroni e Alberta Ticciati.

In seguito i commenti del Movimento 5 Stelle e di Comune dei Cittadini alla prima seduta.

Jacopo Bertocchi, nato a Campiglia Marittima il 4.10.78 e residente a Venturina Terme, laurea in scienze politiche, avrà la nomina di vicesindaco e le deleghe alla cultura, beni culturali, turismo, politiche giovanili e comunicazione.

Vito Bartalesi, nato a Pomarance Pisa il 9.4.57 residente a Venturina Terme, diploma di perito tecnico, avrà le deleghe all’urbanistica, lavori pubblici, ambiente e polizia municipale

Massimo Battaglia, nato a Piombino l’11.6.73, residente a Venturina Terme, laurea in economia, dottorato in economia e organizzazione delle imprese, ricercatore alla Scuola Superiore S. Anna di Pisa, assume le deleghe agli affari generali, sburocratizzazione, finanziamenti europei, processi partecipativi, attuazione del programma.

Viola Ferroni, nata a Piombino il 24.7.89 residente a Campiglia M.ma, diploma di perito commerciale, impiegata seguirà bilancio, sviluppo economico e delle imprese, politiche per il centro storico.

Alberta Ticciati, nata a Piombino 1.8.85 residente a piombino, laurea in sistemi e progetti di comunicazione, residente a Piombino, impiegata, si occuperà di servizi sociali, servizi educativi, istruzione e sport.

Il sindaco mantiene le deleghe al personale, difesa del suolo e protezione civile.

Viola Ferroni e Alberta Ticciati erano state elette nella lista di Campiglia Democratica per il consiglio comunale ma entrando in giunta non ne faranno parte, dato che lo statuto comunale fissa l’incompatibilità dei ruoli di assessore e consigliere,l siederanno quindi sui banchi del consiglio i candidati che hanno sommato maggior numero di voti: Agnese Bimbi e Lorenzo Lelli.

il consiglio comunale

il consiglio comunale

Gruppi consiliari. Gruppo di maggioranza, Campiglia Democratica, che ha come capogruppo Stefano Sicurani, Movimento Cinque Stelle capogruppo Daniele Fioretti; Comune dei Cittadini capogruppo Daniele Scafaro, la lista Scelta Civica di Centro Destra assume per il gruppo consiliare la denominazione di Forza Italia Scelta Civica di Centro Destra con capogruppo Federico Pazzaglia.

Commissione elettorale: Piazza, Pini, Liberati (supplenti Bimbi, Bordo, Fioretti).

Commissioni consiliari:

Commissione 1: Agnese Bimbi, Elisa Liberati, Francesco Bordo, Niccolò Pini, Moreno Burattini;

Commissione 2: Paolo Fiorenzani, Lorenzo Lelli, Federico Pazzaglia, Moreno Burattini, Francesco Bordo, Giovanni Piazza, Daniele Scafaro;

Commissione 3: Fabio Bardocci, Lorenzo Lelli, Anna Banti, Daniele Fioretti, Daniele Scafaro;

Commissione 4: David Gori, Giovanni Piazza, Niccolò Pini, Debora Maccanti, Stefano Sicurani, Daniele Fioretti, Federico Pazzaglia.

______________________

M5S: «IGNORATA LA RICHIESTA SULLA PRESIDENZA DELLA 2a COMMISSIONE»

Il Movimento 5 Stelle campigliese, che alle scorse elezioni comunali ha preso il 18,93% delle preferenze, commenta l’esito del primo Consiglio Comunale durante il quale la richiesta della Presidenza della 2a commissione (con funzioni di vigilanza e di controllo) non è stata considerata. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Oggi martedì 10/06/214 si è svolto a Campiglia il primo Consiglio Comunale di questa legislatura ‒ scrivono i 5 Stelle ‒, il primo che vede presenti due portavoce del Movimento 5 Stelle, al termine della fase istituzionale con le presentazioni della nuova Giunta e la nomina dei componenti delle Commissioni Consiliari si è riunita la 2a commissione (quella relativa, tra le altre a Bilancio e Società partecipate).

Pur avendo, il Comune di Campiglia, recepito a Statuto la possibilità di concedere alle minoranze la Commissione Speciale di controllo e vigilanza, negli anni questa commissione non è mai stata insediata ‒ continua il Movimento ‒. Visto ciò come Gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle, di concerno con gli altri gruppi di minoranza, abbiamo ritenuto opportuno richiedere la Presidenza della 2a commissione, che riteniamo l’unica che possa realmente surrogare le funzioni di vigilanza e di controllo, compito per il quale esiste costituzionalmente la minoranza. Tale proposta è stata, di fatto, non considerata dalla attuale maggioranza che ha deciso di forzare per la votazione del Presidente, senza tenere in alcuna considerazione le richieste pose.

Prendiamo atto di questa volontà politica e, da esso, partiremo per un ancora maggiore impegno nel cercare di informare i cittadini sull’operato della Giunta, del Consiglio e dei singoli Organi e delle partecipate Comunali, fedeli all’impegno preso con gli elettori ed in piena sintonia con lo spirito fondante del Movimento 5 Stelle. Ci auguriamo che la proposta delle forze di minoranza di istituire una commissione di Garanzia e Controllo, sulla gestione delle Partecipate venga accettata e resa operativa ‒ concludono i pentastellati ‒ già nel prossimo Consiglio Comunale».

Movimento 5 Stelle Campiglia – Venturina

______________________

CDC: «BRUTTO INIZIO PER IL PRIMO CONSIGLIO COMUNALE»

La lista civica Comune dei Cittadini, cha alle scorse comunali ha totalizzato il 16,56% delle preferenze, commenta l’esito del primo Consiglio Comunale campigliese: vane le promesse sulla riduzione dei costi della politica e sbagliato aver consentito a Pazzaglia di aggiungere Forza Italia alla sua Lista Civica di Centro Destra. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Dopo giuramento e verifica delle incompatibilità il Sindaco ha presentato la Giunta: cinque assessori, come la precedente, una sola conferma, due donne. Nessuna presentazione dei loro profili e delle loro competenze. Nessuna comunicazione sulle indennità che percepiranno e sulle ragioni che hanno indotto a non ridurre il numero degli assessori, come noi avevamo proposto. Cosa che a Campiglia non solo è possibile, ma addirittura utile per rendere più organico il lavoro amministrativo. Le promesse sulla riduzione dei costi della politica sembra già passata, almeno nella coalizione di Campiglia Democratica.

Inoltre,nonostante l’elevato numero di assessori, non mancano le polemiche tra gli alleati di maggioranza. Sul profilo facebook dell’ex assessore socialista Benedettini si legge che “la novità più grossa è rappresentata dal fatto che il partito socialista non ha un rappresentante in giunta” e che “l’alleanza è finita (almeno credo) prima ancora di iniziare il cammino consiliare”

Ai gruppi consiliari non è stata data la possibilità di dire nulla sulla Giunta. A loro è stato consentito solo d’indicare il loro capogruppo: Sicurani per Campiglia Democratica, Fioretti per il M5S, Scafaro per il Comune dei Cittadini, Pazzaglia per la lista civica di Centro Destra.

Unica comunicazione politica quella del Sindaco che ha riferito la volontà del rappresentante della “lista civica di Centro Destra” di cambiare il nome aggiungendo Forza Italia. Nessuna obiezione dei gruppi consiliari. L’unica eccezione è stata sollevata dalla lista Comune dei Cittadini evidenziando dubbi sulla possibilità di cambiare nome ad un lista all’indomani del voto. Il problema, prima ancora che giuridico, ci pare politico e di rispetto verso gli elettori, indipendentemente dal gruppo che lo propone. Chi ha votato la lista civica di centro destra non è detto che avesse intenzione di votare Forza Italia che non è certo l’unica formazione di quello schieramento politico. E’ come se la lista civica Comune dei Cittadini, a pochi giorni dal voto, avesse proposto di aggiungere al proprio nome quello di un partito.

Nessun gruppo ha colto quella che a noi sembra una alterazione della volontà dei cittadini, a prescindere da chi la compie. Spetta alle istituzioni impedire confusione e trasformismi nel rapporto tra elettori ed eletti.

Brutto inizio.

Comune dei Cittadini

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.6.2014. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

3 Commenti per “CAMPIGLIA M.MA: LA NUOVA GIUNTA E PRIMA SEDUTA DEL CONSIGLIO”

  1. paolo

    ma nella presentazione delle asessore si son dimenticati di dire che si tratta di mogli del su marito e figliole del su babbo. Complimenti!

  2. Luca

    e’ SI’… AVERCI IL MARITO SEGRETARIO aiuta nel fare carriera politica… in compenso a San Vincenzo l’assessore c’aveva il babbo sindaco… la trasparenza del partitone è sempre più evidente…

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 12 giorni, 6 ore, 58 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it