NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 17 APRILE 2014

PREMIO MARICOVICH: DARIO RICCI 2° CLASSIFICATO CON «LA LEGGENDA DEL FARO» 

Roma – Mercoledì 16 aprile presso il Circolo Ufficiali della Marina Militare di Roma si è tenuta la quinta edizione del premio Carlo Manricovich. Premiati venti libri, e 13 articoli. Tra questi anche «La leggenda del Faro» del piombinese Dario Alfonso Ricci. Nella quinta edizione del premio letterario  tornano di scena i migliori testi italiani dedicati al mare e i suoi omaggi-icone, cimeli del mondo della vela e delle regate che accendono la fantasia dei capitani da biblioteca.

A dare coraggio a tutti Patrizia Melani Marincovich, e con lei tanti sportivi, navigatori e ammiragli della Marina militare che nel loro austero circolo romano hanno “adottato” il ricordo del grande giornalista del mare e della Formula 1 che scriveva su Repubblica.

Dario Alfonso Ricci, 2° classificato nella sezione “cultura del mare”  –  narrativa con il libro “La leggenda del faro” che racconta la difficile vita di isolamento dei “guardiani” e stato premiato da  Alessandro Rinaldi, responsabile del settore Vela d’altura del Circolo Canottieri Aniene di Roma e skipper che ha donato allo scrittore il “guidone del Circolo” montato sul plurivincitore TP52.

__________________________

CALLAIOLI: «MARCEGAGLIA & CO. VOGLIONO CHIUDERE PIOMBINO»

Piombino (LI) – Il candidato sindaco di Rifondazione comunista, Fabrizio Callaioli, sostiene che il governo voglia chiudere l’altoforno per spostare la produzione di 4 milioni e mezzo di tonnellate di acciaio all’anno altrove. Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato.

«Lunedì scorso ‒ scrive Callaioli ‒, Renzi, dopo aver consultato Berlusconi, ha nominato Moretti, quello delle Ferrovie dello Stato (che addirittura doveva diventare ministro), la Marcegaglia, già presidente di Confindustria, nonché la costruttrice Todini, berlusconiana di ferro, ai vertici delle aziende di Stato. Contemporaneamente, in piazza Gramsci, i sindacati recitavano il de profundis della fabbrica. Ormai niente più lotte (come se fossero mai iniziate), si ragiona solo di ammortizzatori sociali. Il governo (e quindi il PD) non vuole lotte, sennò poi magari le multinazionali che lo appoggiano si potrebbero arrabbiare.

Quindi non si apre un dibattito ‒ continua il candidato Sindaco ‒, terminato l’epitaffio della siderurgia si spengono i microfoni: non un’analisi sul fatto che, proprio dalla Marcegaglia in giù, sono in tanti a tifare per la chiusura di Piombino, perché se si chiude l’altoforno, qualcun altro si prenderà la produzione di 4 milioni e mezzo di tonnellate di acciaio all’anno; la ricchezza dei Piombinesi si sposterà nelle tasche di altri. Nardi, che ormai da tempo non ha la nostra fiducia, non è l’unico responsabile, egli non è un semplice curatore fallimentare incaricato dal tribunale, è un commissario nominato dal governo, ed è chiaro che le sue scelte sono concordate con il governo, a partire dal vice ministro De Vincenti.

Questa crisi ha un nome (privatizzazione) e un cognome (libero mercato); si fa passare l’idea che l’Italia possa fare a meno di una programmazione e di un tessuto industriale, di cui l’acciaio è la prima fibra costituente. L’unica soluzione è ribellarsi alle attuali politiche imposte dall’unione europea e ritornare all’intervento dello Stato nell’economia e per questo bisogna andare a votare per chi, come Tsipras, in Europa vuol contrastare gli interessi delle multinazionali. Se, a differenza di noi, il governo non vuole la nazionalizzazione della fabbrica, che almeno trovi un compratore vero e serio, ma non ha mai avuto l’intenzione di fare né l’una né l’altra cosa perché Federacciai vuole Piombino chiusa ‒ conclude Callaioli ‒ in barba all’interesse nazionale».

Fabrizio Callaioli,

candidato sindaco Rifondazione Comunista

________________

CDC: «A CAMPIGLIA SI CONFERMA IL SILENZIO ASSORDANTE SULLE CAVE»

Campiglia M.ma (LI) – Comune dei Cittadini comunica che l’ordine del giorno con cui chiedeva lo stop all’attività estrattiva è stato respinto da Pd e Pdl. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«La maggioranza ha respinto l’ordine del giorno del Comune dei Cittadini che esprimeva la contrarietà al piano provinciale delle attività estrattive ‒ inizia la lista civica ‒. Un piano che ignora le scadenze stabilite dal Comune in tutti i suoi atti di programmazione, ignora che si doveva prevedere la riduzione delle escavazioni di inerti di cava per favorire il recupero e il riuso dei rifiuti industriali, ignora le scadenze stabilite nelle autorizzazioni comunali, prevede che nei prossimi 10 anni si possano scavare altri 10,6 milioni di mc. dalle cave di Monte Calvi e Monte Valerio contro i 6,4 del decennio passato, candida Campiglia a diventare il distretto regionale delle attività estrattive. Il Pdl al completo era assente al voto sul nostro ordine del giorno, confermando che sulle cave la posizione locale di quel partito è sempre stata identica a quella della maggioranza.

In tutto questo non c’è niente di nuovo ‒ prosegue Comune dei Cittadini ‒. Sulle cave la maggioranza dice e promette da anni cose ai suoi elettori che regolarmente disattende. Giudicheranno loro un comportamento che rasenta ormai la beffa. Quello che sconcerta è che hanno motivato il voto contrario dicendo che prima di esprimere una posizione si sarebbe dovuto discutere perché le cave sono un problema complesso. In cinque anni il gruppo del Comune dei Cittadini ha proposto quattro ordini del giorno che proponevano esattamente questo, tutti votati da PD e alleati e tutti disattesi. L’ultimo, del 23 novembre 2013, chiedeva di convocare un consiglio comunale urgente prima che la Provincia adottasse il piano. Fu approvato ma come tutti gli altri è stato disatteso e a gennaio 2014 la Provincia ha adottato il Piano per le attività estrattive. È un atteggiamento che non esitiamo a dire vergognoso.

Ancora più vergognoso ‒ continua la lista civica ‒ è il fatto che s’invochi la tutela dei lavoratori per negare la discussione. Noi, più della maggioranza, abbiamo a cuore le sorti dei lavoratori delle cave e sappiamo che bisogna agire in tempo per creare alternative credibili. Sappiamo anche che recuperare e riusare rifiuti può creare occupazione più delle cave. Sappiamo che la progressiva dismissione delle cave può consentire di creare nuova occupazione in altre attività come il turismo, i parchi, le energie rinnovabili. Sappiamo che il settore estrattivo, come altri settori dell’economia del secolo scorso, sono destinati ad una progressiva riduzione e che si deve pensare in tempo alle alternative.

La maggioranza campigliese ha invece scelto di non parlare di cave, lasciando ad altri di decidere cose opposte a quelle che ha promesso. Da questi comportamenti si capisce perché aumenta la sfiducia dei cittadini verso la politica visto che le promesse e i programmi sono carta straccia. A decidere ‒ conclude CdC ‒ sono gli interessi forti e non il voto popolare».

Comune dei Cittadini

____________________________

SAN VINCENZO: AL CINEMA VERDI IL “NOAH” DI ARONOFSKY

San Vincenzo (LI) – Sabato 19, domenica 20 e lunedì 21 alle 17.30 e 21.30; martedì 22 ore 21.30, il cinema teatro Verdi proietta “Noah”, film di Darren Aronofsky con Russell Crowe, Jennifer Connelly, Ray Winstone, Emma Watson, Anthony Hopkins.

Info: tel. 0565-701918 e 393-9204347; www.cinemateatroverdi.it

_____________________________

CAMPIGLIA DEMOCRATICA PRESENTA I CANDIDATI

Campiglia M.ma (LI) – Domani, venerdì 18 aprile alle 17.00 nella saletta comunale “G. La Pira” a Venturina Terme, la lista Campiglia Democratica presenta pubblicamente i suoi candidati al consiglio comunale in vista delle elezioni amministrative del 25 maggio.

Campiglia Democratica è la coalizione di centro sinistra attualmente al governo del Comune di Campiglia M.ma che propone come candidato sindaco Rossana Soffritti, sindaco in carica al primo mandato. In coalizione Pd, Psi, Pdci che presentano lo stesso simbolo della tornata elettorale del 2009. Si tratta di un primo incontro pubblico al quale ne seguiranno altri per ampliare la conoscenza dei candidati e confrontarsi sul programma.

______________________________

WWF: PASQUETTA NELLA NAURA ALL’OASI DI ORTI BOTTAGONE

Per Pasquetta, si può visitare l’oasi di Orti-Bottagone, in programma c’è una giornata speciale: la mattina sarà possibile visitare l’oasi e scoprire, oltre agli ospiti abituali, quante altre specie di uccelli frequentano in questi giorni la palude, trovando un punto di sosta dove riposarsi e rifocillarsi prima di riprendere il viaggio verso le aree di riproduzione (l’appuntamento è per le ore 10), mentre il pomeriggio lo dedicheremo tutto ai bimbi: a partire dalle ore 15 visita dell’oasi, caccia al tesoro (con premio finale per tutti!) e laboratorio per la Giornata della Terra, che si celebra il 22 aprile.

Sia per la visita della mattina che per le attività del pomeriggio è obbligatoria la prenotazione, chiamando il 338.41.41.698 o il 389.95.78.763 o scrivendo a ortibottagone@wwf.it.

Vi ricordiamo inoltre che l’oasi di Bolgheri chiude a fine aprile e che rimangono pochi giorni per poterla visitare. Vi anticipiamo già che comunque a giugno e luglio ripeteremo i trekking estivi del sabato sera che hanno avuto tanto successo l’anno scorso. I dettagli ve li comunicheremo più avanti.

Silvia Ghignoli, Ilaria Panicucci e Paola Visicchio

Riserva Naturale Provinciale
Oasi WWF Padule Orti-Bottagone
Piombino (LI)

_____________________________________

BILANCIO POSITIVO PER LA STAGIONE TEATRALE E CONCERTISTICA AL METROPOLITAN

Si sono concluse con successo la stagione di prosa e quella concertistica organizzate dal Comune di Piombino e da Fondazione Toscana Spettacolo di Firenze. La stagione teatrale, il cui ultimo spettacolo si è svolto lo scorso 29 marzo con Neri Marcorè in “Beatles Submarine”, ha visto la presenza media di 714 spettatori agli otto spettacoli, cifra superiore alla stagione passata (648) e in linea con il trend positivo degli ultimi anni.

Stabile il dato degli abbonamenti (456 per tutti e due gli anni), mentre sono aumentate le presenze per alcuni spettacoli. Tra ottobre ed aprile si sono infatti registrate 5713 presenze con punte di maggiore affluenza per gli spettacoli Tres con Anna Galiena, Marina Massironi, Amanda Sandrelli, Servo per due con Pier Francesco Savino, Giselle danza Jiunion Balletto di Toscana e Beatles  Submarine. Stessa situazione positiva anche per la musica con i quattro concerti dell’Orchestra della Toscana, che hanno visto una presenza media di 356 spettatori, in linea con gli anni precedenti. Conferme anche per il teatro ragazzi. La media degli spettatori è stata di 450 per quattro spettacoli, tutti di qualità,  che sono stati molto apprezzati dal pubblico dei più piccoli ma anche degli adulti.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.4.2014. Registrato sotto Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 26 giorni, 21 ore, 56 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it