NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 19 MARZO 2014

TUTTI PAZZI PER LA PALAMITA. STOP ALL’EDIZIONE 2014 

San Vincenzo (LI) – L’Amministrazione Comunale rende noto che l’edizione 2014 della manifestazione eno-gastronomica “Tutti pazzi per la palamita” non si svolgerà.

L’esigenza di rinnovare la formula, per raccogliere le costruttive critiche presentate anche in occasione delle ultime edizioni, l’assenza del Bilancio 2014 e la coincidenza con il periodo elettorale, hanno rafforzato la convinzione della necessità di affidare alla nuova amministrazione che sarà eletta il 25 maggio la riflessione per un eventuale nuovo tipo di evento, sia rispetto alle filosofie che a nuove forme organizzative.

_____________________

FESTEGGIAMENTI FIDAPA: DA 5 ANNI A SAN VINCENZO

San Vincenzo (LI) – Venerdì 21 marzo la FIDAPA, Federazione delle Donne Arti Professioni e Affari, sezione San Vincenzo-Val di Cornia, festeggerà il suo quinto anno d’attività con la tradizionale “Cerimonia delle Candele” che si svolgerà presso il ristorante Calidario di Venturina Terme.

Durante la serata verrà sancito l’ingresso di 11 nuove socie, tra cui numerose young (donne di età inferiore ai 35 anni). Dopo il saluto della Presidente della sezione, Antonella Nencini, sarà dato il via alla cerimonia alla presenza delle oltre 40 socie, tutte donne di estrazioni diverse che mettono al servizio dell’associazione le loro capacità professionali. Nel rispetto della tradizione, verranno accese candele di diversi colori che simboleggiano le ambizioni e gli sforzi compiuti dalle Federazioni FIDAPA sparse per il mondo, il cui obiettivo comune è promuovere, autonomamente o in collaborazione con enti ed associazioni, iniziative di volontariato per migliorare la qualità della vita nel territorio in cui operano.

Per maggiori informazioni: www.fidapavaldicornia.com; ufficio stampa: Delia Demma, tel 340-4643309, deliademma@libero.it.

__________________

IL CONSORZIO DI BONIFICA TOSCANA COSTA E CNR A LAVORO SU VENTURINA TERME

Campiglia M.ma (LI) – In questi giorni in Val di Cornia, in prossimità della zona Aurelia Nord in via della Fontina, si è verificata una consistente fuoriuscita di acqua dai terreni adiacenti al parco termale di Venturina Terme. Il neo Consorzio di Bonifica n°5 Toscana Costa, contattato da alcuni residenti della zona, si è recato sul luogo per visionare quanto segnalato.

Dopo attenta osservazione il Consorzio di Bonifica ha appurato che l’evento naturale non era legato in alcun modo con l’attività dell’Ente o con i corsi d’acqua in gestione del Consorzio ed ha deciso di approfondire la natura di quanto accaduto. Per questi motivi il Consorzio Toscana Costa in collaborazione con il CNR – Istituto di Geoscienze e Georisorse di Pisa ha avviato un’indagine ed un campionamento delle acque per individuare a quale acquifero appartiene l’origine di questa fuoriuscita d’acqua e per verificare se ci siano delle implicazioni di natura geologica profonda. Il report di questa indagine, che sarà consegnato al Consorzio Toscana Costa ed al Comune di Campiglia M.ma, potrà essere un arricchimento per tutta la comunità aggiungendo nuovi elementi di conoscenza del territorio che certamente sapranno essere, nel tempo, tasselli preziosi.

_____________________

BARATTI E POPULONIA IN RETE CON LE ALTRE CITTA’ ETRUSCHE PER UNA NUOVA CANDIDATURA UNESCO 

Piombino (LI) – Il sito archeologico di Populonia e Baratti aderisce alla rete delle città etrusche per la presentazione della candidatura unitaria per il riconoscimento di patrimonio dell’umanità Unesco. Dopo l’avvio, nel 2009, dell’iter di ricerca e di studio per l’elaborazione di un progetto per l’iscrizione dell’area Baratti-Populonia nell’elenco del patrimonio mondiale dell’Unesco, il Comune di Piombino ha deciso, su proposta del Comune di Perugia, di portare avanti la candidatura all’interno di un sistema di siti archeologici che presentano caratteristiche omogenee rispetto ai requisiti richiesti.

La prima ufficializzazione di questo nuovo progetto avverrà domani a Chiusi, alle ore 10 con la firma di un protocollo d’intesa tra tutte le città interessate, Perugia come comune capofila. L’elenco comprende appunto Populonia, Arezzo, Chiusi, Cortona, Perugia, Roselle, Volterra, Veio, Vulci, Cere, più Cerveteri e Tarquinia che il riconoscimento Unesco ce l’hanno già e da tempo.

Si tratta di una candidatura unitaria che supera il concetto di singolo sito e che valorizza il sistema delle città-stato etrusche non solo per le caratteristiche di ognuno, ma per i valori e gli elementi costitutivi che le univano. Una proposta sicuramente più robusta e sostenibile rispetto a quella del singolo territorio, a fronte del grande numero di richieste presentate da altri siti sia in Italia sia all’estero che mira ad ottenere, dunque, il prestigioso riconoscimento per tutta l’area che costituiva nell’antichità la “Dodecapoli” etrusca.

Nel protocollo si specifica che la  candidatura verterà su tre dei sei criteri previsti dalla Convenzione del 1972 Unesco e precisamente: mostrare un importante scambio di influenze all’interno di un periodo considerato, o di un’area culturale determinata, in relazione allo sviluppo dell’architettura o della tecnologia, delle arti monumentali, della pianificazione urbanistica o della progettazione del paesaggio; apportare una testimonianza eccezione di una tradizione culturale o di una civiltà ancora vivente o scomparsa ed infine offrire un esempio eccezionale di un tipo di costruzione o di un insieme architettonico o tecnologico o del paesaggio che illustri una fase o dei periodi significativi della storia dell’umanità.

Con questo documento, tutti i Comuni aderenti assegnano al Comitato scientifico il compito di elaborare il documento preliminare a titolo gratuito e, in caso di auspicata iscrizione del progetto nella lista propositiva, di procedere alla stesura eventuale del dossier scientifico e del piano di gestione. Del comitato scientifico fanno parte Mario Torelli, professore di Storia dell’Arte dell’Università di Perugia, Francesco Scoppola, direttore MiBac Umbria, Paola E. Falini, docente di progettazione urbanistica presso l’Università La Sapienza di Roma, Giovannangelo Camporeale, docente di Etruscologia Università di Firenze, Isabella Lapi direttore generale MiBac Toscana, Alfonsina Russo, soprintendente ai Beni archeologici dell’Etruria meridionale.

Il programma Unesco venne fondato il 16 novembre 1972 con la Convenzione riguardante la protezione del patrimonio culturale e naturale mondiale adottata dalla Conferenza generale dell’Unesco. Al 2006 sono inclusi nella lista un totale di 830 luoghi (644 beni culturali, 162 naturali e 24 misti) presenti in 138 nazioni del mondo. Attualmente l’Italia è la nazione a detenere il maggior numero di siti.

________________________

CAMPIGLIA M.MA: PRESENTAZIONE DELLA LISTA A 5 STELLE

Campiglia M.ma (LI) – Il Movimento 5 Stelle di Campiglia M.ma invita tutti i cittadini sabato 22 marzo alle ore 21 nella saletta comunale “G. La Pira” per presentare ufficialmente la lista e il “Programma Insieme”.

«Circa un anno fa ‒ inizia il M5S ‒, persone con storie, passati, vissuti diversi si sono ritrovate in una stanza per un obiettivo comune: fare qualcosa per migliorare il nostro paese. In questo anno ne abbiamo fatta di strada, centinaia di persone sono transitate alle nostre riunioni, ai banchetti, alcune si sono unite al progetto, altre ci sostengono da lontano, altre non hanno il tempo necessario per farlo, di sicuro c’è che nel Comune di Campiglia Marittima non si era mai visto un gruppo di persone così numeroso, attivo, volenteroso, mai vi era stata una tale partecipazione alla vita politica.

Durante questo tempo abbiamo studiato, lavorato, abbiamo dato il nostro contributo per fermare il folle progetto “mega eolico” nella Val di Cornia, abbiamo fornito proposte all’amministrazione comunale sul bike sharing (condivisione di biclette), sulla trasparenza e la diretta streaming del consiglio comunale, sulle infinite liste di attesa allungando la disponibilità dei medici di base, sulla gestione virtuosa dei rifiuti con il progetto “vuoto a rendere”.

Abbiamo fornito denunce in merito alla mancata illuminazione della stazione ‒ continuano i 5 Stelle ‒, al degrado che imperversa in alcune zone di Venturina Terme, alla mancata trasparenza dell’amministrazione comunale e alle promesse non mantenute da Campiglia Democratica.

Sono stati organizzati numerosi eventi sul progetto di moneta locale SCEC e sul sistema Rifiuti Zero, sull’imprenditoria femminile, abbiamo trattato il problema della mancata sovranità monetaria, la mancata applicazione del referendum sull’acqua pubblica e organizzato numerosi aperitivi di confronto con la cittadinanza.

Ci siamo informati quotidianamente e abbiamo assistito a incontri di scuola politica con il sindaco di Parma Pizzarotti, con l’associazione dei Comuni Virtuosi e alcuni nostri attivisti hanno seguito corsi universitari e master sui temi del reperimento dei fondi UE e sulle norme anticorruzione.

Crediamo che questo anno bellissimo di impegno politico sia solo l’inizio e per questo motivo abbiamo l’intenzione di candidarci non per testimonianza, ma per governare insieme ai cittadini il nostro splendido Comune colmo di potenzialità inespresse.

Abbiamo scritto un “Programma Insieme” ai cittadini ricco di idee, sogni realizzabili, perché già applicati in altri comuni, frutto di esigenze condivise, di lamentele diffuse, di lavoro e studio continuato.

Il nostro programma è in continuo movimento e aggiornamento, sempre aperto al confronto, a modifiche e critiche, esso sarà il nostro pilastro per i prossimi 5 anni di governo a 5 stelle, in cui i cittadini non saranno membri passivi, ma attori protagonisti della vita comunale.

Vi aspettiamo sabato 22 marzo alle ore 21.00 alla saletta comunale “G. La Pira” ‒ concludono i pentastellati ‒ per presentare ufficialmente la nostra lista e il “Programma Insieme” a voi tutti».

Movimento 5 Stelle Campiglia Marittima

____________________

“RIVIERA ETRUSCA”: AL VIA LE AUDIZIONI  DAL 21 MARZO 

Piombino (Li) – Prende il via venerdì 21 marzo al Castello di Piombino la XV edizione del  concorso nazionale di esecuzione musicale “Riviera Etrusca”, promosso dall’Associazione Culturale “Etruria Classica” con il sostegno ed il patrocinio del Comune di Piombino, della provincia di Livorno e della Regione Toscana, il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno, Avis e di Unicoop Tirreno.

Il Castello, sede storica del Concorso “Riviera Etrusca”, sarà nuovamente la sede principale dell’edizione 2014 della manifestazione, dopo la chiusura per il riallestimento interno dell’anno scorso.

Il concorso, che durerà quasi venti giorni fino a domenica 6 aprile e che si configura come uno degli appuntamenti di maggior prestigio della programmazione culturale, fa registrare quest’anno un ulteriore aumento delle domande di iscrizione, pari a 230 per oltre 350 partecipanti, con giovani musicisti provenienti da quasi tutte le regioni italiane, ma anche con molti studenti stranieri provenienti dal Giappone, Messico, Cina e Paesi dell’Est, dall’Europa alla Russia.

Un’occasione importante anche per la promozione del territorio: per oltre quindici giorni, infatti, circa 600-700 persone tra commissari, giudici, concorrenti e familiari, saranno ospiti delle strutture locali e avranno la possibilità di visitare e di scoprire le risorse culturali e naturalistiche del territorio.

Esempio unico nella Regione Toscana, questa competizione si estende a tutte le categorie di esecuzione, sia strumentale che vocale (pianoforte, chitarra, canto lirico, cori, orchestre, complessi cameristici, archi, fiati ecc.), prevedendo concorrenti di ogni età.

Il primo giorno del concorso, venerdì 21 marzo, sarà dedicato al Premio lirico “Galliano Masini”. Sabato 22 marzo e la mattina di domenica 23, si svolgeranno invece le audizioni di chitarra per solisti. Nel pomeriggio di domenica, ci saranno invece i complessi orchestrali.

Le audizioni riprenderanno poi mercoledì 26 e giovedì 27 con la musica da camera. Seguiranno poi nei giorni seguenti le audizioni del Premio pianistico “Gioiella Giannoni”, pianoforte solisti, pianoforte a quattro mani, fiati soliti, il Premio violinistico Riccardo Scandola, che assegnerà un violino moderno di alta fattura e il premio Paolo Berti in memoria del musicista locale scomparso nel 2013, riservato sempre ai violinisti. Confermato inoltre anche il premio del pubblico Silvano Marsigli che verrà assegnato al miglior esecutore scelto dagli spettatori in occasione del concerto finale dei vincitori assoluti, il 6 aprile alle 16,30.

Nel corso dell’evento i partecipanti si confronteranno in varie categorie: dai solisti strumentali ai cantanti lirici, dai piccoli gruppi cameristici ai complessi corali ed orchestrali.

Per i vincitori assoluti borse di studio per un globale di €. 15.000,00, concerti premio e premi speciali per insegnanti.
Le audizioni si svolgeranno al Castello durante tutta la giornata, con sospensione per pausa pranzo dalle 13 alle 14,30 e sono ad entrata libera. Il calendario è scaricabile dal sito www.etruriaclassica.it; www.comune.piombino.li.it.
__________________________

ASSEMBLEA SANVINCENZINA: “ECCO COME RILANCIARE IL SETTORE EDILE” 

San Vincenzo (LI) – La lista civica Assemblea Sanvincenzina analizza la situazione del settore edile del comune e propone una “ricetta” per uscire dalla crisi. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«La crisi del settore edile è drammatica. Nonostante a San Vincenzo il suolo urbanizzato sia aumentato del 70% in dieci anni, ditte e lavoratori sono in difficoltà estrema – inizia il candidato sindaco Riccucci.

La corsa del cemento ci consegna un paese con 8000 appartamenti per 7000 residenti, e l’Amministrazione non ha saputo porre un freno né al consumo di suolo né alla perdita di lavoro delle aziende edili. Anzi, oggi il numero di appartamenti invenduti è alto e gli indicatori ci chiariscono che il mercato è saturo. La via non è quella di promettere 39.000 mq di nuove edificazioni per le quali non ci sarebbero compratori, come fa il Piano Strutturale di Bandini, ma di mettere in campo tutti gli incentivi possibili per recuperare i 4.000.000 di metri cubi di immobili da ristrutturare.

A San Vincenzo le aziende edili devono riprendere a lavorare a pieno ritmo non più per occupare nuovo suolo ma per ricostruire, ristrutturare e sostituire.

Questi interventi continuano ad avere mercato e sono agevolati da detrazioni e incentivi statali. Attraverso sconti sulle tasse comunali e opportuni strumenti urbanistici, intendiamo incentivare chi vuole o è costretto a investire sul proprio immobile per ristrutturarlo, a farlo da subito ottenendo minori consumi e una migliore qualità della vita. Assemblea Sanvincenzina promuoverà interventi di riqualificazione energetica degli immobili con sgravi fiscali che potranno essere finanziati tramite la vendita delle mancate emissioni di CO2 sul mercato da parte del Comune grazie alla costituzione di un ESCo ( Ente Commerciante Energia ) e la conseguente delega per la vendita, da parte dei singoli committenti delle ristrutturazione, al Comune. In specifiche zone e situazioni di particolare degrado del tessuto edilizio, si potranno immaginare anche incentivi volumetrici per interventi di sostituzione edilizia, che permetteranno di riprogettare il tessuto urbano in modo più coerente e decoroso.

Così si rilancia un settore in crisi e si qualifica il nostro territorio. Le altre proposte non fanno i conti con la realtà. In questo modo, agendo in sinergia anche con altri comuni, sarà possibile sviluppare filiere corte per produrre localmente i prodotti coibentanti in bio-edilizia (sughero, legno, lana, canapa) o provenienti dal riciclaggio (tessuti, vetro, materie plastiche) generando un indotto che crei opportunità di lavoro anche qualificato.

Inoltre, per dare una risposta ai giovani sanvincenzini costretti a cambiare città per l’impossibilità ad accedere a un alloggio, si potrà derogare  alla politica del consumo di suolo zero per interventi di edilizia economica popolare, di Social Housing e auto-costruzione.

Un progetto ambizioso, non lo neghiamo – concludono –  ma con i piedi per terra e perfettamente in linea con i segnali economici che arrivano ogni giorno».

Per l’Assemblea Sanvincenzina,
Paolo Riccucci ed i responsabili del settore urbanistica, Massimo Cionini e Roberto Intagliata

_______________________

PRESENTAZIONE CANDIDATI DELLA COALIZIONE DI CENTROSINISTRA

Piombino (LI) – Il PD Val di Cornia-Elba ha organizzato, per la serata di venerdì 21 marzo alle ore 21.00 presso la Sala Congressi dell’Hotel Phalesia a Piombino, un incontro pubblico per presentare tutti i candidati sindaco della Val di Cornia e dell’Elba ed avviare così ufficialmente la campagna elettorale che terminerà il 24 di maggio.

Le Primarie nel territorio della Val di Cornia e dell’Elba, nello specifico nei Comuni di San Vincenzo e Piombino, si sono concluse da poco; negli altri Comuni invece, dove si è presentato un solo candidato, non si sono svolte le primarie, ma è iniziato il lavoro sul programma elettorale e sul percorso verso le Amministrative.

Parteciperanno all’incontro, aperto a tutti i cittadini, il Presidente della Regione Enrico Rossi e tutti i candidati a sindaco dei Comuni che a maggio andranno al voto. Ad introdurre la serata il Segretario PD Val di Cornia-Elba, Valerio Fabiani. L’iniziativa sarà arricchita dalla proiezione di pochi minuti di video che presenteranno in  modo schematico e sintetico i candidati del Centrosinistra. Per informazioni ufficiostampa@pdvaldicornia.com,  tel. 0565-222504.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.3.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 21 giorni, 23 ore, 23 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it