NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 27 GENNAIO 2014

M5S: “TIRRENICA SCELTA SCELLERATA”

San Vincenzo (LI) – Il Movimento 5 Stelle commenta gli esiti della riunione del 23 gennaio promossa da “Assemblea Sanvincenzina” sul progetto di Autostrada Tirrenica di SAT

Il 23 Gennaio, a San Vincenzo, è stata tenuta un’ assemblea, promossa dalla lista civica Assembleasanvincenzina, sulla storia, problematiche e criticità, del disgraziato progetto SAT. Un progetto che metterà in crisi, tra gli altri, anche il territorio di San Vincenzo, come già in altri articoli è stato ampiamente descritto, ma che purtroppo sembra non essere stato recepito a fondo da molti cittadini. Noi, del MoVimento5stelle San Vincenzo, abbiamo partecipato alla riunione, a rimarcare ancora una volta la nostra contrarietà a tale progetto. Infatti, crediamo che NON esistano ideologie politiche o colori quando si manifesta un dissenso verso errori, sperperi e cattive scelte. Proprio per questo domandiamo al Sindaco, alla Giunta e a TUTTO il PD locale, il perché della Loro assenza ad una assemblea pubblica dove avrebbero potuto prendere una Loro posizione che da una interpretazione uscita in stampa locale, in data 14 Gennaio, dichiara di essere a sfavore della costruzione della Tirrenica, solo perché’ il pedaggio, come espresso più’ volte da organi del loro Partito, deve essere sostenibile per i cittadini residenti, se non gratuito. Veramente ci sorprende che il problema della SAT a livello di amministrazioni locali, sia dovuto solo all’annoso problema dei pedaggi. Il problema, oltre che al non proprio insignificante costo dei pedaggi che i cittadini dovranno tirar fuori per potersi muovere liberamente nella Val di Cornia, non è solo rilegato a questa nuova tassa che peserà nelle tasche di coloro che dovranno percorrere costantemente tratti coperti, a questo punto da SAT. Ma anche alla conseguente devastazione dell’ambiente circostante alla autostrada, al danno economico per il turismo, ai costi che graverebbero sulle merci trasportate su gomma e nell’immagine del nostro territorio. Territorio violentato per anni che non si riprenderà più se questo progetto scellerato andrà avanti. Serve partecipazione, assiduità, continuità nel manifestare ed essere presenti, addirittura petulanti…perché’ ormai la differenza la farà sempre di più il cittadino e i movimenti NO TAV insegnano cosa sia la perseveranza del portare avanti un ideale. Ma crediamo, anche, che la manifestazione dei propri pensieri, diritti o sdegni davanti a scelte disgraziate come quella della Tirrenica, avrà un impatto molto piccolo se non supportata da rilevanze Politiche che garantiscano una ampia e lunga visibilità e che supporti continuamente quello in cui Noi crediamo…questa è una delle motivazioni di quella che fu la carovana con manifestazione contro la SAT, il 17 Novembre 2013. Altro esempio il comunicato della consigliera M5s della Regione Lazio Silvia Blasi, la quale ha inviato una denuncia alla Commissione Europea in merito ai presunti aiuti di Stato erogati alla SAT, considerandolo un atto dovuto, visto che, di fatto, si regala un bene pubblico ad un privato. Non si può pensare di combattere un problema così grande da soli, per questo apprezziamo lo sforzo di iniziative come quella di AS, sforzo al quale Noi del M5s vorremo dare un seguito…sforzo che, altre forze politiche presenti nel nostro paese e che,magari, potrebbero avere rilevanza, non si sentono di fare…. Vorremo comunque sperare che l’impegno di tutti continui nel portare avanti tale manifestazioni e che esse possano sfociare in risultati concreti per la società.

 MoVimento5stelle San Vincenzo

____________________________

VENTURINA: CONCERTO E PROIEZIONE PER NON DIMENTICARE LA SHOAH

Il comune di Campiglia Marittima anche quest’anno organizza insieme all’Istituto comprensivo “G. Marconi” un’iniziativa di approfondimento e riflessione dedicata alle classi della scuola media. Mercoledì 29 gennaio alle 10.00 alla Sala della Musica di Venturina Terme (via della Corniaccia, 2) si aprirà l’incontro con la proiezione del video “Salvarsi dalla persecuzione: la storia di Dino Molho” con introduzione e coordinamento a cura di Catia Sonetti, Direttore dell’Istoreco l’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea.

Seguirà un concerto a cura dei ragazzi della Scuola Media Carducci dell’Istituto Comprensivo Marconi diretto dal docente di musica m° Abdon Fabbri. Saranno presenti il Sindaco Rossana Soffritti, l’assessore alla cultura Jacopo Bertocchi, per l’ANPI Piombino Val di Cornia Ilvio Milani. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Il documentario “Salvarsi dalla persecuzione: la storia di Dino Molho”,  fa conoscere ciò che successe alla famiglia di imprenditori Molho, scampati alla deportazione grazie all’aiuto di cinque loro dipendenti che costruirono una casa segreta dove Esther e Dino Molho, due fratelli ebrei di 11 e 14 anni e i loro genitori hanno vissuto riuscendo a salvarsi. Il rifugio venne ricavato nel 1944 all’ interno del magazzino dello stabilimento di minuterie a Magenta ed era nascosto da una pila di casse alta fino al soffitto.

_____________

GELICHI: “MANTENIAMO IL PUNTO NASCITA A PIOMBINO”

Piombino (LI) – La Lista Civica Ascolta Piombino invia una lettera alla Regione Toscana con oltre 900 firme raccolte per il mantenimento del punto nascita. Si ricorda che una delibera regionale pone un limite di 500 nascite, e addirittura 1000 nel 2014, per consentire il mantenimento di quest’importante servizio, fa salve le eccezioni in base alla posizione geografica.

Sono evidenti le peculiarità territoriali di Piombino: un promontorio con un’unica strada d’uscita metterebbe a rischio la vita delle partorienti costrette a recarsi d’urgenza presso ospedali d’altre città, che l’area materno infantile rappresenta un’area prioritaria e molto specifica della salute pubblica, che la legge dei numeri non può sostituirsi a quella delle esigenze dei cittadini. Detto questo, la Lista Civica chiede alla Regione Toscana che in questo specifico caso, considerate le premesse e anche la peculiarità territoriale in cui si trova la città di Piombino, sia mantenuto il punto nascita all’ospedale della città evitando che la logica dei numeri metta in pericolo la vita di gestanti e di nascituri, che potrebbero non raggiungere in tempo gli ospedali vicini a causa non solo della distanza ma anche della difficoltà di collegamenti (esiste un’unica strada d’uscita dalla città) con altri ospedali.

Di seguito il testo integrale della lettera: 

Oggetto: Petizione per il mantenimento del punto nascita a Piombino

La Lista Civica Ascolta Piombino

PREMESSO

– che l’area materno infantile rappresenta un’area prioritaria e molto specifica della salute pubblica;

– che il punto nascita dell’ospedale di Piombino è da considerarsi fiore all’occhiello della struttura sanitaria locale;

– che la struttura del territorio di Piombino, un promontorio con una unica strada di uscita  metterebbe a rischio la vita delle partorienti costrette  a recarsi di urgenza  presso ospedali di altre città;

– che la stessa delibera regionale 1235 nel porre un limite ai punti nascita che non raggiungono i 500 nascituri ed addirittura 1000 nel 2014 fa salve le eccezioni in base alla collocazione geografica;

– che la legge dei numeri non può sostituirsi a quella delle esigenze dei cittadini;

– che gli oltre 900 cittadini che hanno firmato la petizione si uniscono alla richiesta della Lista Civica Ascolta Piombino;

tutto ciò premesso ,

 CHIEDE

che in questo specifico caso, considerate le premesse e anche la peculiarità territoriale in cui si trova la città di Piombino, venga mantenuto il punto nascita all’ospedale della città  evitando che la logica dei numeri metta in pericolo la vita di gestanti e di nascituri,  che potrebbero non raggiungere in tempo gli ospedali vicini a causa non solo della distanza ma anche della difficoltà di collegamenti (esiste un’unica strada di uscita dalla città) con altri ospedali.

Con ossequi

Per la Lista Civica Ascolta Piombino

Il portavoce Riccardo Gelichi

_______________________

A PASSO D’UOMO: A TRENT’ANNI DALLA MORTE DI ENRICO BERLINGUER

Nuovo appuntamento nell’ambito del ciclo culturale “A passo d’uomo – incontri sulla contemporaneità”. Venerdì 31 gennaio alle ore 16.30 nell’Auditorium di Sviluppo Toscana – BIC – in L.go della Fiera 10 a Venturina Terme, si terrà un incontro-lezione su “I grandi uomini del ‘900: Enrico Berlinguer a 30 anni dalla scomparsa”, tenuta dall’on. Fabio Mussi e da Pierpaolo Farina, studente e fondatore del primo sito web su Enrico Berlinguer e autore del libro “Casa per casa, strada per strada” edizioni Melampo.

Nel corso dell’incontro sarà proiettato un documentario dal titolo “La voce di Enrico Berlinguer”, di Mario Sesti e Theo Teardo.

L’incontro è organizzato dal Comune di Campiglia M.ma e dalla biblioteca comunale “R. Fucini”, in collaborazione con Liceo “G. Carducci” di Piombino ed è aperto al pubblico oltre che consigliato agli studenti.

___________________

ANCHE ALL’ELBA SI RICORDA IL GIORNO DELLA MEMORIA

 I Comuni di Rio nell’Elba e Rio Marina hanno celebrato il “Giorno della Memoria” con i ragazzi delle scuole medie che nella giornata di venerdì 23 gennaio, presso il Centro Polivalente di Rio Marina, hanno assistito all’emozionante performance della Band HORA ZERO. La Band durante lo spettacolo ha percorso, attraverso musiche e canti, i tragici momenti della deportazione e dello sterminio della Shoah, facendo un omaggio ai compositori ebrei ed  a  film come “La vita è bella” inserendo anche canzoni della tradizione klezmer e yiddish.

Lo spettacolo faceva parte della programmazione della Stagione del Teatro Garibaldi di Rio nell’Elba, dove la sera è stato riproposto. Le Amministrazioni di Rio Marina e Rio nell’Elba ringraziano gli artisti e il direttore artistico del Teatro Garibaldi, Mario Menicagli, per l’ottima riuscita della manifestazione e per l’attenzione rivolta anche ai ragazzi nel proporre uno spettacolo su un tema così .

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.1.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    51 mesi, 16 giorni, 19 ore, 12 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it