SAN VINCENZO: PRONTO IL BANDO PER IL COMMERCIO SULLE SPIAGGE

San Vincenzo in una foto di qualche anno fa

San Vincenzo in una foto d’archivio

San Vincenzo (LI) – Stabilito il numero dei nulla osta da concedere agli operatori commerciali nelle aree demaniali marittime per la stagione balneare 2014. Scadrà il prossimo 15 marzo il termine per presentare le domande per esercitare il commercio in forma itinerante sulle aree demaniali marittime.

La Giunta Comunale, infatti, ha stabilito che per la stagione balneare 2014, saranno concessi i relativi nulla osta senza restrizioni numeriche per coloro che siano titolari di una autorizzazione, dia o scia per l’esercizio del commercio su aree pubbliche relativa alla vendita di prodotti del settore non alimentare, secondo le leggi vigenti, e di massimo 4 nulla osta per la vendita di prodotti del settore alimentare.

Nello specifico due nulla osta autorizzeranno la vendita di prodotti del settore alimentare all’interno della zona 1; un nulla osta sarà relativo alla parte di arenile compreso tra il Fosso di Botro ai Marmi e l’ingresso 4 del Parco di Rimigliano mentre l’altro sarà valido fino al confine sud del Comune.

Un nulla osta permetterà la vendita all’interno della zona 2 ossia la parte di arenile compreso tra il Fosso di Botro ai Marmi ed il Fosso delle Prigioni, limitatamente alla sola vendita di frutta fresca e, infine, un nulla osta consentirà la vendita all’interno della zona 3, il tratto di arenile compreso tra il porto turistico ed il confine nord del Comune, limitatamente alla vendita di sola frutta fresca

La vendita di prodotti alimentari potrà essere effettuata solamente utilizzando mezzi elettrici in possesso dei requisiti igienico-sanitari previsti dalla normativa vigente in materia e della relativa autorizzazione e notifica sanitaria.

Per ottenere il nulla osta è necessario presentare una richiesta in carta libera indirizzata all’Ufficio Attività Produttive del Comune utilizzando esclusivamente il modello predisposto dallo stesso ufficio. Le richieste che saranno presentate non utilizzando la modulistica ufficiale saranno considerate improcedibili e saranno  automaticamente archiviate. Ogni ditta, sia individuale che società, potrà presentare una sola richiesta.

Alla richiesta dovrà essere allegata la copia di un documento d’identità del richiedente, la copia della carta o del permesso di soggiorno, nel caso si tratti di un cittadino extracomunitario, due foto formato tessera e la certificazione tecnica del mezzo utilizzato nel caso si tratti di una domanda per la vendita di prodotti alimentari.

La mancanza della firma o di uno o più documenti obbligatori determinerà l’automatica archiviazione della richiesta.

I moduli di domanda per il rilascio del nulla osta sono reperibili sul sito internet del Comune di San Vincenzo all’indirizzo www.comunesanvincenzo.li.it oppure presso gli uffici URP e Attività Produttive.

La richiesta può essere presentata tramite PEC (posta elettronica certificata), tramite raccomandata A/R o tramite consegna all’ufficio protocollo. La data di presentazione della domanda sarà considerata quella di spedizione della raccomandata, della PEC o quella di registrazione al protocollo.

L’Ufficio Attività Produttive redigerà la graduatoria, solo per il settore alimentare, entro venti giorni dal termine del periodo di presentazione delle domande. Entro i successivi sette giorni sarà pubblicata la graduatoria contro la quale potrà essere avanzata opposizione al Sindaco, in carta libera, entro quindici giorni dalla pubblicazione.

Trascorsi tali termini la graduatoria sarà esecutiva e l’Ufficio Attività Produttive potrà procedere al rilascio dei nulla osta.

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Attività Produttive, Sig.ra Mirta Macchi, tel. e fax. 0565-707221, email m.macchi@comune.sanvicenzo.li.it

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.1.2014. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    62 mesi, 23 giorni, 23 ore, 20 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it