IL PRIMO RISVEGLIO DELL’ANNO A VENTURINA TERME

la nuova segnaletica stradale

la nuova segnaletica stradale

Festa con fuochi d’artificio ai laghetti per il nuovo nome e la speranza di nuove opportunità. Il parco pubblico articolato intorno alla Fossa Calda e ai Laghetti di Caldana è stato il luogo deputato per dare il benvenuto a Venturina Terme.  L’atmosfera dei festeggiamenti è stata riscaldata nel giorno del “battesimo”  dal Comitato Cittadino che ha offerto caldarroste, bruschetta e vin brulé in attesa del saluto del sindaco Rossana Soffritti e dei fuochi d’artificio che hanno coronato l’evento.

Il sindaco ha sottolineato con soddisfazione il raggiungimento di un risultato che era non solo atteso ma sollecitato da tempo.  “L’acqua è l’elemento che caratterizza millenni di storia dell’uomo. Il fiume e le sorgenti termali legano la civiltà etrusca e quella romana alla storia del nostro territorio e nello specifico di Venturina. Se il Cornia è il fiume che assegna il nome all’intera vallata, Caldana è il toponimo di origine latina, chiaramente associato alle acque calde che tanta fama hanno portato al Comune di Campiglia. L’acqua termale è forse la più importante ragione del nostro vivace passato vecchio millenni, popolato da società sviluppate intorno alle sorgenti termali: luoghi di culto, fonte di vita, di lavoro, di benessere. Comunità che vivono il termalismo come un dono raro, qualcosa di speciale di cui andare fieri.

Avvicinandosi molto ai giorni nostri, le Amministrazioni comunali che si sono susseguite hanno colto la vocazione del territorio di Venturina. A seguito dell’attività del primo Coordinamento di fine anni settanta, nel 1980 ha inizio la previsione di un comparto termale a Venturina, inserita dentro i nuovi piani regolatori generali coordinati. Nel 1988, con l’approvazione della successiva pianificazione coordinata, si conferma la previsione del comparto termale di Venturina. Nel 1995, con il successivo PRG comunale, il comparto delle terme di Venturina acquista la denominazione di Parco Termale. Oggi sopra millenni di storia, sorgono, centri termali e strutture turistiche”.

Prosegue il sindaco: “Il cambiamento di nome in Venturina Terme rappresenta la cristallizzazione del nostro essere, ma anche una delle tante sfide da affrontare”. Ha inoltre annunciato i nuovi investimenti pubblici nel Parco Termale che partiranno questa primavera con la realizzazione di un progetto importante e di qualità per la sistemazione di una vasta area verde attrezzata. L’iniziativa ha avuto anche un momento di carattere spirituale con la benedizione impartita dal parroco Gianfranco Cirilli che ha raggiunto la festa dopo la celebrazione della santa messa festiva delle 17. Per arricchire e condividere ampiamente il percorso verso il cambiamento del nome da Venturina a Venturina Terme,  per coinvolgere in questo passaggio storico i cittadini, si sono raccolte in poche settimane un migliaio di firme.

“Il tema del cambio di nome in Venturina Terme, un po’ timidamente rimandato come se non ci appartenesse, come se ci mancasse ancora qualcosa per meritarcelo, è ormai una realtà – ha concluso Soffritti – ci siamo svegliati stamattina baciati da un sole bellissimo, con un nome nuovo. Auguriamoci che questo sia di buon augurio per l’anno cominciato da poche ore”. E il primo giorno di Venturina Terme si è concluso tra tanta gente e  qualche commozione, a guardare i fuochi sorgere dai laghetti d’acqua calda in cui poco prima il sole si era tuffato per il primo tramonto dell’anno.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 1.1.2014. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

6 Commenti per “IL PRIMO RISVEGLIO DELL’ANNO A VENTURINA TERME”

  1. luciana

    I laghetti di tufaia… ma questi signori hanno mai visto una vera stazione termale? conta la sostanza delle cose, non il nome. Ridicoli.

  2. Sò Fritti!

    Bella ca__ta!!

  3. massimo

    ero presente alla festa, frettolosa e enfatica quanto basta. E’ chiaro che si tratta di una forzatura e di una mossa politica nel timore che in futuro sarà Suvereto a diventare il vero centro termale della valle, con Sassetta già lanciata. Fallito il tentativo di egemonizzare Suvereto con la fusione, si cerca così di rimarcare che le terme sono a Venturina. Ma al momento qui c’è solo un piccolo impianto che funziona più come piscina che come terme e un laghetto con funzione turistica e non termale. Quello che c’è è merito degli imprenditori locali. Il Comune con i suoi piani ha fatto una cosa che in modo infelice hanno chiamato impropriamente parco termale, ma si tratta soprattutto di case, appartamenti, cemento, e altri ne faranno fino a nascondere anche i laghetti dove si è svolta la festa… il contrario del turismo.

  4. Astuto Cacciatore

    “Venturina Terme”… come sarà bello bagnarsi, tuffarsi, inalare aromi, in mezzo ai mattoni e al cemento! Ma cosa volete di più ?
    Ancora una volta l’unica idea di sviluppo dei nostri amministratori e di quelli che li supportano è l’eterno affarismo edile.

  5. lino

    Venturina ha succhiato molto dai paesi limitrofi ma a breve si accorgerà, con le terme di Suvereto, cosa vuol dire donare il sangue.
    Gli unici felici saranno quei grossi tarponi che via via fanno il bagno in fossa calda. Non li avete mai visti ? Vi posso assicurare che ci sono e sono belli grassi.

  6. patrizio

    quanto astio quanta invidia….sembrano commenti provenienti da vecchi biliosi ..
    tutto si può dire ma negare l’evidenza è troppo. Venturina terme ha un legame con l’acqua calda delle sue sorgenti NATURALI che risale al periodo etrusco romano …in quanto a succhiare energie ai paesi vicini è la cosa più ridicola che ho sentito ultimamente buona befana a tutti

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    51 mesi, 16 giorni, 18 ore, 31 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it