NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 10 DICEMBRE 2013

“FERITE A MORTE” ARRIVA AL TEATRO VERDI

San Vincenzo – Dopo aver ottenuto il “sold out” nazionale “Ferite a morte”, il progetto teatrale sul femminicidio scritto e diretto da Serena Dandini in collaborazione con Maura Misiti, fa tappa al Teatro Verdi di San Vincenzo giovedì 12 dicembre, con inizio alle ore 21.15.

Serena Dandini ha attinto dalla cronaca e dalle indagini giornalistiche per dare voce alle donne che hanno perso la vita per mano di un marito, un compagno, un amante o un “ex”. Per una volta, sono loro a parlare in prima persona: ognuna racconta la sua storia attraverso il linguaggio della drammaturgia, giocato, a contrasto, su toni ironici e grotteschi.

La scena teatrale è sobria: un grande schermo rimanda filmati ed immagini evocativi, la musica accompagna le donne a raccontare la loro storia assieme agli oggetti che hanno caratterizzato la loro tragica avventura. Sul palco, ad interpretare le vittime, quattro attrici che si alternano a dare voce a queste storie: Lella Costa, celeberrima protagonista dei palcoscenici italiani e icona del teatro civile, Orsetta de’ Rossi, volto noto del cinema e della televisione, Giorgia Cardaci, attrice attiva tra grande e piccolo schermo, e Rita Pelusio, fuoriclasse del teatro comico nostrano. A loro di volta in volta si uniranno alcune donne in rappresentanza della società civile nel territorio.

____________________________

AGRICOLTURA SOCIALE: 362 PERSONE CON DISABILITÀ LAVORANO NELLE CAMPAGNE TOSCANE

Firenze – Da qualche tempo in Toscana ci sono 362 persone con disabilità che svolgono attività in campagna grazie al progetto di “Agricoltura sociale” della Regione Toscana. Un progetto, lanciato dalla regione con modalità uniche in Italia, finanziato in prima battuta con 2 milioni di euro e avviato grazie ad un bando del 17 aprile 2012.

Di agricoltura sociale, dello stato del progetto della Regione, delle nuove prospettive, del suo ruolo non solo in termini di inclusione sociale, ma anche di sostenibilità, multifunzionalità dell’agricoltura e di diversificazione si è parlato lunedì 9 all’Istituto degli Innocenti di Firenze, durante una giornata di lavoro dedicata a questo tema che è stata organizzata dalla Regione Toscana.

Questi i numeri, ad oggi, del progetto regionale:

362 sono le persone accolte nel progetto. La maggior parte di loro (260) ha un’età compresa fra 18 e 40 anni, 11 hanno meno di 18 anni, altri 91 ne hanno più di 40. Tutti hanno problemi di disabilità o di disagio. In gran parte si tratta di disabilità o disagio di tipo psichico (243 persone), mentre 43 sono i soggetti autistici. 15 hanno avuto esperienza con il carcere, 45 di tossicodipendenza, altri 16 hanno invece problemi di diverso tipo. Le aziende agricole che li hanno accolti sono 53, dislocate in tutto il territorio regionale. 30 sono le cooperative di tipo B e 51 gli enti/associazioni: anche questi sono dislocati in tutto il territorio regionale. I progetti sono di tipo triennale in 229 casi, biennale in 29 casi e annuale in 104 casi.

L’unicità del progetto toscano sta nel fatto che ad ognuno dei soggetti accolti nel progetto viene corrisposta, direttamente nelle loro mani, una somma, che rappresenta per loro una sorta di “salario” per l’attività svolta. E per molte di queste persone è stato il primo e unico “salario” che abbiano ricevuto.

Il progetto prevede che per ciascuna delle persone accolte si possa erogare fino ad un massimo di 14 mila 400 euro per un triennio. Nel caso sia necessario un accompagnatore è possibile erogare fino a 6 mila euro in un triennio per questa figura.

Ad oggi, dei 2 milioni stanziati, sono stati impegnati 1 milione e 950 mila 461 euro.

___________________________

 

PIOMBINO: PETARDI E BOTTI AMMESSI SOLO LA NOTTE DI CAPODANNO

Divieto di uso di petardi, botti e razzi sul territorio comunale. Anche quest’anno, come gli anni precedenti, è in vigore l’ordinanza emanata dal sindaco nel 2011 che prevede il divieto di utilizzo di artifici pirotecnici di ogni genere su tutto il territorio comunale, prevedendo una deroga solo per il 31 dicembre a condizione però che i materiali vengano esplosi in condizioni di sicurezza e lontano da cose, persone e animali.

Per chi non rispetti la regola sono previste sanzioni pecuniarie che vanno da 25 a 500 euro. Il provvedimento è stato preso per evitare situazioni di pericolo alle persone, e danni economici alle cose (automobili, cassonetti dei rifiuti e altro). Anche quelli la cui vendita è legale, infatti, possono risultare pericolosi, e possono arrecano disturbo alla quiete pubblica, a persone e ad animali.

In maniera costruttiva, l’assessorato all’ambiente e ai diritti degli animali ha lanciato già dall’anno scorso una campagna di sensibilizzazione, appellandosi al senso civico, perché l’uso dei botti venga evitato anche per Capodanno, per ragioni di sicurezza, ambientali, sanitarie, di tutela degli animali ma anche delle bellezze architettoniche e artistiche.

___________________________

I PARCHI DELLA VAL DI CORNIA A ROMA

Il progetto dei Parchi della Val di Cornia sarà presentato dal presidente, Luca Sbrilli, al convegno che AIAPP (Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio) ha organizzato il 13 dicembre prossimo al Macro di Roma, con un intervento dal titolo “L’esperienza ventennale della Parchi Val di Cornia: archeologia e paesaggio quale motore economico locale”.

Il convegno si propone di esplorare la centralità del progetto di architettura del paesaggio nella creazione di valore, tanto alla scala territoriale che nella rigenerazione a scala locale, analizzando le singole componenti della valenza economica del paesaggio, sia come esternalità positiva, che come vero e proprio volano per lo sviluppo economico del territorio.

Il paesaggio quindi, come motore di nuova economia, capace di migliorare la qualità di vita dei residenti e allo stesso tempo di incrementare il turismo sostenibile e gli investimenti per una economia in equilibrio con le risorse del territorio.

In questo quadro l’esperienza della Parchi Val di Cornia SpA, ritenuta dagli organizzatori un’esperienza concreta di successo nel panorama nazionale, verrà presentata tra gli interventi virtuosi già realizzati in Italia. L’obiettivo del Convegno è quello di individuare le buone pratiche, effettivamente implementabili a scala territoriale e locale, nell’ambito del quadro legislativo del nostro Paese, esplicitandone in modo chiaro i benefici economici.

______________________

PRIMARIE: I RINGRAZIAMENTI DI “ADESSO!SUVERETO”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Il gruppo di coordinamento del Comitato “ADESSO! Suvereto con Matteo Renzi” desidera esprimere riconoscenza ai 153 aderenti al Comitato stesso nonchè a tutti i 549 cittadini che hanno partecipato alle primarie del Partito Democratico, facendo registrare un’elevata affluenza al voto  e decretando uno straordinario successo del candidato che hanno sostenuto, con circa l’84% dei consensi (459 preferenze), che pone Suvereto come il comune con la più alta percentuale in favore del neo segretario di tutta la provincia (dietro solo a Marciana Marina) e tra i primi a “connotazione renziana” in Toscana.

Un grazie grande. Grande come l’impegno che ci attende; grande come la speranza di poter finalmente cambiare la politica e la società.  Adesso, tutti insieme».
__________________________

LAMPOGAS RIDUCE IL COSTO DEL GAS A POPULONIA

Proseguono lungo la strada delle Terre Rosse, da parte di Toscana Energia i lavori del II lotto per il completamento della metanizzazione della zona di Colmata :Il programma prevede che si possano concludere entro marzo 2014.

Nel frattempo, per non penalizzare le frazioni che non sono servite dal metano come Populonia stazione, è stato trovato un accordo con la società Lampogas, che ha in concessione il servizio di distribuzione del gas in quel quartiere fino al 2022, per allineare il prezzo della fornitura a quello del metano.

«Su richiesta del Quartiere Fiorentina-Populonia – spiega l’assessore ai lavori pubblici Lido Francini – è stata da tempo avviata una discussione con Lampogas per ricercare la possibilità di rivedere il prezzo di fornitura .La società si è dimostrata disponibile a valutare la richiesta,anche all’interno del periodo di validità della convenzione, fatto non scontato, e ha proposto,con effetto immediato, la riduzione per tutti i cittadini della frazione del prezzo del gas nella misura del 20% circa, che consente di allineare il costo per le famiglie a quello di tutti gli altri cittadini che usufruiscono del metano».

«Si tratta pertanto di un risultato positivo – continua Francini – che abbiamo illustrato lunedì 9 dicembre durante un’assemblea pubblica aperta ai residenti a Populonia stazione alla quale hanno partecipato anche il presidente del quartiere Mauro Marini e un responsabile della società Lampogas».

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.12.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 0 giorni, 3 ore, 50 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it