NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 2 DICEMBRE 2013

150 FIRME A SOSTEGNO DI CUPERLO

Piombino – Nasce anche a Piombino il comitato per sostenere Gianni Cuperlo in vista delle primarie nazionali per la segreteria del PD previste per l’8 dicembre. Già 150 le firme raccolte attraverso il presidio fisso di Piazza Gramsci. Di seguito i primi nomi della società civile, delle associazioni e della cultura locale che hanno aderito a titolo individuale: 

Gilberto Allori (presidente A. S. Salivoli Calcio), Bono Banchi (presidente Auser Piombino), Romano Bastianini (presidente Lega Navale Piombino), Beppe Bartoletti (Spi Cgil), Agnese Bimbi (Giovani Democratici), Viola Boldrini (Giovani Democratici), Milvio Bottai (Circolo Culturale Samarcanda), Mario Bucci (ex Direttore Arpat), Federico D’Acunto (studente), Dino Franceschini (presidente Pubblica Assistenza Piombino), Pablo Gorini (Unitre Piombino), Mirko Lami (Fiom Cgil), Alberto Maestrini (presidente Associazione cure palliative), Piero Mannelli (presidente Ciasa), Mirio Marianucci (Associazione Amicizia nel Mondo Piombino), Veronica Mazzoni (studentessa), Roberto Menicucci (medico), Giovanni Micheli (medico), Ilvio Milani (presidente Associazione nazionale Partigiani d’Italia Piombino), Pino Modica (artista e presidente associazione Start), Patrizia Moschini (presidente associazione Sempre Donna), Diego Nocenti (presidente provinciale Cna), Roberta Pasquini (vice presidente regionale Avis), Marco Pierozzi (presidente Uisp Val di Cornia-Elba), Vittorio Pineschi (presidente Arci Val di Cornia-Elba), Sara Pratesi (Giovani Democratici), Massimilano Spagnesi (presidente Atletico Piombino), Tosco Tedeschi (Spi Cgil), Ivan Tognarini (presidente Istituto Storico della Resistenza della Toscana), Carlo Torlai (presidente Compagnia Portuali), Walter Ulivieri (cooperatore internazionale).

Ricordiamo che per iscriversi è sufficiente inviare una mail a  valdicorniaelbapercuperlo@gmail.com oppure contattare i volontari che in questi giorni saranno presenti gazebo sparsi sul territorio, compreso il punto informativo di piazza Gramsci aperto tutti i giorni mattina e pomeriggio.

_____________________

COMUNE DEI CITTADINI: ” SE INIZIASSIMO DAVVERO A PENSARE AL FUTURO”

Campiglia M.ma – Si è svolta venerdì 29 novembre, presso la saletta comunale “La Pira”, un incontro sul tema del lavoro in Val di Cornia organizzato dalla lista civica Comune dei Cittadini.

L’assemblea, dal titolo “Se iniziassimo davvero a pensare al futuro”, aveva l’obiettivo di fare chiarezza attraverso i numeri della situazione occupazionale ed economica del nostro territorio. I numeri sulla disoccupazione sono stati esposti da Davide Fiorenzani che ha mostrato dati allarmanti riguardanti gli iscritti alle liste di disoccupazione in Val di Cornia (più di 9000) e soprattutto la percentuale della fascia di età dei più giovani 19-34 anni che rappresenta il 34% degli iscritti, dato che diviene ancora più preoccupante se si aggiunge che la fascia tra i 35-44 anni rappresenta il 30%.

L’esposizione è stata proseguita da Niccolò Pini, che ha tracciato un quadro dei settori economici, dove è emerso il perdurare della grave crisi che vive il settore dell’edilizia (-23% avviamenti al marzo 2013) e dell’industria, mentre altri settori come l’agricoltura e il turismo hanno reagito meglio alla crisi.

La serata è proseguita con vari interventi dal pubblico moderati dal capogruppo Massimo Zucconi; tra gli interventi si segnalano quello del rappresentate del’ “assemblea Sanvincenzina” Massimo Cionini, la consigliere provinciale Maida Landi che ha aggiunto informazioni sulla vicenda Lucchini.

Ado Grilli, ha confermato il positivo giudizio di SEL verso il buon lavoro fatto in questi anni dalla lista civica, al contempo ha esortato i suoi componenti ad affrettarsi ad unire le forze per le imminenti amministrative.Claudio Bernardini e Rinaldo Barani hanno sottolineato la necessità di un’efficace collaborazione tra i sostenitori delle Liste Civiche di Campiglia Marittima, San Vincenzo, Suvereto e Piombino per la parte  programmatica relativa allo sviluppo e al sostegno dell’agricoltura, del turismo, delle infrastrutture e difesa del territorio dell’intera Val di Cornia superando la visione campanilistica de proprio ‘orticello’ comunale ed infine il contributo di Silvia Ghignoli del Centro guide costa Etrusca.

L’esito dell’assemblea è stato quello di evidenziare una situazione di crisi di un territorio ma anche di far emergere alcuni elementi positivi sui quali questo territorio deve investire per tracciare la rotta per il futuro.

__________________

RIO NELL’ELBA: APPROVATA LA VARIANTE SULLE AREE AGRICOLE

Approvata la variante sulle aree agricole, a breve anche un provvedimento per la riclassificazione del patrimonio edilizio esistente che permetterà il recupero di ruderi abbandonati e opere di sistemazione ambientale.

Con l’approvazione della variante al Regolamento Urbanistico sulle aree agricole dì interesse paesaggistico cosiddette 1.2.1.2., il Consiglio comunale, con voto unanime, ha concluso favorevolmente un lungo percorso  che ha impegnato  l’Amministrazione per tutta la legislatura. E’ un risultato importante che, in coerenza con le nuove disposizioni legislative, offre ampie garanzie di tutela ambientale e consente, nel contempo, una parziale ma significativa ripresa dell’attività edilizia.

Tenendo conto delle caratteristiche morfologiche, ambientali e paesaggistiche della zona , la variante prevede una diversa classificazione fra le aree  ove si può procedere solo all’ampliamento degli edifici esistenti o istituire nuove aziende agricole, e  quelle a bassa densità insediativa dove si può costruire a determinate condizioni.

Con un successivo provvedimento, che verrà portato all’approvazione del prossimo Consiglio comunale fissato per il prossimo 18 dicembre, si provvederà alla riclassificazione del patrimonio edilizio esistente offrendo così nuove opportunità di recupero con relative opere di sistemazione ambientale e venendo incontro alle esigenze dei cittadini proprietari di ruderi da tempo abbandonati.

Si tratta, in sostanza, di una variante  riduttiva con la quale si superano le salvaguardie che in questi anni hanno impedito qualsiasi intervento, si rispetta lo spirito della norma regionale sulle zone a vocazione agricola e si apre la possibilità di riconsiderare complessivamente gli indirizzi delle politiche urbanistiche su tutto il territorio comunale con lo studio e la predisposizione di un nuovo piano strutturale.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.12.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    25 mesi, 24 giorni, 23 ore, 59 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it