NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 22 NOVEMBRE 2013

 TURISMO, SCALETTI: «ESSENZIALE IL CONTRIBUTO DELLE DONNE»

Livorno – «Donne nel turismo e nel commercio, un rapporto che sta crescendo e riesce a influenzare settori essenziali per la nostra economia, in cui è importante l’ingresso di forze d’impresa nuove e giovani. Crescono le imprese a conduzione femminile, di cui oltre il dieci per cento gestite da giovani imprenditrici sotto i trentacinque anni; un contributo forte nella lotta alla disoccupazione in generale e femminile in particolare».

L’assessore regionale al turismo e al commercio, Cristina Scaletti, ha esordito con queste parole, portando il saluto della Toscana alla tappa livornese del sesto giro d’Italia delle donne che fanno impresa, organizzato da Unioncamere in collaborazione con le Camere di commercio, nel caso specifico quella di Livorno, e i comitati per la promozione dell’imprenditoria femminile.

Il tema prescelto è per l’occasione il turismo come assett strategico per l’imprenditoria femminile. “Oggi che il viaggio assume carattere motivazionale ed esperenziale oltre la semplice scelta della destinazione, il valore aggiunto della capacità tutta femminile di saper muovere l’emozione, la suggestione diventa elemento essenziale per sviluppare questo” ha aggiunto l’assessore Scaletti. “Naturalmente tutto questo funziona in relazione agli altri strumenti che la Regione ha attivato da tempo: la legge imprenditoria giovanile e femminile, il patto per l’occupazione, l’accesso al credito. Noi ci crediamo, e anche iniziative come questa servono a darci strumenti di maggior comprensione e di confronto”.

________________________

 UDC: «IL SINDACO INTERVENGA PER RIPRISTINARE I SERVIZI IDRICI AGLI INDIGENTI»

Il consigliere comunale UDC, Luigi Coppola, presenta un ordine del giorno per chiedere un intervento al Sindaco volto a favorire il ripristino del servizio idrico agli indigenti e per chiedere ad ASA di bloccare i distacchi in procinto di essere effettuati.

«Premesso che l’Autorità per l’energia elettrica ed il gas, al fine di garantire l’accesso universale all’acqua, favorisce l’accesso a condizioni agevolate alla quantità di acqua necessaria per il soddisfacimento dei bisogni fondamentali in relazione agli utenti del servizio idrico integrato in condizione di disagio socio-economico, da definirsi con decreto del presidente del consiglio dei ministri, su proposta del ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e che al fine di assicurare la copertura degli oneri derivanti dalla disposizione di cui al comma precedente, l’Autorità per l’energia elettrica ed il gas definisce le necessarie modifiche all’articolazione tariffaria per fasce di consumo e per uso e considerato che, la relazione illustrativa all’art. 27 del suddetto disegno di legge recita: “La persistente crisi economica e l’andamento crescente delle tariffe, altresì, hanno determinato la sempre maggiore incidenza della spesa per i servizi idrici sul reddito delle famiglie italiane. Tale incidenza risulta più elevata e prossima a livelli di non sostenibilità per le famiglie a più basso reddito. In questo quadro va assicurato ai consumatori a basso reddito l’accesso a condizioni di favore all’uso di quantitativi di acqua necessari ad un pieno soddisfacimento dei bisogni fondamentali, in una logica di servizio universale”

visto che, vi sono nuovi indigenti, a causa di situazioni concatenanti la crisi economica,  che non possono permettersi di sanare le morosità arretrate, ai quali dovrebbe essere garantito un minimo di erogazione di un servizio essenziale, come l’accesso all’acqua, anche se con ridotta capacità di attingi mento (con basso quoziente in volumi ed in atmosfere di erogazione);

dato che, vi sono stati molti distacchi di allacciamento alla fornitura idrica per morosità nell’ambito comunale da parte di “ASA”, gestore nel nostro ATO di riferimento dei servizi idrici integrati;

preso atto che, la morosità non mai è giustificabile, anche a fronte di precisa indigenza dimostrata, se si è in grado comunque di sanarla;

considerato altresì che, vi sono situazioni di preciso intervento a garanzia dell’igiene e della salute pubblica che non possono essere assolutamente sottovalutati;

       IL CONSIGLIO COMUNALE

– chiede al Sindaco nell’ambito dell’esercizio dei suoi poteri amministrativi e di ufficiale del Governo, di intervenire presso ASA, gestore dei servizi idrici integrati del nostro ATO di riferimento, perché siano ripristinati i distacchi dall’allacciamento della fornitura idrica (con basso quoziente in volumi ed in atmosfere di erogazione) per morosità causata da evidente indigenza degli utenti, a garanzia dell’igiene e della salute pubblica, ed in sintonia con gli articoli 26-27 del disegno di legge collegato alla legge di stabilità;

– chiede altresì al Sindaco di intervenire presso ASA con le stesse motivazioni per bloccare i distacchi in procinto di essere effettuati».

Luigi Coppola

____________________________

«BASTA CON QUESTA POLITICA, È TEMPO DI CAMBIARE»

Piombino – Stefano Ferrini, del coordinamento Spirito Libero per Piombino, è stanco di sentir parlare solo del PD: la città ha altre priorità.

«Abbiamo assistito con scarsa partecipazione e coinvolgimento, per non dire annoiati, al dibattito politico che ultimamente ha interessato la nostra città e che ha riguardato esclusivamente il Pd. Lo diciamo con grande rispetto, ma con altrettanta sincerità. Siamo nel bel mezzo della peggiore crisi che abbia probabilmente mai coinvolto questa città, perché è una crisi di prospettiva, di modello di sviluppo, che non lascerà il futuro replicarsi nel passato pur con qualche novità, come è stato sinora, ma richiederà risposte nuove, diverse, complesse e di rottura.

Siamo a meno di sette mesi dalle elezioni, abbiamo un regolamento urbanistico, massima espressione delle scelte politiche di una città, che attende la sua approvazione e sul quale i pareri dentro la stessa maggioranza di cui facciamo parte sono discordi; abbiamo una sanità sotto continuo scacco da una dirigenza Asl preoccupata solo di tutelare le inefficienze livornesi e le scelte pisanocentriche sull’Area Vasta della Regione, con conseguenze tragiche sui cittadini che, solo per fare un esempio, devono attendere fino a dicembre 2014 per una ecografia; abbiamo un commercio ed una piccola e media impresa che languono dissanguati dalla crisi e dalle continue tasse; della Lucchini abbiamo già detto; ma il problema politico principale di questa città sembra essere il congresso del Pd, le sue primarie interne, ora per il segretario locale, ora per quello nazionale.

Se non fosse stato per l’assessore Francardi che sul Regolamento Urbanistico ha meritoriamente aperto una discussione, l’unica, non c’è mai stata una sola riunione di maggioranza per discutere dei vari problemi, fare il punto della situazione, concordare un percorso che ci porti a fine legislatura e ci consenta di immaginare la prossima. Se poi alla fine i cittadini vedono la politica tutta chiusa in se stessa, attenta solo ai propri equilibri interni ed alle proprie collocazioni personali presenti e future e danno un voto di protesta, anche a Piombino, beh come non capirli. E però se a meno di sette mesi dalle elezioni non si discute di niente o si è completamente folli, ma nessuno ci appare francamente tale, oppure in altre stanze, cui noi non accediamo e neppure vogliamo accedere, certi percorsi futuri, in barba alla tanto decantata partecipazione, si immaginano e si costruiscono per poi darli in pasto, già cotti e pronti all’uso, ai cittadini ed alle altre forze politiche alleate.

A questo gioco, così vecchio che purtroppo vede coinvolti anche nuovi volti della politica e pseudo rinnovatori, noi non ci stiamo. Apriremo un confronto pubblico, con i cittadini, con tutte le forze politiche che vogliono condividere questo metodo. Porteremo le nostre proposte, il nostro progetto per una Piombino che sappia cogliere dalla crisi drammatica tutte le opportunità di crescita cambiando radicalmente se stessa. Ascolteremo tutti, ma con idee chiare in testa, senza voler piacere a tutti, ma sapendo bene di scontentare più di qualcuno.

Chiederemo ai tanti candidati Sindaci che i giornali accreditano il loro parere e se non ci convince ci sarà anche il nostro, di candidati Sindaci, a competere. È tempo di rompere il conformismo che, anche quando non è interessato, è ugualmente soffocante perché tiene prigioniere le tante energie e potenzialità di cui è ricca questa città e che potrebbe esprimere se la politica avesse il coraggio di farle liberare».

Stefano Ferrini

______________________

WWF: RIAPRE L’OASI DI BOLGHERI


Il 2 novembre ha riaperto l’oasi di Bolgheri: dopo essersi completamente prosciugata durante i mesi estivi, ora gli stagni del padule si stanno lentamente ricostituendo e ripopolando.

Sono già arrivati i primi contingenti di oche selvatiche e non mancano anatre, ardeidi, cormorani e limicoli; caprioli, daini e cinghiali , con i loro frequenti passaggi a pochi passi dagli osservatori, completano il quadro.

Fino a fine aprile sarà possibile visitare l’oasi ogni sabato e domenica alle ore 9.30 e alle ore 14. La prenotazione è obbligatoria: potete scrivere all’indirizzo e-mail dell’oasi (bolgheri@wwf.it) oppure chiamare il 338.41.41.698 o 389.95.78.763 (entro venerdì pomeriggio).

Per scolaresche, gruppi, fotografi e birdwatcher è prevista un’apertura infrasettimanale, il martedì, con orari e modalità da concordare.
____________________________

PREMIO LIBERAMENTE DEDICATO A MATILDE MINICHINO

Piombino – Sabato 23 novembre a partire dalle ore 10 nei locali del liceo Carducci di Piombino si svolgerà la prima edizione del concorso “LiberAmente” dedicato a Matilde Minichino, la studentessa diciottenne del liceo classico scomparsa prematuramente nel gennaio scorso.

Un premio a cui parteciperanno cinque squadre formate ognuna da cinque studenti di alcune scuole superiori di Piombino, di Cecina e di altre città della provincia di Livorno, promosso e organizzato dal liceo “Carducci” in collaborazione con gli ex compagni di classe di Matilde, i genitori della studentessa e con il patrocinio del Comune di Piombino.
Il progetto nasce dal desiderio di legare un’iniziativa importante per la costruzione della personalità degli studenti, come quella della lettura, al ricordo di Matilde. La sua profonda passione per la lettura, la sua attenzione per “il bello” nell’arte così come nella vita, le parole raccolte dai temi che Matilde ha scritto in questi anni, i suoi disegni, fanno parte del progetto costituendone il filo conduttore e la motivazione al raggiungimento di uno scopo comune. Lo scopo è quindi quello di alimentare il piacere della lettura, inserendo il libro nel contesto degli interessi più familiari ai ragazzi, come la musica, il teatro, il cinema, il fumetto.

Il concorso prevede una serie di prove incentrate su un tema, che per questa prima edizione sarà il treno nell’immaginario artistico a partire dalla lettura di un testo, che in questo caso sarà “La bestia umana” di Emile Zola. Sono previste alcune prove che prevedono quiz sul testo con gare di lettura e memorizzazione del romanzo; una gara di cinema che prevede la proiezione di alcuni spezzoni di film di ogni epoca e nazionalità, ambientate sul treno, in questo caso i concorrenti dovranno scrivere i titoli di tutti i film che riconoscono. Ci saranno alcuni quiz sull’autore, una gara di scrittura creativa (sarà consegnato un breve brano che contiene l’inizio di un racconto ambientato su un treno; i concorrenti hanno a disposizione 15 minuti per continuare e concludere il racconto, una gara di abilità logica durante la quale i concorrenti dovranno spendere un certo numero di punti che hanno a disposizione per acquisire dati e informazioni che li aiutino nella risoluzione del quesito proposto, il gioco degli oggetti che consiste nel mettere in mostra su un tavolo una serie di libri vari; i concorrenti dovranno scegliere solo quelli che hanno qualche relazione con il tema proposto, in questo caso che hanno a che fare con il treno. Una gara di letteratura durante la quale verrà letta agli studenti una relazione (o saggio breve) sul libro in esame piena di inesattezze; i concorrenti dovranno individuare tutti gli errori presenti nella relazione, scriverli e consegnare il foglio dopo averlo compilato.

A conclusione delle gare saranno assegnati i premi. A ogni componente delle squadre vincitrici sarà assegnato un buono libro del valore di 100,00 euro offerto dal Soroptimist International Club di Piombino. Ai secondi premi andrà un biglietto omaggio offerto da Trenitalia, andata e ritorno sulla tratta nazionale Alta Velocità.
Il premio è stato realizzato anche grazie alla raccolta fondi promossa dall’ass. Etruria classica con il concerto del 29 agosto scorso al chiostro di Sant’Antimo di Ilaria Guarnaccia e Caterina Barontini e al contributo di Banca Mediolanum.

____________________________

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 22.11.2013. Registrato sotto ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 27 giorni, 21 ore, 24 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it