MANIFESTAZIONE «NO SAT» DA ROSIGNANO A CIVITAVECCHIA

Striscione di protesta NO SAT

Striscione di protesta NO SAT

Domenica 17 novembre si terrà una manifestazione «NO SAT» itinerante da Rosignano a Civitavecchia per protestare del balzello più alto d’Europa che verrà con l’istituzione del pedaggio SAT.

«I cittadini devono reagire – dicono gli organizzatori – o si troveranno a dover pagare un pesante balzello per una mobilità gratuita a cui hanno diritto o tornare indietro di 30 anni su complanari inesistenti o mortali. Oggi andare da Rosignano a Grosseto sud su una Variante 4 corsie, guardrail centrale, collaudata ANAS per 110 km/ora, non costa niente… Domani costerà 20€ (40 € andata e ritorno) e non solo: le merci aumenteranno (i trasportatori prima e i commercianti dopo scaricheranno sui consumatori il pedaggio che dovranno pagare) e chi vorrà venire qui per un fine settimana ci penserà due volte, e se ci verrà sarà comunque più povero, avendo dovuto pagare il balzello». 

Il Coordinamento NO SAT condivide le parole d’ordine della manifestazione del 17 Novembre 2013 contro l’autostrada Tirrenica. «NO alla Tirrenica senza se e senza ma».

«Da quando NO SAT è nata ha sempre ribadito che considera un fatto gravissimo, al limite della truffa, l’ esproprio della statale Aurelia e della sua Variante, una superstrada 4 corsie, guardrail centrale, sicura, collaudata ANAS per 110 km /ora, giudicata dall’ Europa come adeguata per le esigenze del traffico presente e futuro, esproprio di cui troppo poco si parla, concentrando l’attenzione al solo tratto a sud di GR.

L’autostrada non serve alla Maremma, sarebbe solo un disastro economico, un ulteriore balzello, ancora più odioso in un periodo di crisi come questo, un disastro ambientale per un territorio ancora vergine e per questo attrattivo.
Serve una viabilità sicura sotto Grosseto, serve una mobilità pubblica e gratuita, serve implementare, come dice il comunicato, il trasporto ferroviario e il piccolo e medio cabotaggio. Chiediamo perciò che venga tolta la concessione a SAT e ridata ad ANAS, che niente cambi a Nord di Grosseto (se non il miglioramento della manutenzione della Variante) e che a Sud venga messa in sicurezza la statale Aurelia seguendo le indicazioni dei cittadini non quelle di un privato e dei suoi soci (Benetton, MPS, Gavio, Caltagirone, Coop Rosse). La Regione Toscana e, in particolare il Governatore Rossi, meno di un anno fa, promise esenzioni per tutti. Ci mise la faccia. Nessuna esenzione al pedaggio è mai stata approvata dalla SAT e dal suo presidente Antonio Bargone. Il Coordinamento NO SAT lotterà e manifesterà perché la Maremma sia liberata da autostrade inutili e da false promesse».

Coordinamento Territoriale “NOSAT”

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 14.11.2013. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

5 Commenti per “MANIFESTAZIONE «NO SAT» DA ROSIGNANO A CIVITAVECCHIA”

  1. giovanni adriani

    cosa possiamo aggiungere all’articolo, questo è un furto legalizzato dalla politica, contro i cittadini, dai costi altissimi tutti a carico della comunità

  2. zeno

    dietro queste operazioni del tipo trasformare la variante aurelia in autostrada significa foraggiare tutto quello che c’è dietro…cognati che hanno la fabbrichetta di segnali stradali, politici trombati che cercano una carica ben pagata per la quale hanno preparazione zero, figli, nipoti e figliastri che stanno già conseguendo lauree con tesi idonee a ricoprire cariche in questo tipo di operazioni..senza contare altre categorie di probabili inutili..insomma un piccolo esercito che con il sistema dei partiti ha sempre trovato la soluzione per la loro inutilità…Evviva quindi No tav, No sat e No caz che sta per lo si può capire.
    Mi si dice che contro queste cose, questi progetti, ci sono solo anarcoidi, frequentatori di centri sociali, e agitatori di piazza…qualcosa di vero può anche esserci ma io, che non ho mai partecipato ad una protesta di piazza in vita mia, mi voglio riservare molto civilmente il diritto di dire che Tav e Sat sono solo inutili, demenziali e soggette al rischio di possibili ruberie..non vado avanti perchè poi mi verrebbero solo parolacce e mi si darebbe dell’agitatore e la cosa mi offenderebbe davvero.

  3. Astuto Cacciatore

    Il PD è a favore di TAV, SAT etc. e conta sulla sistematica disinformazione della gente operata dai media di regime per portare avanti il suo progetto di potere e di interessi. Perciò, signore e signori, continuate a votere PD.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    47 mesi, 24 giorni, 1 ora, 24 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it