PIOMBINO: IL COMUNE NON PROCEDE SUI REVISORI DEI CONTI

il consigliere comunale dell'UDC Luigi Coppola

il consigliere comunale dell’UDC Luigi Coppola

Il Segretario provinciale UDC Livorno Luigi Coppola commenta la notizia  dell’amministrazione comunale di Piombino che ha deciso di chiudere la procedura di revoca dei revisori dei conti con un “non luogo a procedere”.

«Nonostante ancora non ci siano atti ufficiali  – inizia Luigi Coppola – e la commissione competente non è stata ancora celebrata, si legge sulla stampa che l’amministrazione comunale ha deciso di chiudere la procedura di revoca dei revisori dei conti con un “non luogo a procedere”.

Tale epilogo era già nell’aria, ma avremmo preferito apprenderlo in altro modo ed eventualmente per vie ufficiali, come del resto è giusto che sia.

Comunque non possiamo che ritenerci soddisfatti, in quanto avevamo ampiamente auspicato e detto a chiare lettere nelle sedi competenti, che il tutto si chiudesse con una soluzione che avrebbe comportato pesanti strascichi sotto il profilo amministrativo e probabilmente anche giudiziario.

Sapevamo bene che sarebbe andata a finire così e se forse stato per noi neanche sarebbe iniziata la procedura, invece qualcuno ha voluto fare un atto di forza con posizioni rigide e affermazioni pesanti per poi fare un passo indietro.

Ricordiamo che siamo addirittura stati ammoniti per il nostro atteggiamento troppo tollerante nei confronti dei sindaci revisori, ciò solo perché abbiamo auspicato che a fronte della situazione creatasi, figlia di un parere negativo del collegio sul consuntivo 2012, ci fosse la volontà comune di chiarire serenamente in merito alle irregolarità rilevate.

Ovviamente, spetterà alla Corte dei Conti esprimersi sulla questione a tempo debito: nel frattempo la nostra opinione sull’oggetto del contendere che ha fatto esplodere il “casus belli”, ossia la Società Patrimoniale, non è certo cambiata, in quanto le problematiche persistono, con o senza il parere negativo dei revisori dei conti.

In Consiglio Comunale vedremo se votare la delibera di pertinenza rispetto anche al dibattito che emergerà, poiché nonostante il lieto fine, è evidente che non ci presteremo a sostenere formule di “assoluzione” che oggettivamente avrebbero il sapore della commedia all’italiana, ed i cittadini di Piombino, con i problemi che stanno attraversando, non si meriterebbero che tutto finisca così».

Luigi Coppola (Segretario provinciale UDC Livorno)

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.10.2013. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 0 giorni, 12 ore, 19 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it