CAMPIGLIETO: SOFFRITTI “C’E’ POCO DA FESTEGGIARE, I PROBLEMI SONO TANTI”

i sindaci Pioli e Soffritti

i sindaci Pioli e Soffritti

AGGIORNAMENTO: Il commento di Rossano Pazzagli su Facebook.

Il sindaco di Campiglia interviene sulle prese di posizione del no al Comune Unico.

“Francamente mi pare poco opportuno da parte dei cittadini di Suvereto compresi gli ex sindaci, emettere sentenze e occuparsi di questioni che non li riguardano – afferma il sindaco di Campiglia –  Oggi davvero non li riguardano più. Siccome le opinioni vanno rispettate, vorrei ricordare che i cittadini del Comune di Campiglia hanno espresso a larghissima maggioranza la volontà di cogliere un’occasione di crescita e sviluppo. Questa opportunità non l’avranno, per scelta degli abitanti di Suvereto”.

“Poco opportuna e altrettanto irrispettosa la sfilata che qualche Suveretano ha pensato di fare a Campiglia e Venturina. Non si capisce per sottolineare cosa – si domanda Soffritti –  Forse che il Comune di Campiglia e questa amministrazione si sono sempre dimostrate attente e solidali con il Comune di Suvereto ed i suoi abitanti? Che proprio nei giorni del referendum mentre qualcuno si baloccava a stendere bandiere, operai, tecnici e amministratori di Campiglia si mettevano a completa disposizione per i cittadini di Suvereto colpiti dal nubifragio e dalle inondazioni? Che a fronte degli obblighi di legge abbiamo sempre teso la mano a chi doveva affrontare nuovi scenari nella gestione del Comune?”.

E ancora Soffritti: “L’unica cosa che viene in mente è chiedere le dimissioni di chi ha voluto che la propria gente potesse esprimersi? Forse qualcuno non ha ancora capito che il mondo non finisce né comincia oggi. I problemi da risolvere sono tanti e ci sarà qualcuno che dovrà continuare a farlo come ha sempre fatto e qualcuno che potrà permettersi solo di seminare zizzania. Non c’è niente da festeggiare. Anzi – conclude Soffritti – faccio le mie più sentite congratulazioni a quei tanti comuni toscani (naturalmente compreso quello di Campiglia) che negli stessi giorni nostri al referendum hanno deciso che fosse il momento di guardare avanti”.

______________________________________

Il commento di Rossano Pazzagli sui social Network

È una vittoria dei cittadini e del territorio contro i politici che avrebbero voluto chiudere il comune, un piccolo comune ricco di territorio e di cultura. Una sonora lezione agli amministratori che hanno perso il senso della realtà. Tanta gente gli ha voltato le spalle sia a Suvereto che a Campiglia: a Suvereto bocciando il progetto di fusione, a Campiglia non andando a votare. A Suvereto la partecipazione dei cittadini è stata commovente, così come la collaborazione dei commercianti, delle imprese, delle associazioni, con un senso di comunità che lascia ben sperare per il futuro. Ora si tratta di costruire laddove altri volevano distruggere. In Toscana, con 5 sconfitte su 9 referendum, la linea della fusione dei comuni esce battuta. Grazie a tutti.
Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 8.10.2013. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

4 Commenti per “CAMPIGLIETO: SOFFRITTI “C’E’ POCO DA FESTEGGIARE, I PROBLEMI SONO TANTI””

  1. lino

    E’ di gran cattivo gusto scrivere Soffritto invece di Soffritti.
    Detto questo il tentativo di fondere i comuni di Suvereto e Campiglia è stato per Il PD una disfatta colossale di cui le conseguenze si vedranno in primavera in occasione delle elezioni.
    Infatti a Suvereto si è formato un comitato poderoso in grado di dare la scalata al Municipio. Sarà sufficiente trovare fra le sue fila una persona a modo, ragionevole e con un pò di esperienza. Non parlo di MARCONI, parlo di una persona normale che vuole impegnarsi per il suo paese.
    Anche a Campiglia farei molta attenzione perchè non riescono ad indovinarla una, sembra di essere a Piombino.
    La Sig.ra Soffritti pare una bravissima persona e per questo il mio consiglio è quello di lasciare perdere e dedicarsi alla famiglia. Fare il Sindaco non è per lei.
    Fabiani e tutta la Federazione PD sembrano entrati in una specie di mondo parallelo, un mondo virtuale dove gli oggetti sembrano veri mentre in realtà sono ombre. Essi vivono chiusi nelle stanze a ragionare sul proprio futuro e dimenticano che li fuori c’è gente che non ne può più delle frottole che raccontano.
    Trasparenza, rispetto delle regole, imparzialità, senso civico e democrazia se chiedete loro il significato vi risponderanno con malcelata sufficienza che essi sono i primi difensori di questi valori.
    Non è così. Sono degli opportunisti un poco ignoranti e molto in malafede.
    Guardate i loro parenti e i loro amici come sono stati sistemati e allora capirete di cosa si parla nel concreto.

  2. arianna

    al singolare o al plurale sempre fritti sono

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 11 ore, 7 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it