PIOMBINO: MARCORE’, FAVINO E ORLANDO PER LA NUOVA STAGIONE DEL METROPOLITAN

Il teatro Metropolitan

Il teatro Metropolitan

Otto appuntamenti di qualità per la stagione 2013-2014 del Teatro Metropolitan di Piombino, che intreccia titoli brillanti, commedie divertenti, riletture di classici e proposte di drammaturgia contemporanea con una serata dedicata alla danza. Una stagione realizzata dalla Fondazione Toscana Spettacolo e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Piombino che non mancherà, anche quest’anno, di trovare il consenso del territorio; un cartellone che offre il meglio del teatro nazionale per divertirsi e riflettere insieme.

Una proposta che tiene conto anche della crisi e della difficoltà delle famiglie di contenere le spese; i prezzi dei biglietti, infatti, sono accessibili a tutti e partono da 8 euro (per gli studenti); gli abbonamenti invece sono disponibili da 56 euro (7 euro a spettacolo).

Otto spettacoli che raccontano uno spaccato interessante della programmazione del teatro italiano di questa stagione. Un cartellone ricco di nomi prestigiosi e popolari – tra cui Anna Galiena, Marina Massironi, Silvio Orlando, Pier Francesco Favino Pamela Villoresi, Neri Marcorè – in cui predomina il segno del contemporaneo. Tra gli autori  Samuel Beckett, Mary Orr, Natalia Ginzburg, Juan Carlos Rubio, Giorgio Gallione, Eugenio Scigliano (anche coreografo), Shakespeare e Goldoni.

L’inaugurazione è affidata mercoledì 13 novembre a Tres dallo spagnolo Juan Carlos Rubio, ancora poco noto in Italia, ma molto conosciuto in Europa per le sue commedie (è famoso in Spagna soprattutto come attore di teatro e sceneggiatore televisivo). Il suo sarà uno spettacolo brillante che si affida a un gruppo di attori bravi e famosi: Anna Galiena, Marina Massironi, Amanda Sandrelli, Sergio Muniz.

Segue, martedì 26 novembre, “Il mercante di Venezia” tra i capolavori shakespeariani di più forte impatto etico. Il regista Valerio Binasco ha tracciato un “nuovo” ritratto di Shylock che si arricchisce di nuove sfumature che ne fanno un personaggio anche “ferito e dolente”. A vestire i panni del vecchio è uno straordinario Silvio Orlando.

Pierfrancesco Favino (attore di talento anche a livello internazionale) e Paolo Sassanelli per il loro progetto sulla Commedia dell’Arte, rivisitata in chiave moderna, si sono affidati alla rilettura del goldoniano Servitore per due padroni dell’inglese Richard Bean, One Man, Two Guvnors (un clamoroso successo nel 2011 al National Theatre di Londra, e poi l’esordio a Broadway). Servo per due, in scena lunedì 16 dicembre, è il risultato di laboratori sull’acrobazia, sull’uso della maschera, sul canto, sulla commedia dell’arte e sulla clownerie.

La seconda parte della stagione apre con la danza, giovedì 16 gennaio. Per Giselle, caposaldo e sintesi del Romanticismo coreografico, Eugenio Scigliano torna alle fonti poetiche e letterarie del balletto.

Eva contro Eva – mercoledì 29 gennaio – mette in scena, per la regia di Maurizio Panici, l’arrivismo e la voglia di successo e notorietà che, come virus e patologia, ormai attanaglia la nostra società e soprattutto le giovani generazioni. Nel cast, tra gli altri, una leonessa del palcoscenico come Pamela Villoresi e una giovane ma altrettanto brava Romina Mondello.

Giovedì 13 febbraio la compagnia Krypton presenta un capolavoro del teatro del Novecento, Finale di partita di Samuel Beckett. Giancarlo Cauteruccio nella costruzione dei due personaggi principali attinge al rapporto privato con il fratello Fulvio: sul palcoscenico sono entrambi vittime e carnefici di un gioco al massacro fatto di ripetuti litigi, mosse e contromosse. La compagnia lavorerà sul territorio con un laboratorio destinato al giovane pubblico.

Giovedì 13 marzo, una “chicca” del teatro del secolo da poco passato, Ti ho sposato per allegria di Natalia Ginzburg nella messinscena di Piero Maccarinelli per la toscana Chiara Francini (volto noto in tv e al cinema, tra gli altri, per alcune famose commedie come Maschi contro femmine e Una moglie bellissima), Emanuele Salce e Anita Bartolucci.

La stagione chiude, mercoledì 26 marzo, con il viaggio pop e psichedelico di Neri Marcorè e la Banda Osiris, Beatles Submarine. Un viaggio pop attraverso frammenti biografici, racconti surreali e scritti visionari per immergersi nella magica cultura beat dei Fab Four. Una fantasmagoria visionaria e coloratissima, un caleidoscopio di musica. Il concerto spettacolo che vi porterà a vivere le indimenticabili canzoni che hanno fatto la storia.

Confermata inoltre la stagione concertistica, con quattro concerti dell’Orchestra della Toscana che partiranno dal 19 dicembre con il concerto di Natale diretto da Daniele Rustioni.

Da lunedì 7 ottobre sarà possibile confermare i nuovi abbonamenti, mentre la sottoscrizione di nuovi abbonamenti partirà da mercoledì 23 ottobre.

Biglietteria

ABBONAMENTI
teatro
I° platea € 128 – II° platea e galleria € 104 – II° platea e galleria ridotto € 86 – II° platea e galleria studenti € 56

BIGLIETTI
teatro
I° platea € 21 – II° platea e galleria € 17 – II° platea e galleria rid € 14 – II° platea e galleria ridotto studenti € 8

riduzioni: anziani sopra i 65 anni e giovani fino a 25 anni, gruppi di almeno 20 persone.
riduzione studenti: studenti, anche universitari, fino a 26 anni (solo per la musica: associazioni musicali e culturali, scuole di musica, studenti delle università della terza età). Per l’insegnante accompagnatore è prevista 1 gratuità ogni 6 studenti.

INFORMAZIONI

Comune di Piombino
Ufficio Cultura tel. 0565 63296 – 429
fax. 0565 63392
gfabbri@comune.piombino.li.it

Teatro Metropolitan
tel. 0565/30385 – metropolitan@gmail.com

Fondazione Toscana Spettacolo
Tel. 055 219851 – fax 055219853
ufficiostampa@fts.toscana.it – www.fts.toscana.it

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 26.9.2013. Registrato sotto cultura, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “PIOMBINO: MARCORE’, FAVINO E ORLANDO PER LA NUOVA STAGIONE DEL METROPOLITAN”

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    47 mesi, 24 giorni, 0 ore, 58 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it