NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 2 SETTEMBRE 2013

VENTURINA: SOLIDARIETA’ ALLA DONNA PICCHIATA DAL MARITO

Campiglia (LI) – Il sindaco e l’amministrazione comunale di Campiglia esprimono solidarietà per la donna di Venturina che ha subito violenza da parte del compagno e condannano il comportamento dell’uomo che si inserisce purtroppo una lunga sequela di avvenimenti di questo tipo che ogni giorno salgono tristemente agli onori della cronaca.

“Anche in una società sostanzialmente sana e tranquilla come quella del nostro territorio comunale – affermano il sindaco Soffritti e l’amministrazione comunale – le donne non sono immuni dalla violenza e dobbiamo pertanto proseguire e consolidare la rete esistente tra le varie istituzioni per prevenire situazioni di rischio e intervenire efficacemente e tempestivamente qualora queste avvengano”.

Il comune di Campiglia insieme agli altri comuni della Val di Cornia e all’Asl, nell’ambito dei servizi socio assistenziali, ha attivato già da alcuni anni il Centro Donna che lavora in maniera interdisciplinare a fianco delle donne che vi si possono rivolgere in assoluta sicurezza e privacy, in modo totalmente gratuito. Da alcuni mesi è inoltre attivo il Codice Rosa, istituito presso il pronto soccorso del polo ospedaliero di Villamarina a Piombino,  che garantisce un percorso specifico per le donne che hanno subito violenza.

Il comune di Campiglia organizza e partecipa a iniziative sul territorio dedicate al tema, incontri e convegni come quelli annuali in collaborazione con la sezione Soci Coop. “Il nuovo pacchetto sicurezza varato dal governo ha permesso l’arresto immediato dell’uomo: è sicuramente un passo avanti e un atti di giustizia – sostengono sindaco e amministrazione comunale – ma la vera sfida è la crescita  culturale che dobbiamo perseguire con forza affinché si spezzi questa catena di violenza”.

 

______________________

SERVIZIO CIVILE: UN POSTO ALL’INAC DI LIVORNO

Livorno – Lo scorso 21 agosto sul BURT della Regione Toscana è stato pubblicato il Bando di servizio civile regionale 2013  (Decreto dirigenziale n.3279 del 30/07/2013), per la selezione di 2.034 giovani da impiegare in progetti di servizio civile in Toscana. La durata del servizio civile regionale è pari a 12 mesi, con un impegno di 30 ore settimanali e dà diritto ad un assegno di 433,80 euro mensili.

Il Patronato INAC di Livorno vede finanziato un suo progetto di servizio civile “Cogli il diritto – Il servizio civile al patronato INAC”, con attività nell’Area Generale “Tutela dei diritti sociali e di cittadinanza delle persone, anche mediante la collaborazione ai servizi di assistenza, prevenzione, cura, riabilitazione e reinserimento sociale” (LR. T. 35/2006, art. 3, comma 1, lettera a).
Il progetto ha come obiettivo la realizzazione dell’informazione diffusa e della promozione dei Diritti sociali, previdenziali, assicurativi ed assistenziali dei lavoratori, dei pensionati, dei cittadini in genere, finalizzato all’ottenimento delle provvidenze economiche e non economiche spettanti alle diverse categorie dei destinatari.
I giovani interessati (si tratta di un posto a disposizione) possono presentare domanda, entro e non oltre il 24 settembre 2013 (N.B: se la domanda viene inviata per posta deve arrivare entro e non oltre il 24 settembre. Non fa fede il timbro postale), compilando i modelli di candidatura denominati “allegato 1” ed “allegato 2” pubblicati sul sito della Regione Toscana.
Gli allegati devono essere firmati in originale e per esteso, corredati dalla documentazione richiesta e consegnati a mano o spediti con raccomandata A/R al Patronato Inac,  Piazza Manin n. 4, 57126 Livorno (LI)
________________________

AL GATTAROSSA IL FILOSOFO BOLELLI PRESENTA I SUOI ULTIMI LAVORI

Piombino (LI) – Viva Tutto! e Giocate! di Franco Bolelli, sono i due volumi, il primo scritto insieme a Jovanotti, che saranno presentati da Melisanda Massei Autunnali mercoledì 4 settembre alle 18 al bar Gattarossa a Calamoresca. All’iniziativa sarà presente l’autore.

Franco Bolelli è un filosofo e scrittore italiano, collaboratore di Repubblica che vive a Milano.  Insieme a Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, ha scritto Viva tutto (Torino, Add, 2010), mentre Giocate! è il  suo libro più recente uscito nel 2012. Ha progettato e messo in scena decine di eventi e festival.

Viva tutto!  è uno scambio di email tra due amici, Jovanotti e Bolelli. L’idea centrale è quella del diario di bordo scritto durante la creazione del disco di Jovanotti Ora. Si tratta di frammenti di vita, pensieri sull’arte, la cultura, l’ecologia, le donne, la musica, il cinema e tutto quello che può essere indagato da due cervelli in movimento. Mai allineati sulle posizioni dominanti, mai banali nei loro punti di vista, sempre ricchi di suggestioni e generosi nelle loro spiegazioni, il cantante di Cortona e il filosofo milanese si scrivono quasi tutti i giorni e da diverse latitudini durante i nove mesi della preparazione del disco. Un dialogo che è un continuo imbeccarsi, come una vera e propria Jam Session musicale in cui l’ultima nota di uno già risuona nell’attacco dell’altro.

E ci si stupisce a scoprire che i ruoli del cantante pop e del filosofo tendono a sbiadirsi e a confondersi, fino a perdere di vista il mittente e il destinatario, trascinati come siamo nel flusso di questi pensieri energici e caotici.

Giocate! è invece un libro sui bambini che crescono e su cosa gli adulti sono chiamati a fare. Non un manuale e neppure un libro di precetti, ma l’invito a mettersi in gioco e ad avvicinarsi alla vita con uno sguardo aperto, pronto alle sfide della contemporaneità e agli stimoli, molti, cui oggi sono sottoposti i più piccoli. Giocate! è un richiamo appassionato, tanto scanzonato quanto sereno e il gioco va vissuto come un modello mentale e comportamentale. Franco Bolelli racconta la sua idea di educazione e la mette alla prova della contemporaneità. Al centro il gioco come chiave di lettura e come modo di scoprire il mondo senza paura o timore.

_______________________

ADESSO PIOMBINO PROPONE “ZRL (Zone a rumore limitato)”

Piombino (LI) –  In programma il quarto Gazebo delle idee, spazi d’ascolto, di confronto, di scambio con i cittadini, organizzati dal gruppo Adesso!Piombino. Appuntamento con ZRL(Zone a rumore limitato) in piazza Cappelletti, venerdì 6 settembre, dalle 19 in poi.

«Programmare e organizzare attività ed eventi scegliendo e valorizzando non solo le zone centrali, migliorare la vivibilità in quelle della movida, fissare regole certe e farle rispettare, differenziare il tipo di eventi in base ai luoghi in cui si svolgono. Su questi obiettivi concentreremo le nostre proposte e chiederemo ai cittadini di dirci la loro», spiegano gli organizzatori del quarto gazebo targato Adesso!Piombino che sarà allestito in piazza Cappelletti, venerdì 6 settembre, dalle 19 in poi. Così Adesso!Piombino intende superare i limiti un po’ angusti della disfida tra movida e mortorio, con un terza via che non è una semplice via di mezzo, ma la scelta di un modo pragmatico di affrontare la questione in cui ciascuno fa la sua parte, amministrazione comunale, cittadini, turisti e attività commerciali.

Per confrontarsi su questi temi con i cittadini le modalità sono quelle care ad Adesso!Piombino, sperimentate con buoni risultati nei primi tre gazebo: sondaggi e interviste, ma anche possibilità di lasciare commenti, indicazioni, pareri, messaggi sulla bacheca delle idee. Novità di questa quarta uscita del gazebo una mappa di Piombino sulla quale i cittadini potranno segnalare i luoghi in cui organizzare eventi e manifestazioni e la tipologia secondo loro più adatta. Come i precedenti gazebo, anche questo sarà un’ulteriore occasione per conoscere da vicino i membri di Adesso!Piombino, chi sono, la loro formazione, la loro visione della città. Infatti, dopo l’esperienza delle primarie del centrosinistra, il gruppo si è allargato e prosegue il suo impegno per dare un contributo fattivo alla città, declinando i principi ispiratori del comitato per Matteo Renzi secondo le esigenze, i bisogni, le aspettative del territorio. Qualità della vita e dell’ambiente, immagine della città, sviluppo dell’economia dei servizi, turistica e legata al mare, innovazione del sistema produttivo locale, lavoro, diritti civili, servizi sanitari e alla persona, cultura e formazione, amministrazione efficiente e aperta ai cittadini: temi che Adesso!Piombino attraverso i Gazebo delle idee vuole discutere e condividere con chiunque sia interessato.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.9.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 23 giorni, 14 ore, 44 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it