ANSELMI: «SULLA VIABILITA’ EVITIAMO UN APPROCCIO OMBELICALE»

Il sindaco di Piombino Anselmi

Il sindaco di Piombino Anselmi

Riportiamo integralmente la risposta del sindaco di Piombino, tratta da Facebook,  alle proteste di numerosi suoi concittadini che si sono trovati letteralmente “imbottigliati” per ore nel traffico in entrata a causa dei vacanzieri della settimana di ferragosto diretti all’Elba. Come sempre i nostri lettori possono commentare liberamente (rispettando la Netiquette) al termine dell’articolo.

«Sull’ingorgo di ieri (mi permetto di suggerire la lettura dei quotidiani anche on line per capire cosa è stata la giornata di ieri per la viabilità in Italia ed evitare un approccio ombelicale) leggo commenti e critiche legittime di cittadini che se la prendono con il Comune e il Sindaco. Trovo questo comprensibile  – continua Anselmi – da parte di chi attende da decenni una seconda strada di accesso, non vede partire i lavori e non è addentro alle questioni amministrative, alle competenze, alle procedure. Intollerabile invece, e disonesto intellettualmente, è il profilo denunciante ed omissivo di alcuni addetti ai lavori, per non parlare di qualche sedicente organo di informazione on line che ha scelto come missione lo screditare il Comune, con ciò screditando se stesso.

Vediamo come stanno le cose in materia di viabilità a Piombino, uno dei temi ai quali ho dedicato un fortissimo impegno in questi anni convinto della necessità, per ragioni legate alla sicurezza, alla qualità della vita dei cittadini e alla competitività del territorio, di dover svoltare in tempi brevi. Mi si perdonerà lo schematismo.
1) la seconda corsia in ingresso, realizzata negli anni 2008-9, ha sostanzialmente risolto i problemi in entrata alla città, compreso il rientro dal mare, che ricordavo sin da bambino. Restano difficoltà in uscita in concomitanza con lo sbarco delle navi, ma solo in estate piena. In 10 anni, e soprattutto dopo la realizzazione della terza corsia, mai si era verificata una situazione del genere; questo fa supporre che quest’anno sia cambiato qualcosa nelle modalità di accesso agli imbarchi che rende piu’ difficoltosa la gestione di flussi di traffico non ordinari.
2) la Fiorentina-Ghiaccioni è dal 2006 negli strumenti urbanistici del Comune. Abbiamo realizzato nel 2007 uno studio di fattibilità, servono 30 milioni per realizzarla, non ci sono possibilità di finanziamento, chi sostiene che andrebbe urbanizzato il promontorio per farlo non si rende conto (oppure sì) di quello che dice, in termini ambientali e finanziari.
3) E veniamo alla 398, la strada per il porto, che non e’ l’asfaltatura di via 2 giugno bensi’ un’opera da 140 milioni di competenza statale (statale) che attraversa un complesso siderurgico (interferenze impiantistiche, norme sulla sicurezza etc) e un sito di bonifica con enormi complessita’ progettuali.

All’inizio del nostro lavoro la 398 giaceva in Provincia, che ebbe difficoltà (…) con il bando di progettazione. Noi abbiamo, nell’ordine: svincolato il progetto dalla Provincia; inserito la 398 nell’Accordo di Programma sottoscritto col Governo nel 2006, dando disponibilità ad assumere la titolarità della realizzazione; contribuito ad un percorso complicatissimo di progettazione che è durato anni essendo nel frattempo intervenuta Sat come interlocutore per effetto della decisione di Governo e Regione di includere la bretella 398 come opera accessoria della autostrada tirrenica; ricevuto finalmente il progetto definitivo da Sat nell’autunno 2012; sottoscritto nel 2010 un protocollo col Ministero Infrastrutture per il finanziamento completo dell’infrastruttura; predisposto l’avvio del percorso di bonifica del corridoio infrastrutturale (necessario prima di fare i lavori); e infine ottenuto, dopo durissima trattativa, l’inserimento della 398 in una legge (una legge!!), il recente Decreto su Piombino e altro, che mobiliterà prestissimo 112 milioni per il porto, 21,5 per le bonifiche e autonomizza la 398 dalle procedure relative alla Tirrenica. Manca solo il passaggio al Cipe (che viene convocato dal Governo e non dal Sindaco) per l’approvazione del progetto e il suo finanziamento, poi Sat potrà fare la gara d’appalto e affidare i lavori.

L’Amministrazione Comunale di Piombino e il suo Sindaco – conclude Anselmi –  possono sempre essere criticati, allo stesso modo come sovente (questo fa onore alla Città, vale la pena ricordarlo) sono oggetto di apprezzamenti. Fa parte del gioco. Sarebbe apprezzabile che ciò avvenisse usando argomenti seri ed evitando la superficialità o forme di sciacallaggio politico e disinformazione».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.8.2013. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

10 Commenti per “ANSELMI: «SULLA VIABILITA’ EVITIAMO UN APPROCCIO OMBELICALE»”

  1. Luca

    Commentare un comunicato del genere è quanto meno difficile, in special modo quando poi su FB si vedono cittadini devoti che dicono all’Unto dal Signore di proseguire, di insistere, preoccupati di chi verrà dopo di lui, il miglior sindaco di tutti i tempi, eccetera eccetera.

    Caro Anselmi, ti do il bonus della sfortuna, che sin dal primo giorno ti ha perseguitato, ma per il resto c’è ben poco di più di qualche rotonda e qualche marciapiede… progetti, progetti, progetti, protocolli, protocolli, protocolli, pacche sulla spalla e strette di mano… se salta Lucchini, Concordia e la SS 398 slitta ancora, passerai alla storia come il sindaco delle promesse mancate…

  2. libero pensatore

    Davvero qualcuno scrive che San Gianni è ed è stato il miglior Sindaco di sempre. Non ci posso credere, o i Piombinesi sono davvero dei cialtroni o davvero vivo in un Paese che amano solo le promesse e niente fatti, anzi se io fossi stato un Sindaco del passato qua a Piombino mi sentirei davvero offeso . Cosa ha fatto questo Sindaco di eclatante oltre a i conti in rosso, crisi lucchini, crisi di viabilità, aziende della PMI in crisi, ahhh due rotonde, cavolo ma allora i precedenti Sindaci, che lasciavano con i conti in ordine e l’economia che non era alta ma almeno tutti noi vivevamo con la tranquillita che il giorno dopo andavamo a lavoro che cosa hanno fatto di male per essere considerati meno bravi di chi ha fatto solo proclami e promesse.

  3. GIULIANO PARODI

    ma cosa vi lamentate…memoria corta…e’ tutto già’ protocollato….http://www.corriereetrusco.it/2010/12/11/ss398-firmato-a-piombino-laccordo-per-la-realizzazione/

  4. Davide

    Grande Gianni!!! Sei unico, inviolabile, intoccabile … sei un grande condottiero! … umm … ma un sarai mica il fratello di Silvio? E l’assomigli così tanto che quasi quasi fò casino!

  5. Luca

    A voler cercare nell’archivio c’è anche questa…

    http://www.corriereetrusco.it/2008/11/07/bonifiche-e-infrastrutture-nel-prossimo-consiglio-comunale/

    Anche se, con un colpo di fortuna (e quindi non è il suo caso) riuscisse a mettere la prima pietra del primo tratto da Colmata al Gagno, avrebbe comunque fallito in quanto oltre il tempo massimo… perché prima lui l’ha voluta legare all’Autostrada SAT per forza (MPS e COOP rosse ringraziano); poi però il Cipe l’ha inserita nei lotti da definire, allora l’ha dovuta far ritogliere da quei lotti però sempre realizzata dal “Compagno” Bargone…

    Visto che gli piace ricordare la Fiorentina-Salivoli da 30 milioni di euro… fatevi spiegare dove sono andati i 20 milioni in quota SAT per la realizzazione di quella infrastruttura….

    Grande Gianni, il miglior Sindaco della storia della città, dopo di te il Papa…

  6. Graziella Guglielmi

    Grande Sindaco! Direi addirittura troppo per un paese come questo! Letta la risposta mi viene spontaneo chiedere:ma ha imparato tutto ora o già ne sapeva di cosette prima? E mi spiego: ha basato ben due campagne elettorali sulla sua capacità di realizzare la 398 e la seconda strada di accesso. Nella la prima legislatura è tutto saltato, ma la seconda? Ci credeva ancora fermamente o i suoi progmammi si sono risolti solo in un copia-incolla? Voglio anche ricordarle i marciapiedi. (Sembra che il frazionamento con il quale sono stati assegnati i lavori non sia del tutto regolare ma qui mi riservo ulteriori approfondimenti) Belli, ma un pò cari, anche se fatti da una ditta di comprovata fiducia dell’Amministrazione…..
    Ma allora in Viale Matteotti che è successo? Hanno finito le betonelle? E poi le aiuole al poggetto tutte con predisposizione di irrigatori (sono solo pezzi di terra incolta) addirittura rifinite in porfido! Cosa è stata questa una liquidazione sul prezzo del porfido o ulteriore polvere negli occhi? E le rotonde? Quella davanti alla stazione, come le dissi in Consiglio, più che una rotonda sembra un bottone della camicia dell’incredibile Hulk ,quella su Viale R.Margherita è di stoffa!!!!!! Però sono costate: per materiale euro 49.l707,5, lavori veri e propri euro 48.664,12, più 18.00 euro fra adeguamento segnaletica, arredo e illuminazione (vedi verbale del consiglio Comunale del 17/11/2008) Mai viste rotonde con le increspature. Ma erano tempi di “vacche grasse” tanto che si è sentito anche di abbonare 15.000 euro alla gestionre del famoso Zion!!!! Insomma a guardare quello che ha fatto e quello che voleva fare mi viene in mente una donna di casa che spazza e butta tutto sotto un tappeto. Spero solo che il suo prossimo mandato non lo porti al Porto, si riposi sig.Sindaco, Lei per questa città ha già dato, ehhh se ha già dato!

  7. Roberta

    Il Sindaco Anselmi è ormai in carica da 10 ANNI , in 4 anni è stata costruita l’autostrada del sole da Milano a Napoli, in tutto questo tempo ha trasformato piombino nella città dei balletti estivi e delle povertà nascoste. Ora prometterà mari e monti tanto se ne và!

  8. alberto scaffai

    Anselmi è davvero incredibile! Non ha combinato niente il prolungamento della 398è nei suoi sogni e adesso dovrebbe dirci dove pensa di mettere coloro che lavorano nel polo siderurgico, sono 5000 tra diretti e indiretti. Potrebbe invitarli a ballare con Gianni Dj al piazzale di marina dopo aver chiesto il permesso a coloro a cui lo ha concesso. Una bella cantata e chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato…

  9. lino

    L’uomo della svolta epocale si lamenta per le critiche che definisce strumentali e disoneste intellettualmente.
    Ora di seguito un piccolo elenco dei progetti che l’uomo nuovo della politica nostrana ha enunciato in questi 10 anni di governo della città.

    – I fanghi di Bagnoli con i relativi 750 milioni di finanziamenti per modernizzare e recuperare parti degradate del territorio e realizzare indipendentemente da SAT la 398. Risultato zero
    – Città Futura per recuperare al tessuto cittadino una parte notevole del territorio al fine di recuperare e rilanciare zone trascurate e nell’incuria. ( Dopo tre anni di lavoro per gli uffici non solo comunali, 900 milioni spesi per i progetti, perdita del cofinanziamento Regionale di 5 milioni di euro RISULTATO zero)
    – La piscina Comunale da 20 milioni di euro tipo Città del Capo. (Speso 700 mila euro RISULTATO zero )
    – Vendita dei Licei da almeno 7 anni ( Risultato zero )
    – Sistemazione delle frane in città ( Risultato zero )
    – Perdita di servizi sanitari e Ospedale di Riotorto ( Risultato zero )
    – Cambio della provincia ( Risultato zero )
    – Nautica . Molte carte nessuna concretezza ( Risultato zero )
    – Regolamento Urbanistico ( Risultato zero )
    – Salvataggio della grande industria ( Risultato zero )
    – La Concordia ( Risultato zero )
    – Il bilancio del comune: sull’orlo del fallimento ( Risultato zero )
    Una cosa è certa.
    Con questa Amministrazione al timone Piombino è diventata la città più povera della Toscana.
    Questa si che è una svolta epocale e Lui si dichiara preda di sciacalli ?
    Dovrebbe dare le dimissioni per inadeguatezza manifesta invece i suoi compagni a spregio delle istituzioni vogliono mandarlo alla presidenza dell’Autorità Portuale.
    Un premio al compagno Anselmi quale riconoscenza per gli alti uffici svolti a benificio della collettività.
    Incredibile ma vero.

  10. alberto scaffai

    LINO, compagno s
    è una parola grossa! ATTENTO CHE NON SI OFFENDA

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 18 giorni, 14 ore, 21 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it