NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 22 LUGLIO 2013

SEL RACCOGLIE LE FIRME PER DIRE NO ALLO SMANTELLAMENTO DELLA SANITA’ PUBBLICA

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«I tagli ai servizi sanitari non sono ancora finiti:  dopo la drastica riduzione dei posti letto, la contrazione delle prestazioni specialistiche e ambulatoriali,    l’imposizione a tappeto di ticket onerosi, si sta ora procedendo a passi veloci verso la chiusura dei distretti sanitari e una pesante contrazione dei servizi territoriali.  Inoltre per un accordo già siglato in Regione saranno chiusi i punti nascita al di sotto dei 500 parti l’anno, saranno  tagliati altri 1800 posti letto e i piccoli ospedali  diventeranno di fatto poliambulatori. Le già estenuanti  liste d’attesa (mesi per un’ecografia o per una risonanza magnetica)  si allungheranno ancora e per  i molti che non possono più permettersi  gli onerosi tickets o non possono pagarsi il privato, sarà precluso l’accesso alla diagnosi e alle cure.

I  cittadini devono conoscere la realta’ nella sua dura crudezza: le scarse  risorse saranno concentrate solo nelle aziende universitarie con crescente sofferenza delle realtà periferiche.  Mentre i manager, di nomina politica, lasciano debiti enormi  (anche  nell’ASL 6)  che vengono come sempre ripianati con nuove tasse, tickets e tagli.

Anche in Toscana e nella nostra ASL, la sanità pubblica sta subendo persanti colpi: dietro le usate espressioni della politica si cela il progressivo  smantellamento del servizio sanitario pubblico, dovuto alla contrazione dei servizi e all’aumento delle spese  da parte dei cittadini.  Tanto che si sta sensibilmente  riducendo la domanda di prestazioni sanitarie da parte delle fasce più deboli, che rinunciano a curarsi o a fare prevenzione,  a fronte di un accresciuto ricorso alla sanità privata da parte di chi può permetterselo.

Per noi ottimizzare non significa  tagliare per risparmiare, ma qualificare e migliorare. Riteniamo che si debba rivedere il perverso meccanismo dei dividendi  per il raggiungimento degli obiettivi tra le dirigenze aziendali, così come le nomine, le retribuzioni e le responsabilità dei dirigenti. Riteniamo che i  mega stipendi e il peso delle strutture  di direzione e di controllo sottraggano  risorse importanti all’operatività.  Riteniamo che i direttori non devono più essere  emanazione di una giunta politica, secondo l’usato balletto dei soliti nomi,  ma scelti con trasparenza, avendo come  obiettivo non il taglio dei servizi ma il bene dei cittadini tutti come  stabilito dal’art. 32 della Costituzione.  La salute non è una merce, ma un diritto.

Per questo  SEL intende promuovere una raccolta di firme da presentare  alla regione toscana perche’ si fermi questo scempio della sanita’ pubblica. Chiediamo l’abolizione dei tickets, il mantenimento dell’assistenza sanitaria territoriale, la drastica riduzione delle liste d’attesa, il mantenimento delle due postazioni del 118 e delle due guardie mediche notturne e il mantenimento del punto nascita.

Riteniamo inoltre  che si debba tornare a parlare,  non in modo demagogico  o propagandistico,  ma come prospettiva concreta ,  dell’ospedale  di 2° livello  baricentrico  che con un bacino di utenza superiore  ai 150  posti letto  possa garantire il mantenimento delle prestazioni sanitarie.

Sabato 27 luglio saremo a Salivoli, Centro Commerciale, dalle h. 10,00 alle ore 12,00.
Sempre sabato 27 luglio dalle h. 17,30 alle h. 19,30 saremo  in Piazza Gramsci».

Sinistra Ecologia Libertà
Piombino Val di Cornia

__________________

SAN VINCENZO: TORNA “NONSOLOCOVER” CON LA COVER BAND DI JOVANOTTI

Torna anche quest’anno la rassegna “Nonsolocover” all’interno di Piazza Unità d’Italia con due nuovi appuntamenti.

Giovedì 25 luglio alle ore 22 concerto dei “Jovanotte”, che si esibiranno nei più famosi brani del cantautore italiano Lorenzo Cherubini, da tutti conosciuto come Jovanotti, dai suoi esordi fino ad oggi, in uno show frizzante, colorato, pieno di ritmo ed energia.

Da “Vai Così” a “La Mia Moto” passando dagli album che lo hanno reso famoso in Italia e all’estero, i successi si susseguono senza interruzione così come il look del cantante della band che si trasforma adattandosi alle varie fasi che Jovanotti ha attraversato da un disco al successivo nel corso degli anni.

Secondo appuntamento della rassegna giovedì 22 agosto alle ore 22 con lo spettacolo di musica e trasformismo, dopo l’ottimo successo ottenuto lo scorso anno, ”MT Live”.

________________________

PIOMBINO: IN PUBBLICAZIONE IL NUOVO BANDO PER GLI ALLOGGI PUBBLICI

Dal 12 giugno è in pubblicazione il nuovo bando per l’assegnazione degli alloggi di edilizia pubblica disponibili nel Comune di Piombino, che viene rinnovato ogni tre anni. La domanda dovrà essere presentata entro le ore 13 del 12 agosto 2013, dopo 60 giorni dalla data di pubblicazione.

Possono partecipare tutti coloro che siano in possesso di cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione europea. I cittadini di altri stati hanno diritto di accedere se in possesso di permesso di soggiorno CE di lungo periodo o di carta di soggiorno ancora in corso di validità, oppure che siano titolari di permesso di soggiorno almeno biennale e, in questo caso che siano iscritti nelle liste di collocamento o esercitino una regolare attività di lavoro. Chi sia residente o presti attività lavorativa nel Comune di Piombino; chi non abbia proprietà o in uso abitazioni adeguate alle esigenze del nucleo familiare, chi usufruisca di un reddito annuo complessivo del nucleo familiare, compreso il reddito del coniuge, non superiore al limite massimo di 15.320 euro.

Le domande di partecipazione al bando devono essere compilate sui moduli predisposti dal Comune di Piombino, disponibili presso l’Ufficio Casa e l’ufficio Urp in orario di ricevimento al pubblico. Una volta compilate, dovranno invece pervenire esclusivamente presso l’Ufficio casa del Comune o essere spedite a mezzo raccomandata postale.

Il bando può essere scaricato anche dal sito internet del Comune: www.comune.piombino.li.it.

__________________________

 MUSICA CLASSICA: A PIOMBINO INIZIANO I CONCERTI DEL CHIOSTRO

Arriva puntuale il calendario dei concerti del chiostro, organizzati dall’associazione “Etruria Classica” e dall’assessorato alla cultura del comune di Piombino, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno, il patrocinio della Regione Toscana e della provincia di Livorno. Sette concerti di musica classica e moderna che si terranno a partire da martedì 23 luglio e per tutto il mese di agosto nella magica atmosfera rinascimentale del chiostro della concattedrale di Sant’Antimo, dove si alterneranno giovani talenti ed affermati musicisti del panorama nazionale e internazionale. Una manifestazione che è cresciuta nel corso degli anni per l’elevato livello delle esecuzioni e che per questo viene apprezzata da un pubblico sempre più vasto.

A inaugurare il programma, in collaborazione con Avis, martedì 23 luglio alle ore 21,30 sarà il Duo federiciano formato da Ferdinando Trematore al violino e dalla sorella Angela Trematore al pianoforte. Due giovani con all’attivo un curriculum importante e numerose esecuzioni nell’ambito di stagioni concertistiche e festivals nazionali e internazionali. A Piombino eseguiranno la Sonata op. 12 n. 3 di Beethoven, la Sonata in La maggiore di Franck, Thais (Meditation) di Massenet. I prossimi appuntamenti saranno martedì 30 luglio con il Trio Friedrich formato da Stefano Pramauro al clarinetto, Massimo Gatti alla viola e Ilaria Costantino al pianoforte (musiche di Mozart, Schumann, Bruch).

Nel mese di agosto il programma prosegue martedì 6 con Nicola Losito al pianoforte, vincitore concorso Rospigliosi 2013, che eseguirà musiche di Mozart, Liszt, Chopin, Prokofiev.

Martedì 13 agosto Marianna Tongiorni e Alessandro Gagliardi, Duo pianoforte a 4 mani, suoneranno musiche di Schubert, Brahms e Grieg.

La rassegna ospiterà poi martedì 20 agosto i vincitori del concorso “Riviera Etrusca” 2013,  il Duo Marco Mancini (sax contralto) e Francesco Sentuti al pianoforte. Martedì 27 agosto il Trio Opera Viwa con Fabio Taruschio al flauto, Silvia Martinelli soprano e Andrea Trovato al pianoforte.

Conclude la rassegna il concerto del duo di pianoforte a 4 mani, Caterina Barontini e Ilaria Guarnaccia, a favore del premio “Liberamente” dedicato a Matilde Minichino, la giovane studentessa scomparsa prematuramente nel gennaio scorso per una malattia incurabile. Le due pianiste eseguiranno musiche di Debussy, Ravel, Fauré.

Per tutti i concerti l’ingresso è gratuito (l’ultimo a offerta). Info: Ufficio cultura Comune di Piombino gfabbri@comune.piombino.li.it, tel. 0565 63296.

 ________________________________

TORNANO A PIOMBINO I TEATRINI DEL SOLE

Torna a Piombino anche quest’anno il Teatrino del Sole, la rassegna estiva dedicata al teatro di figura che ormai da anni si svolge all’interno dei Giardini Pro Patria nell’ultima settimana del mese di luglio.

In programma quattro spettacoli per bambini ispirati alle fiabe classiche e alle storie più belle della letteratura per ragazzi.

Primo spettacolo giovedì 25 luglio “La bella Addormentata” con i Pupi di Stac, seguirà venerdì 26 luglio “Hansel e Gretel” di Teatrombria, sabato 27 luglio ” Pinocchio” de La Bottega Teatrale, infine domenica 28 luglio “Il Flauto Magico” di  Habanera.

I laboratori creativi si terranno dalle 17.00, sempre ai Giardini Pro Patria, nei giorni 25-26 e 27 luglio. I bambini impareranno a produrre coloratissime figure tridimensionali in gommapiuma che poi potranno portare a casa.

Biglietti spettacoli: adulti € 4,00   bambini € 2,00

quota iscrizione laboratori per i tre giorni € 15,00  necessaria la prenotazione

info e prenotazioni: 345 5004682  info@teatrinodelsole.it oppure www.teatrinodelsole.it

_________________________

“CAMPIGLIETO”: LETTERA APERTA DEL SINDACO DI CAMPIGLIA AI GIOVANI

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Si stanno svolgendo in queste settimane le assemblee informative sul processo di fusione tra Campiglia e Suvereto. Ho incontrato con piacere molti cittadini responsabili, desiderosi di informarsi senza pregiudizi. Essere protagonisti in un processo di ammodernamento della pubblica amministrazione, facendo la nostra parte per dare opportunità ai cittadini e alle imprese dei nostri Comuni: è questa la base della proposta che sarà oggetto di referendum ad ottobre. Non vengono usate magliette, né venduti sogni di gloria, né lanciati messaggi infantili. Credo che la partita sia troppo seria per poterla ridurre ad un qualche slancio folkloristico, né che ci si possa permettere di prendere alla leggera il futuro delle nostre comunità. Sta nella maturità di ognuno di noi documentarci senza fermarci alle semplificazioni e senza lasciarci ingannare da slogan facili e illusori.

Mi ha molto colpito il fatto che il “comitato del no” coinvolga i giovani con questi mezzucci (slogan e semplificazioni) invece di renderli davvero parte in causa consapevole di una scelta importante che coinvolgerà soprattutto loro e le loro famiglie.  Questa leggerezza mi pare la cosa più irresponsabile che sia accaduta negli ultimi tempi. Siccome io credo molto nell’intelligenza dei giovani, li esorto spesso a pensare con la propria testa ed anche in questa occasione mi rivolgo a loro: chiedete ai sostenitori del ‘no’ cosa prospettano di così allettante per i prossimi anni. Dovranno dirvi che, se mancheranno asili nido per i vostri bambini, potrete sempre cercare una baby sitter; che se i vostri genitori avranno bisogno di cure domiciliari ci sarete voi a disposizione; che se avrete un disabile in famiglia potrete occuparvi della sua cura ed educazione da soli se non ci saranno sostegni sociali; che se la cultura e le strutture storiche del vostro paese andranno a perdersi si potrà comunque sperare nella provvidenza; che se i vostri paesi saranno sempre meno ben mantenuti e attrattivi per imprese e turisti potremo sempre vivere della nostra storia. Probabilmente non ve lo diranno.  Vi diranno invece della vostra identità in pericolo. E allora mi permetto ancora di invitarvi a ragionare con la vostra testa facendo un gioco: trovatevi coi vostri amici e compagni di Suvereto e di Campiglia; fissate negli occhi qualcuno che risiede nell’altro comune e provate a dirgli, senza mettervi a ridere, “la mia identità è in pericolo”. Dopo aver fatto una bella risata tornate a ragionare di cose serie, del vostro futuro e di ciò che potete fare per renderlo migliore.

Le cose non stanno andando molto bene nel nostro Paese (se qualcuno ancora non se ne fosse accorto) e i comuni che rispondono veramente ai bisogni dei cittadini e danno un impulso non trascurabile all’economia sono una ricchezza alla quale non possiamo permetterci di rinunciare. Come sindaco che conosce bene le dinamiche dell’amministrazione pubblica, ho il dovere di dare prospettive alla comunità che rappresento. La possibile fusione è una vera opportunità: costruiamola insieme nei contenuti senza timori, e potremo dare alle nostre comunità delle possibilità che, obiettivamente, perderemmo in caso la fusione non si facesse. E’ tempo di smetterla con le illusioni e con chi le propone, con chi spera in una soluzione di ripiego o in uno slancio di solidarietà. Non ci sono comuni ricchi che possano prendere in carico da soli gli obblighi cui sono sottoposti i comuni piccoli. Le funzioni associate che invocano come soluzione i sostenitori del ‘no’ o non si realizzeranno, o, se si realizzeranno, saranno soprattutto a carico di chi è obbligato ad associarsi . E questo non per mancanza di solidarietà: la solidarietà tra i nostri comuni, Val di Cornia tutta, è fuori discussione. Semplicemente le nostre strutture non hanno le risorse umane ed economiche per poter sopportare un qualsiasi aggravio del lavoro o dei bisogni. Se la fusione non si farà, bene che vada Suvereto perderà gradualmente in competenze, autonomia e individualità; il Comune di Campiglia e quello di Suvereto perderanno entrambi servizi, investimenti e l’occasione di essere qualcosa di più e di meglio di ciò che siamo oggi».

Rossana Soffritti

Sindaco di Campiglia M.ma

_____________________________

CAMPIGLIA: IL SINDACO E L’ASSESSORE REGIONALE CECCARELLI ALLE CAVE

Giovedì 18 luglio, il sindaco di Campiglia Rossana Soffritti, l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli accompagnato da due tecnici, l’assessore alle attività produttive Paolo Pedroni e il vicesindaco Mario Paladini si sono recati in visita ai siti estrattivi del territorio comunale Sales Spa e Cave di Campiglia Spa per effettuare un sopralluogo.

L’iniziativa rientra nell’ambito anche dell’approfondimento conoscitivo della Regione in previsione della prossima legge regionale sulle attività estrattive che dovrà individuare obiettivi strategici del settore per gli anni futuri. Ceccarelli che da pochi mesi ha ricevuto l’incarico di assessore regionale ha voluto visitare di persona gli ambiti estrattivi anche nel caso di Campiglia Marittima sono tra i più grandi della Toscana e rappresentano attività di rilevanza regionale di per sé e per i legami con il comparto della siderurgia piombinese e altri comparti produttivi.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 22.7.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 26 giorni, 14 ore, 27 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it