NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DELL’8 LUGLIO 2013

LISTE CIVICHE: NON SI DISCUTE PIU’ DEI VERI PROBLEMI DELA VAL DI CORNIA

Riceviamo e pubblichiamo integralmente  un comunicato congiunto delle liste civiche della Val di Cornia.

«Mentre i comuni a guida PD discutono della diaspora istituzionale tra migrazione a sud di Piombino, minifusione tra Campiglia e Suvereto, associazioni di funzioni tra San Vincenzo, Sassetta Castagneto e Bibbona, i Consigli Comunali non affrontano i problemi veri di questi territori. Vediamo alcuni casi.

Industria. Lo stabilimento Lucchini, amministrato da mesi da un commissario straordinario governativo in quanto in stato di fallimento, è in attesa di conoscere se esistono acquirenti e per quale piano industriale. Gli effetti sull’occupazione e sull’economia dell’intera Val di Cornia ed oltre potrebbero essere enormi. Non se ne è mai discusso.

Agricoltura. Nonostante sia stato sottoscritto un accordo per la realizzazione di un nuovo stabilimento per la trasformazione del pomodoro a Venturina, a partire dal 2014, ad oggi non si conoscono gli esiti. Sappiamo solo che il Ministero dello Sviluppo Economico ha sospeso la richiesta di finanziamenti avanzata dall’impresa che ora minaccia la chiusura Non se ne è mai discusso.

Turismo. Nel 2012 è stata istituita la tassa di soggiorno in tutta la Val di Cornia promettendo agli operatori progetti e iniziative a sostegno del turismo. Né lo scorso anno, né questo, sono stati finanziati progetti di area per il turismo. Quello che resta di questa brutta vicenda è la sottrazione di risorse alla gestione dei parchi e l’aumento spropositato delle tariffe dei parcheggi estivi che ora vanno direttamente ai Comuni di Piombino e San Vincenzo. Di queste decisioni non si è mai discusso.

Acqua. L’ATO regionale dell’acqua, di cui fanno parte i nostri amministratori, ha approvato i nuovi piani tariffari. Le tariffe continueranno a crescere e conterranno comunque la remunerazione per i privati, contrariamente a quanto deciso dagli italiani con il referendum sull’acqua pubblica. Di queste decisioni non sono stati neppure informati i consigli comunali.

Rifiuti. I sindaci fanno conferenze stampa per dire che dopo il passaggio nell’ATO sud, dove già è stato affidato il servizio di raccolta dei rifiuti urbani ad  un gestore unico come previsto dalla legge, i nostri Comuni manterranno in piedi altre due società pubbliche per gestire discarica e rifiuti speciali: l’ASIU e la TAP, dove sono entrati anche i nostri Comuni. Di queste decisioni non si è mai discusso.

Pianificazione. San Vincenzo sta elaborando il suo piano strutturale. Parlano di riallineamento con i piani strutturali di Piombino, Campiglia e Suvereto, ma nessuna discussione, o anche solo informativa, è stata promossa nei consigli comunali.

Porto. Piombino pressa per ampliare il porto, prima per i fanghi di Bagnoli, ora per accogliere la Concordia e candidarsi a “polo europeo per la rottamazione delle grandi navi” ed anche per rilanciare la siderurgia.  Scenari poco credibili ma che comunque inciderebbero sull’intero territorio della Val di Cornia. Di questo non si è mai discusso nei consigli comunali.
Autostrada. Dopo due anni di solleciti il Consiglio Comunale di Campiglia ha discusso dello stato d’avanzamento del progetto autostradale. La maggioranza ha riconosciuto che se dopo 12 anni di discussione non è stato fatto nulla, qualche problema deve esserci. Sarebbe ora necessario  capissero perché e smettessero di propagandare quel progetto come il toccasana per la nostra economia. Per ora c’è il silenzio.

Potremmo continuare, ma questo basta per dimostrare che in Val di Cornia non esistono più programmi condivisi. Predominano municipalismo, improvvisazione e assenza d’idee concrete e percorribili.

Noi pensiamo che si debba fare l’opposto: riprendere con urgenza il dialogo tra i Comuni della Val di Cornia, individuare le priorità e finalizzare gli sforzi verso obiettivi condivisi capaci di sostenere la ripresa economica e di creare occasioni di lavoro duraturo».

Liste Uniti per Suvereto, Forum San Vincenzo, Comune dei Cittadini

_______________________

RIO NELL’ELBA: SAGGIO DI MUSICA CON I SONOHRA

Tornano i Sonohora a Rio nell’Elba. Lunedì 8 luglio infatti proprio lunedì alle 21.15 in Piazza del Popolo  si svolgerà il saggio di fine anno della Scuola di Musica di Rio nell’Elba che ha come padrini Diego e Luca Fainello, i  fratelli del noto duo “Sonohra”, che fin dall’apertura della Scuola hanno sempre guardato con interesse e sostegno ai ragazzi e alle ragazze in essa impegnati. 

A Rio Elba i ragazzi della scuola si esibiranno quindi insieme ai loro insegnanti nelle discipline musicali da loro scelte. I docenti della scuola sono: Ivan Melani,  direttore della scuola ed insegnante di chitarra, Francesco Meola, insegnante di batteria, Marigia Loglisci, insegnante di canto, Alessadra Puccini, insegnante di pianoforte. A presentare la serata invece sarà Clara Iatosti, giornalista televisiva di TV 2000 (Canale 28 del digitale terreste e 142 di Sky). L’iniziativa è ad ingresso libero ed è realizzata in collaborazione con il Comune di Rio nell’Elba.
______________________

PAGAMENTI AI FORNITORI: IN ARRIVO 488 MILIONI

FIRENZE – «E’ in dirittura di arrivo la prima tranche dell’anticipazione di cassa che a maggio abbiamo chiesto al Ministero, 231 milioni che saranno utilizzati dalle aziende e dagli Estav per la riduzione dell’esposizione debitoria  nei confronti dei fornitori. Tale finanziamento si aggiunge, oltre alle normali rimesse mensili, anche ai 257 milioni che, in questi mesi, sono in corso di trasferimento alle aziende sanitarie quale erogazione straordinaria di cassa. Si ricorda inoltre che entro fine anno arriverà dal Ministero una seconda importante tranche finanziaria».

L’assessore al diritto alla salute Luigi Marroni risponde a Stefano Mugnai, vicepresidente della Commissione sanità in Consiglio regionale, che riporta la relazione dei revisori dei conti sui mancati pagamenti da parte dei tre Estav (Enti per i servizi amministrativi di Area Vasta) e annuncia tre interrogazioni sulla questione.

«Alla fine di maggio – ricorda Marroni – la Toscana ha chiesto al MEF di accedere all’anticipazione di cassa, ex D.L. 35-2013, per un importo di 230.753.000 euro. Faremo una variazione di bilancio, la legge di variazione è attualmente in commissione consiliare». La legge di variazione dovrebbe essere approvata dal Consiglio entro fine luglio, e a fine agosto i soldi dovrebbero essere disponibili per le aziende. Entro il 30 novembre è prevista una seconda tranche d’importo, ancora da definire.

___________________

CAPALBIO LIBRI APRE CON EUGENIO SCALFARI

Torna anche quest’anno la manifestazione letteraria che dal 3 al 14 agosto animerà le serate di Piazza Magenta a Capalbio. Stessa formula, stesso legame con il territorio, ma nuovi protagonisti e nuovi libri.

Capalbio Libri 2013 inaugura la settima edizione con Eugenio Scalfari e la sua “passione per l’etica”, la raccolta di scritti dal 1963 al 2012 intitolata proprio “La passione per l’etica” pubblicata nella collana “I Meridiani” Mondadori; una straordinaria conversazione sugli ultimi cinquant’anni di storia nazionale.

Anche quest’anno il via ufficiale a Capalbio Libri sarà dato dal sindaco di Capalbio Luigi Bellumori, insieme a Marta Mondelli, attrice, drammaturga, scrittrice e madrina della manifestazione.

L’attenzione costante all’attualità, declinata in tutti i suoi aspetti, si conferma la caratteristica di Capalbio Libri senza dimenticare però tematiche più leggere, la narrativa e la musica, che accompagneranno gran parte degli incontri.

La musica sarà ancora la protagonista della serata del 9 agosto con i libri di Barbara Casini ed Enrico Rava, due musicisti straordinari.

Capalbio Libri coniuga tradizione e innovazione: sarà possibile infatti scoprire tutte le anticipazioni e le novità dell’edizione di quest’anno sulle pagine TWITTER (seguendo l’account @capalbiolibri o l’hashtag #capalbiolibri), FACEBOOK, e sul canale YOU TUBE, oltre che sul sito www.capalbiolibri.it

Capalbio Libri 2013 è organizzata dall’agenzia di comunicazione Zig Zag in collaborazione con il Comune di Capalbio e ha il Patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali, di Regione Toscana, Provincia di Grosseto e Comune di Capalbio.

Capalbio Libri è realizzata grazie al contributo di importanti aziende nazionali quali Enel, Telecom Italia, eni, Poste Italiane, Invitalia, Renault, Banca di Saturnia e Costa d’Argento.

La manifestazione fa parte de La Toscana del Libro, un’iniziativa della Regione Toscana che riunisce i più importanti festival letterari della regione.

_____________________

CASSA IN DEROGA: SBLOCCATI 550 MILIONI, IL COMMENTO DI SIMONCINI 

FIRENZE – «Prendiamo atto che il decreto di attribuzione alle Regioni delle risorse è stato firmato, confidiamo che Inps sia immediatamente autorizzato a erogare le indennità. Purtroppo, come abbiamo già detto più volte, queste risorse sono insufficienti a far fronte alle domande presenti negli uffici regionali. In Toscana, ad esempio, le risorse assegnate permetteranno di coprire le richieste pervenute entro i primi giorni di aprile. Per tanti lavoratori proseguirà purtroppo una situazione di pesante disagio e sofferenza, che non è tollerabile. Continua perciò ad essere impellente che il Governo trovi ulteriori risorse per arrivare fino alla fine dell’anno».

L’assessore alle attività produttive lavoro formazione Gianfranco Simoncini commenta così il decreto di assegnazione dei 550 milioni che il governo ha destinato alle Regioni per il finanziamento della cassa integrazione in deroga. «Confidiamo nel fatto che l’Inps ci dia quanto prima la comunicazione con il via libera a trasmettere gli importi. Come Regione Toscana abbiamo già fatto le istruttorie e siamo pronti a trasmettere le domande per evitare di perdere ancora tempo. Resta il fatto che, come abbiamo ribadito anche pochi giorni fa, serve una copertura che consenta di arrivare a fine anno e una modifica normativa che porti a garantire gli ammortizzatori sociali a tutti i lavoratori al di la della loro collocazione in azienda con più o meno 15 dipendenti, una garanzia in grado di assicurare pari trattamento a tutti i lavoratori e le Lavoratrici».

Per cercare di venire incontro alla situazione di disagio di molti lavoratori, mentre continuiamo a fare pressione su Governo e Parlamento, con le organizzazioni sindacali stiamo lavorando per attivare una linea di microcredito che possa intervenire in questa situazione.

________________

ELBA: PROSEGUONO I LAVORI DI RICOSTRUZIONE

Metà lavori completati o sul punto di esserlo, metà pronti a partire subito dopo l’estate per essere completati entro la primavera del 2014. E i rimborsi a privati in fase di liquidazione, quelli alle imprese a uno stadio avanzato dell’iter previsto. E’ questo in estrema sintesi, lo stato di attuazione degli interventi programmati all’isola d’Elba dopo l’alluvione del novembre 2011, secondo il monitoraggio presentato nel corso dell’ultima riunione tenuta dal presidente della Regione, dai tecnici e dai rappresentanti di Provincia di Livorno e dei comuni elbani interessati.

“Il cammino di ricostruzione procede e entro la prossima primavera sarà pressoché completato – è il commento del presidente Rossi – Complessivamente stiamo impegnando in quest’opera di ricostruzione quasi otto milioni di euro e di questi ben 5 li ha messi la Regione evidenziando l’attenzione al problema e ai disagi che le ferite dell’alluvione hanno provocato”.

I quattordici interventi previsti all’isola d’Elba sono mirati a ricostruire ciò che la furia della natura aveva distrutto o danneggiato, ma anche (è il caso della cassa di deposito che sarà realizzata sul fosso Alzi) a realizzare alcuni azioni per aumentare la capacità di difesa idrogeologica del territorio.

L’ultimo, importante lavoro giunto alla conclusione prima della fase clou delle vacanze estive è stato l’escavo del porto di Marina di Campo e il ripristino della linea di riva per un importo di 570.000 euro (i lavori sono stati seguiti dalla Provincia di Livorno).

In questo momento sono in dirittura di arrivo altri due interventi nell’area di Marina di Campo: riguardano la manutenzione straordinaria della viabilità sul lungomare Mibelli via Montecristo e la manutenzione straordinaria di piazza Torino mentre altri piccoli, ma importanti interventi sulla viabilità di Marina di Campo (la manutenzione di via della Costa, via della Lecciola, via Ayali, viale Pietri, piazza da Verrazzano), la rimessa in efficienza del ponte su Bovalico e la sostituzione delle isole a scomparsa per la raccolta dei rifiuti che, dopo l’alluvione, si erano rese inutilizzabili avverranno dopo l’estate. Questi ultimi interventi vengono tutti seguiti dal Comune di Campo nell’Elba.

E’ previsto nel corso dell’autunno anche l’avvio di altri tre importanti cantieri che vengono seguiti dalla Provincia di Livorno e che riguardano il ripascimento delle sabbie Alzi a Marina di Campo, la realizzazione di un muro di contenimento sul fosso Alzi in località Olmi e la realizzazione del muro di sponda con risagomatura dell’alveo del fosso Bovalico.

Nello stesso periodo prenderanno il via i lavori per la realizzazione dei tre interventi che vengono seguiti dal Genio civile: innanzitutto la realizzazione della cassa di deposito fosso Alzi: è l’intervento anche economicamente più impegnativo (sono stati stanziati 1 milione 480.000 euro) ma di grande importanza in termini di prevenzione. Accanto a questo gli altri due interventi sono l’attraversamento del fosso Galea e del fosso Alzi.

L’unico dei 14 cantieri che non si chiuderà entro la prossima primavera riguarda l’intervento di manutenzione straordinaria alla scuola media Giusti: la progettazione è in corso, i lavori saranno appaltati entro il mese di aprile del 2014 per concludersi prima della ripresa della scuola (settembre 2014). Per realizzare tutti questi interventi sono stati stanziati 4 milioni e 750.000 euro.

Ma nel budget della ricostruzione all’isola d’Elba è necessario aggiungere i 3 milioni di euro per i rimborsi ai privati e alle imprese. In fase di completamento è la liquidazione dei contributi per i beni mobili (auto e moto danneggiati): in tutto ne hanno già usufruito 126 persone (complessivamente le domande che sono state accolte sono 179). E in dirittura d’arrivo è l’iter per i contributi alle imprese: sono state presentate 171 domande, 10 delle quali non sono state ammesse. Le restanti 161 potranno ora presentare le documentazione richiesta: Sviluppo Toscana aprirà un ufficio nel comune di Campo nell’Elba per facilitare questo passaggio e rendere più rapido così l’iter verso la liquidazione.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 8.7.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 27 giorni, 14 ore, 30 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it