SAN VINCENZO: DAI COMMERCIANTI POCA FIDUCIA PER LA STAGIONE TURISTICA

questionari_sa_vincenzoSan Vincenzo (LI) – Pubblicati i risultati del primo progetto del “Caffè San Vincenzo”, un nuovo gruppo di discussione su internet, nato per affrontare i problemi di San Vincenzo, e provare a trovare delle soluzioni. In questo primo periodo di attività, come gli stessi fandatori hanno dichiarato al nostro giornale «è stato promosso un questionario per i commercianti e gli operatori turistici nel quale abbiamo cercato di raccogliere idee, critiche costruttive per migliorare i servizi e portare alla luce le reali criticità che vanno ad incidere sull’economia del paese». Vediamo insieme la prima parte di risultati. La seconda, che verrà resa nota a giorni, riguarda altre tematiche, tra le quali la destagionalizzazione.

La prima parte ha invece affrontato l’analisi delle cause principale della crisi, le strategie adottate per salvare il salvabile e le previsioni per la stagione in partenza.

Sono stati raccolti 127 questionari, distribuiti tra le attività commerciali e turistiche di San Vincenzo, su un totale stimato di circa 220 attività. Tra coloro i quali hanno risposto al questionario il 78% dichiara che il motivo della crisi economica a San Vincenzo sia l’assenza di iniziative per incentivare il turismo. Il 40 % trova che sia riduttivo pensare al centro del paese come unica attrattiva e infine il 48% ritiene che la perdita del lavoro di molte persone ne sia la causa. Solo il 2 % degli intervistati non risente della crisi.

Tra le strategie adottate per fronteggiare la crisi: prezzi costanti, aumento dei prodotti, promozioni e sconti, riduzione delle spese e del personale, eventi, ricerca della clientela all’estero, aumento dei servizi e dell’oraro di apertura, rinnovo dei locali e la proiezione dell’attività su internet.

L’ultima domanda riguardava le aspettative per la stagione turistica 2013 e i risultati sono poco ottimistici: ben il 64 % dei rispondenti si aspetta che questa stagione sia peggiore di quella passata. Il 30 % ha risposto che sarà uguale al 2012 e solo un 4%  ha risposto che prevede un miglioramento.

«Con amarezza – dichiarano dal gruppo – ricordiamo che alla seconda domanda alcuni operatori hanno dichiarato di non essere riusciti a fronteggiare la crisi, il che vuol dire chiusure e cessazione di attività».

«Ci auguriamo – proseguono – che l’esito del questionario diventi strumento fondamentale per riflettere accuratamente sulla situazione economica del paese e che sia un punto di partenza ( o “volano” come direbbe qualcuno ) per rilanciare l’economia ed il turismo».

Per il post coi risultati completi: http://ilcaffesanvincenzo.it/risultati-questionario-parte-1/

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.6.2013. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “SAN VINCENZO: DAI COMMERCIANTI POCA FIDUCIA PER LA STAGIONE TURISTICA”

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    62 mesi, 23 giorni, 23 ore, 59 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it