PIOMBINO: DAL 1° GIUGNO TORNA LA TASSA DI SOGGIORNO

denaro2Piombino (LI) – Tassa di soggiorno dal 1 giugno fino al 30 settembre. Il consiglio comunale ha approvato questa mattina il nuovo regolamento presentato dall’assessore al bilancio Massimo Giuliani, con il quale si introduce la riduzione del periodo di applicazione della tassa da 7 a 4 mesi rispetto all’anno passato.  Le somme riscosse dovranno essere versate in un’unica soluzione al Comune entro il 15 di ottobre di ogni anno presentando la relativa dichiarazione annuale in modalità telematica tramite l’accesso al portale web del Comune. La dichiarazione annuale contiene il numero dei soggiornanti, i giorni di durata del pernottamento e l’ammontare dell’imposta riscossa nell’anno di riferimento.

Il nuovo regolamento è stato approvato con i voti favorevoli di Pd, Spirito Libero, Per Piombino e Italia dei Valori. Contrari Rifondazione Comunista, Popolo delle Libertà, Unione di Centro, Futuro e Libertà e Gruppo Misto.

La tassa, la cui entità è confermata tra 0,5 e 2,5 euro che saranno applicati in modo differenziato secondo le caratteristiche delle strutture, sarà valida per tutte le strutture alberghiere ed extralberghiere, compresi campeggi, agriturismi, bed&breakfast, villaggi turistici, parchi di vacanza, case per ferie, ostelli, case e appartamenti per vacanze, residence.. Sono esenti dal pagamento i minori entro il dodicesimo anno di età non compiuto, i familiari di soggetti ricoverati presso strutture ospedaliere, coloro che prestano attività lavorativa presso qualsiasi struttura ricettiva, le gite scolastiche, i pernottamenti oltre il quindicesimo giorno consecutivo, coloro che alloggiano in strutture ricettive a seguito di provvedimenti adottati per fronteggiare situazione di emergenza.

Il gettito dell’imposta verrà utilizzato dall’amministrazione comunale per finanziare interventi a favore del turismo come la gestione del sistema dei parchi, musei e delle aree protette e naturali di interesse locale, la promozione della ricettività locale, i progetti di sviluppo degli itinerari tematici e dei circuiti d’eccellenza anche in ambito intercomunale, interventi di manutenzione e recupero dei beni culturali, paesaggistici e ambientali, lo sviluppo di punti di accoglienza e sportelli per il turismo, incentivazione di progetti volti a favorire il soggiorno di giovani, famiglie e anziani presso le strutture ricettive nei periodi di bassa stagione e altri servizi. La giunta comunale si impegna pertanto a presentare annualmente al consiglio comunale una relazione sulla realizzazione degli interventi.

Il dibattito in consiglio comunale si è concentrato nuovamente sull’opportunità della tassa di soggiorno. Da parte dei gruppi dell’opposizione è stata espressa un’opposizione nei confronti di un’imposta che a loro parere rischierebbe di mettere in difficoltà il turismo nel territorio, in una fase di forte criticità.

«Vogliamo rendere questa imposta più vicina agli obiettivi che si prefigge, che sono quelli di offrire maggiori servizi ai turisti che visitano il nostro territorio – ha spiegato Massimo Giuliani – La nostra autonomia impositiva è estremamente limitata e abbiamo la necessità di assicurarci delle entrate che consentano di garantire dei servizi sul territorio. I contributi erariali sono diminuiti notevolmente. Basti pensare che lo Stato concorre per ogni cittadino con un contributo di 8 euro, a fronte degli oltre 760 euro pro capite da parte del Comune».

L’anno scorso la tassa di soggiorno ha portato nelle casse comunali 428mila euro, il periodo ridotto deciso dalla giunta costerà una cifra intorno ai 50mila euro.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.5.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 10 ore, 58 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it